Apple A5 batte Nvidia Tegra 2: ecco perchè

Il processore Apple A5 integrato in iPad 2 è molto più veloce di Nvidia Tegra 2, soprattutto per quanto riguarda la sezione grafica. Oltre alla diverse GPU integrate, secondo gli analisti la superiorità di Apple A5 è dovuta anche alle dimensioni: il die del processore del nuovo iPad è 2,5 volte più grande di Nvidia Tegra 2. Gli analisti spiegano il vantaggio di Apple e quello che potrebbe succedere nel mondo dei tablet concorrenti.

Il processore Apple A5 è molto più veloce di Nvidia Tegra 2: la superiorità del chip custom di Cupertino secondo gli analisti è dovuta anche alle dimensioni maggiori del die. Righello alla mano Apple A5 ha una superficie di 122 millimetri quadrati, mentre Nvidia Tegra 2 misura solamente 49millimetri quadrati. Come a dire che il processore di iPad 2 è due volte e mezza più grande del processore integrato in numerosi tablet della concorrenza. Anche se a prima vista il confronto delle dimensioni di due chip può significare poco o nulla, le considerazioni degli analisti riportati nel blog del The Wall Street Journal meritano di essere esaminate più attentamente. Apple A5 e Tegra 2 sono infatti basati sullo stesso core, vale a dire l’architettura Cortex A9 di ARM, inoltre tutti e due sono processori dual core. Le differenze sostanziali tra i due processori riguardano proprio il sottosistema grafico, Imagination PowerVR SGX543 per Apple A5 e la GPU GeForce per il Tegra.

Così a partire da un core ARM se non identico ma decisamente molto simile, Cupertino riesce ad avere la meglio su Nvidia proprio nella grafica, settore che ha reso celebre il costruttore di GeForce in tutto il mondo. Ovviamente Apple può avvantaggiarsi dell’esperienza di Imagination, specializzata come nessuna altra azienda nella grafica ad alte prestazioni in ambito mobile, dove consumi e dimensioni contenute sono importanti tanto quando i frame visualizzati al secondo. Così il maggior ingombro di Apple A5 è stato sfruttato per costruire una CPU più potente per quanto riguarda la grafica ed Apple è una delle poche aziende che può permettersi un processore mobile così grande. Il prezzo delle CPU dipende molto dalle dimensioni: i wafer di partenza incidono molto sui costi, inoltre per i costruttori ogni millimetro all’interno dei dispositivi mobile è prezioso. Le dimensioni della CPU finale vengono anche utilizzate per calcolare i diritti che spettano ad ARM, Imagination e le eventuali altri società cui spettano i diritti dell’archittura. Mentre per Nvidia Tegra 2 il costo stimato è di 15-20 dollari, per Apple A5 la fascia sale a 25dollari.

La grande richiesta di prestazioni di calcolo e grafiche sempre maggiori anche nei tablet sta già portando il mercato verso CPU sempre più spinte. Secondo gli analisti nei tablet assisteremo alla crescita di dimensioni dei chip e, questo non è il primo avviso in tal senso, nel giro di un paio di anni potremo forse assistere quello che Intel e AMD forse già si aspettano da tempo: l’ingresso di ARM e di Imagination nel mondo dei computer tradizionali, notebook e desktop.
Apple A5