Apple presenta Tiger e i nuovi monitor fino a 30″: il keynote minuto per minuto

Il keynote della conferenza per sviluppatori Apple 2004. Minuto per minuto tutti gli annunci e le novità  mostrate sul palco del Moscone Center da Steve Jobs. Su questa pagina il testo. Per la galleria fotografica partite da questa pagina di MacProf.

logomacitynet1200wide 1

ore 18 e 54:
I nostri inviati sono all’interno della hall del Moscone West in attesa di entrare..
nulla di particolarmente interessante da notare tranne i poster su Tiger che vi abbiamo descritto questa mattina.
Dietro uno dei grandi poster si nasconde la sagoma inedita di un monitor… potrebbe essere quella dei nuovi TFT di Apple a grande formato oppure quella di un modello inedito di iMac…
Staremo a vedere…

ore 19
Il pubblico sta prendendo posto nella grande sala. Musica di sottofondo.

Jobs entra e da il benvenuto agli sviluppatori Apple convenuti al WWDC: quest’anno 3.500 sviluppatori registrati con un incremento del 17% rispetto alla scorsa edizione.

Si parte dal successo raggiunto da iTunes e dal fatto che il computer sia ormai una delle fonti principali della riproduzione audio anche nel salotto di casa.
La risposta a questa esigenza dei consumatori è l’accoppiata iTunes-Airport Express che permette di trasmettere musica senza fili all’impianto hi-fi.
Ma la musica si ascolta anche in Auto e per questo Apple ha annunciato la scorsa settimana i suoi accordi con BMW per l’integrazione di iPod nelle auto del produttore tedesco con l’interfaccia di comando dell’iPod sul volante.

Ore 19 e 10
viene mostrato un video che evidenzia l’integrazione di iTunes/salotto di casa iPod/auto

Ore 19 e 15
vengono illustratati tutti i nuovi modelli di PowerMac G5 introdotti di recente con il top di gamma biprocessore da 2.5Ghz e raffreddamento a liquido… front side bus da 1.25 Ghz.
Jobs si scusa per non essere riuscito a mantenere la promessa del WWDC dello scorso anno quando annunciò che per questi tempi il G5 avrebbe raggiunto i 3 Ghz.
Il salto verso la tecnologia dei 90 nanometri è stato non solo per Apple/IBM ma per l’industria dei processori in generale più difficile del previsto. Si sono raggiunti ottimi traguardi ma inferiori alle aspettative.
In ogni caso nello stesso periodo di tempo Intel ha migliorato le proprie prestazioni del 12% mentre IBM del 25%.

Il perfetto complemetno di un PowerMAc e’ un monitor a cristalli liquidi di grande formato e Jobs presenta i nuovi 23 pollici che sono dotati di schermi di altissima qualità . Jobs dice che i concorrenti acquistano dalle terzi parti gli schermi che Apple scarta.
Viene presentato anche un modello da 30″ con lo stesso look del 23″ e del nuovo 20″.
I nuovi monitor seguono l’estetica dei PowerMac e PowerBook recenti di Apple con una finitura in alluminio ed un supporto realizzato con un solo pezzo di alluminio.
Il collegamento al monitor e’ costituito da un solo cavo che poi si divide per andare al computer, USB e sul monitor da 30″ è presente anche una presa firewire che replica quelle del computer per la massima comodità .

Il monitor da 30″ è il piu’ grande monitor per computer mai realizzato con oltre 4 milioni di pixel: è tale la quantità  di dati da indirizzare che le attuali schede video non erano in grado di gestirlo: e’ stata quindi concepita una nuova scheda video dal costo di 599 Dollari con due uscite DVI in parallelo che servono il monitor da 30″

19 e 30
Passiamo a Mac OS X
12 e’ il numero magico: 12 milioni di utilizzatori nel mondo (la meta’ degli utenti Mac) e 12.000 applicazioni native disponibili.
Jobs parla delle “major application” iniziando da Office e raccontando che dal suo ultimo incontro con Job ha ricavato la sensazione che i rapporti tra la due aziende sono i migliori di sempre con un prodotto che funziona meglio della corrispondente versione Windows.

Borland porterà  il suo Java IDE su Mac OS X.

Poi si passa ad Alias che sulla piattaforma Mac ricava il 25% del fatturato di Maya. Per questo è stato deciso di portare anche la versione più del prodotto sui computer con la mela: arriverà  anche Maya Unlimited alla fine dell’estate.

19 e 40
Passiamo al divertimento e alla musica: sul palco viene mostrato Myst 4, Revelations l’ultma versione del gioco nato sul Mac da Cyan e che arriverà  di nuovo sui computer con la mela in versione 3D interattiva per la gioia di tutti i fan.
Si passa poi a Guitar Rig, applicazione di effettistica per chitarra basata su Audio Units, utilizzabile anche dentro GarageBand e qualsiasi applicazione che usa Audio Units su Mac OS X.

