Smartwatch Samsung, ecco il brevetto per l’indossabile che ti riconosce tramite le vene

di |
big

Samsung brevetta lo smartwatch che riconosce l’utente per le sue vene, in modo da autenticarlo automaticamente, ogni qual volta lo si indossa.

Il prossimo smartwatch Samsung potrebbe riconoscere l’utente tramite le vene; questo è quanto emerge dall’ultimo brevetto depositato dal colosso sud coreano, portato alla luce dalla redazione di ubergizmo. L’idea è quella di rendere più sicuri i propri dati, in modo tale da non darvi accesso se lo smartwatch non riconosce il legittimo proprietario.

Non sembra un progetto futuristico o irrealizzabile, dato che il funzionamento appare abbastanza semplice e lineare. Quando si indossa l’orologio per la prima volta, o comunque ad ogni eventuale richiesta successiva dell’utente, l’indossabile avvia una prima scansione delle vene di chi lo indossa, grazie ad appositi sensori posti sulla parte anteriore del display o su un lato, per memorizzarne un’immagine in memoria.

In questo modo, l’indossabile potrà sbloccarsi e funzionare correttamente; insomma, una sorta di PIN o schermata di blocco avanzata. Il brevetto, inoltre, suggerisce che lo stesso sensore possa essere utilizzato per rilevare la frequenza cardiaca dell’utente, che apparentemente è diverso da persona a persona. Questo meccanismo, ad una prima lettura, sembra simile a quello che Apple sta usando in questo momento su Apple Watch, che autentica chi lo indossa utilizzando il sensore della frequenza cardiaca, dando accesso a funzioni come Apple Pay, che smettono di funzionare quando l’utente rimuove dal proprio polso lo smartwatch.

Ovviamente, resta da vedere se il brevetto Samsung resterà solo su carta o, se nell’imminente futuro, potrà vedere realmente luce. Il colosso sud coreano ha già dimostrato il proprio apprezzamento per gli smartwatch, anche con idee originali, grazie alle quali da ultimo ha dato vita a Gear S2, che non ha voluto cedere al fascino di Android Wear, per seguire una propria filosofia, basata su un software proprietario e sull’utilizzo di una ghiera girevole.

smartwatch samsung

  • Davide

    Critica o no a Samsung, va dato atto che di brevetti interessanti ne sfornano eccome. Poi dipende come verranno usati,comunque faccio i miei complimenti.