Recensione Anker Astro E1, la batteria ideale per iPhone 6 Plus

di |
iPhone 6 plus in ricarica

Macitynet mette alla prova Anker Astro E1, batteria d’emergenza tascabile che ricarica completamente due volte qualsiasi smartphone, una volta per i phablet: ora in offerta su Amazon a 19 euro in due colori

La qualità delle batterie Anker la conosciamo già in quanto, negli scorsi mesi, abbiamo avuto modo di provare diversi prodotti dell’azienda tra cui proprio le batterie d’emergenza della serie Astro. Una dall’altra differiscono principalmente nelle dimensioni, in rapporto alla quantità di energia contenuta, oltre al numero ed alla tipologia di dispositivi che riescono a ricaricare contemporaneamente.

In comune invece hanno, oltre alla forma, al design ed ai materiali utilizzati, la tecnologia Power QI che permette di ricaricare sempre ed alla massima potenza indistintamente un iPhone, uno smartphone Android o Windows Phone: una caratteristica molto importante che diversi prodotti concorrenti a basso costo difficilmente hanno in quanto non distinguono il prodotto a cui sono collegati e quindi si corre il rischio di avere una ricarica lenta, per via della differenza nella piedinatura delle prese. Dopo aver testato la Astro E3, Astro E4 ed Astro E5, Macitynet ha avuto modo di mettere alla prova la più portatile Anker Astro E1, batteria d’emergenza molto più piccola e leggera delle altre ma con sufficiente energia per ricaricare almeno una volta e completamente qualsiasi smartphone, compreso il più esigente iPhone 6 Plus.

Recensione Anker Astro E1

Anker Astro E1 com’è fatta

Come accennato, è molto simile alle altre batterie della linea Astro: in plastica lucida di qualità, ci si rende conto di avere tra le mani un prodotto solido fin dal primo unboxing che, come per gran parte dei prodotti Anker, è caratterizzato da una semplice scatola in cartone dove all’interno troviamo, oltre alla batteria, un cartoncino esplicativo riguardante la tecnologia Power QI descritta in precedenza ed il cavo microUSB per la ricarica.

Misura 9,7 x 2 x 4 centimetri e pesa appena 120 grammi, ben distribuiti per tutto il dispositivo conferendogli una sensazione di robustezza generale data anche dalla durezza della plastica, che non si deforma neanche provando a stringerla con forza al centro, punto dove solitamente prodotti del genere mostrano maggiore flessibilità. Su uno dei due lati corti troviamo l’ingresso microUSB per la ricarica della batteria e l’uscita USB per la ricarica di smartphone e tablet, su un lato lungo invece un pulsante permette di conoscere lo stato di energia residua attivando i LED, di colore blu, posti frontalmente (ognuno rappresenta il 25% di energia).

Pagine: 1 2