iTunes torna in Cina ma senza l’album pro Tibet

di |
logomacitynet696wide

iTunes torna disponibile in Cina. Sollevato il blocco determinato dall’apparizione di un album pro-Tibet che però viene cancellato dal database per il pubblico locale.

Solo da poche ore il sito iTunes americano è tornato a essere accessibile per i naviganti del Web cinesi. Ricordiamo che non esiste una versione localizzata per la Cina dello store online di Apple: la settimana scorsa il governo cinese aveva bloccato l’accesso allo store americano per tutti i naviganti cinesi. Anche in assenza di una comunicazione ufficiale da parte delle autorità  del paese, il blocco totale durato diversi giorni, è stato associato alla comparsa dell’album Songs for Tibet, una compilation realizzata con la partecipazione di star internazionali a favore della causa tibetana. Macity ne ha parlato in questo articolo.

Da alcune ore lo store iTunes USA è di nuovo disponibile ma rimane assente la pagina dedicata alla compilation pro-Tibet. L’unica comunicazione ufficiale sull’accaduto è un articolo pubblicato sul sito China.org.cn gestito dall’Internet Information Center del governo del paese: “Songs for Tibet ha sollevato grande indignazione tra gli utenti Web cinesi. Alcuni utenti hanno dichiarato che boicotteranno i prodotti Apple, incluso il popolare iPhone, fino a questo momento non disponibile in Cina”.

A questo punto, anche se non ci sono comunicazioni ufficiali sulle ragioni della mancata disponibilità  di iTunes, è difficile pensare che ci siano altre ragioni che non siano quelle legate proprio all’album pro Tibet. Per altro una quarantina di atleti americani, dice la Art of Peace Foundation che ha realizzato il progetto, avevano scaricato l’album proprio in territorio cinese durante le Olimpiadi “a sostegno dell’iniziativa”.