Come personalizzare gli annunci pubblicitari di Google sul web

di |
Google AdSense per iOS icona

Una breve guida su come personalizzare gli annunci di Google serviti agli utenti durante la navigazione web e trarne beneficio

La pubblicità è un “male” (o un bene, a seconda dei punti di vista) necessario del web, spesso indispensabile per garantire l’esistenza di siti che offrono servizi e contenuti gratuitamente. Per ridurre l’eventuale fastidio prodotto, Google, uno dei principali attori del mercato pubblicitario Internet, offre agli utenti la possibilità di personalizzare gli annunci che vengono visualizzati durante la navigazione sui siti di Google, come il motore di ricerca, YouTube e oltre due milioni di siti partner.

Grazie a questa opzione, la pubblicità può diventare uno strumento interessante: gli utenti possono scegliere gli argomenti e ricevere offerte per prodotti o servizi verso cui possono nutrite reale interesse, trasformando questa forma di sostentamento economico di un sito, in un mezzo utile e vantaggioso. Ecco come fare.

Personalizzazione degli annunci di Google

Per poter godere delle personalizzazioni di Google è necessario prima di tutto navigare online loggati al proprio account Google; solo in questo caso la personalizzazione avrà un’influenza concreta sugli annunci.

Una fatto questo è sufficiente collegarsi alla pagina dedicata, seguendo questo link diretto. In questa pagina è possibile attivare o disattivare tramite l’apposito pulsante la personalizzazione degli annunci.

Disattivare il servizio non significa che verrà disattivata la pubblicità: semplicemente non sarà più inviata pubblicità personalizzata ma generica. È possibile anche scegliere di sfruttare le attività eseguite sui siti e le app di Google per personalizzare automaticamente gli annunci pubblicitari, spuntando il box apposito.

Dopo alcune informazioni in merito alla provenienza dei dati, ci viene presentata una serie di argomenti di interesse: è possibile spuntare le tematiche su cui si vogliono ricevere messaggi promozionali ed escludere quelli non di proprio gusto.

Gli argomenti già selezionati vengono supposti in base alla attività degli utenti sui siti di Google, incluso anche YouTube; non è compreso invece Gmail. Grazie all’apposito pulsante “+ Nuovo Argomento” è possibile infine aggiungere specifici argomenti su cui si vogliono ricevere annunci pubblicitari. Ad esempio se si ha intenzione di acquistare un’auto ibrida o elettrica, è possibile aggiungere le parole chiave corrispondenti per ricevere offerte interessanti, e rimuoverle una volta completato un eventuale acquisto.

Attraverso questi strumenti la pubblicità può diventare uno strumento per ottenere offerte vantaggiose e rappresenta senza alcun dubbio un’alternativa migliore rispetto alla ricezione di messaggi generici.