Apple lancia nuovi MacBook e MacBook Pro

Apple lancia nuovi modelli di MacBook. Velocità fino a 2,4 GHz e dischi fissi con capienza fino a 250 GB. Sbarcano sullo store on line anche i MacBook Pro che ora hanno anche velocità fino a 2,5 MHz e multitouch. Tutti i nuovi portatili hanno processori Penryn. Prezzi ribassati anche di 200 euro. In vendita anche i nuovi iPod shuffle da 2 GB.

logomacitynet1200wide 1

Arrivano i nuovi portatili con processori Penryn. Apple ha infatti introdotto nuovi modelli di MacBook e MacBook Pro, con velocità  superiori alle precedenti e nuovi chip.

Apple ha annunciato alcuni minuti fa il lancio di una versione aggiornata dei MacBook. Si tratta, come preannunciato in mattinata da Macity, di uno speed bump che porta la velocità  massima a 2,4 GHz. Significativo, oltre che le dimensioni dei dischi fissi (ora a 160 e 250 GB) anche l’introduzione dei 2 GB di memoria standard (almeno per i modelli top), un “plus” quando si pensa che oggi tutte le macchine vengono fornite con Leopard, un sistema operativo piuttosto esigente quando si tratta di Ram.

Da notare che resta “in servizio”, un modello da 2,1 GHz con un solo GB di memoria Ram e masterizzatore combinato con lettore DVD (niente masterizzatore DVD). Questo modello di fascia entry level ha anche un disco da 120 GB.

Non cambiano nelle nuove macchine altre componenti, quali la scheda grafica e il display (ancora di tipo tradizionale). Non appare neppure la trackpad multitouch che era tra le novità  più gettonate.

I nuovi MacBook vengono proposti a prezzi più bassi dei precedenti, con un portatile che per la prima volta scende sotto la soglia dei 1000 euro. Il modello da 2,1 GHz costa, infatti, 999 euro. Il modello da 2,4 GHz bianco costa 1199 euro mentre il modello nero costa 1399. In pratica 50 euro meno dei precedenti.

Per quanto riguarda i MacBook Pro le novità  riguardano l’adozione dei processori che sono ora i nuovi Penryn. La velocità  massima delle macchine è di 2,5 GHz con un entry level a 2,4 GHz. Sempre disponibile l’aggiornamento a 2,6 GHz (costo extra di 220 euro)

Scende (o forse viene calcolata in altro modo) la durata della batteria ora fissata a 5 (era 6) ore per il modello da 15 pollici e a 4,5 (era 5,75) per il modello da 17 pollici. I dischi fissi sono stati portati a 200 e 250 GB.

Viene introdotta anche l’attesa trackpad multitouch già  introdotta sul MacBook Air. Da notare che anche la memoria Vram dei modelli da 2,5 Ghz è di 512 MB contro i 256 del modello base (anche se al momento in cui scriviamo sullo store viene riportata per errore a 256 Mb per tutti i modelli)

Anche per i MacBook Pro si assiste ad un ribasso di prezzo. Il modello da 2,4 GHz “entry level” si parla di 1799 euro per il modello da 15 pollici con processore da 2,4 GHz (-100 euro) e di 2199 euro per quello con processore da 2,5 GHz(-200 euro). Il modello da 17 pollici ha un costo di 2499 euro (-200 euro).

La presenza dei nuovi processori Penryn, non evidenziata in maniera esplicita (nei comunicati si parla genericamente di “ultimi processori”) è resa evidente dalla cache che è di 3 MB sui MacBook e di 3 (sul 2,4 GHz entry level) e 6 GB sui MacBook Pro. L’aumento della cache è rilevante perchè garantisce un balzo in avanti delle prestazioni. Purtroppo però per quanto concerne i MacBook (e l’entry level dei MacBook Pro) si assiste ad una riduzione visto che in precedenza sia l’uno che l’altro erano a 4 MB di cache.

Apple ha messo in vendita, come promesso, l’ l’iPod shuffle da 2 GB. Il costo è di 65 euro.