19 e 45
Passiamo a sviluppatori “minori” in grado pero’ di realizzare grandi applicazioni come “Orbit” che traccia il movimento di 650 satelliti non classificati. Anderson, lo sviluppatore loda i tool di sviluppo di Mac OS X affermando di avere realizzato l’applicazione da solo in soli 3 mesi grazie ad XCode.

19 e 50
Passiamo a Tiger: Mac OS X 10.4. che sarà  disponibile nella prima metà  del 2005
Tra le novità 
Nuovo supporto Samba e reti Windows, nuovi carateteristiche E-mail
Supporto 64 bit totale: ogni processo può essere a 64 bit.
Ci sono 150 novità  in Tiger e Jobs ne mostrerà  10 tra le piu’ significative.

La più rivoluzionaria è SPOTLIGHT
Riferendosi a Longhorn di Microsoft Steve Jobs afferma che il prossimo sistema operativo di Redmond ha puntato molto sulle operazioni di ricerca nel suo file system ma Apple aveva gia’ risolto questo problema all’interno di iTunes.
Ora Cupertino porta la novità  su altre applicazioni incluse in Tiger.
Si tratta di una capacità  di ricerca velocissima di archivi e metadata le cui query possono essere salvate in “smart folders” cosi’ come avviene nelle Smart Playlists di iTunes. Gli smart folders sono auto aggiornanti e sono incluse anche nelle applicazioni Rubrica Indirizzi e Mail.
Si può cercare anche all’interno delle Preferenze di Sistema: cercando un qualsiasi termine o perfino un salvaschermo o una immagine del desktop spotlight “illumina” il pannello di controllo corrispondente a quella ricerca.
Viene mostrata anche l’integrazione della ricerca tra diverse applicazioni.

ore 20 e 05
Ora sul palco sale Frank Casanova che mostra lo standard scelto da MPEG group per i DVD ad alta definizione: H264, scalabile ed estremamente efficiente e in grado di supportare 4 volte la risoluzione attua allo stesso data rate dei codec attuali.

Si passa al nuovo Safari con l’integrazione di RSS: sarà  disponibile una nuova versione del programma di navigazione chiamata Safari RSS e in grado di aggregare i newsfeed e metterli a disposizione degli utenti meno esperti.

CORE IMAGE e CORE VIDEO
Una sorta di Core Audio per video e audio che demanda alla GPU (al processore grafico) e non alla processore centrale il compito di gravoso di applicare l’elaborazione dei dati tutti con elaborazione in virgola mobile.
Le API relative saranno disponibili per gli sviluppatori che saranno in grado di inserirle all’interno delle applicazioni per avere filtri in tempo reale: Core Video è stato utilizzato per sviluppare il recentissimo programma “Motion” di Apple.
Così come sono disponibili le Audio Units ci saranno anche Image Units e Video Units: Phil Schiller fa la sua dimostrazione sul palco strappando ooh di meraviglia agli sviluppatori presenti con transizioni, gestione delle caratteristiche delle immagini come blur, saturazione e distorsione, tutto in tempo reale.
Adobe inserirà  la tecnologia nelle proprie applicazioni e da oggi sarà  disponibile un SDK per permettere agli sviluppatori di gestire la cosa su Tiger.

ore 20 e 25
.Mac sarà  ancora più integrato all’interno di Tiger con possibilità  di integrarsi e sincronizzarsi con applicazioni di terze parti ma anche di sincronizzare ogni aspetto dell’interfaccia tra diversi Mac. Sarà  reso disponibile un SDK per gli sviluppatori in modo da metterli in grado di gestire iSync all’interno delle proprie applicazioni.

DASHBOARD rappresenta una evoluzione di Exposè dedicata ai Widget: i vecchi “accessori” di lontana memoria, riscoperti da Widgetizer, che possono essere invocati con un solo tasto ed esservi utili per fare calcoli, cercare su internet etc…

AUTOMATER permette con facilita’ di realizzare scripting visuale, anche in abbinamento alle applicazioni di iLife: l’esempio mostrato permette di scaricare in automatico foto da un sito web e di inserirle automaticamente nella libreria di iPhoto che le passa ad iDVD.

NUOVO iCHAT Multiconferenza A/V.
Il programma di grande successo acquisisce una delle caratteristiche più richieste: la multiconferenza Audio e quella Video.
Con la nuova versione di iChat in Tiger si potranno avere altre 10 persone contemporaneamente in audio e altre 3 in video (invece di una) per mantenere un ottimo equilibrio tra banda e prestazioni.
La dimostrazione dell’applicazione è veramente impressionante.

ore 20 e 40
Steve Jobs recapitola le novità  di Tiger e offre alla fine una copia preview di Tiger agli sviluppatori.

Tutti i servizi e gli approfondimenti sulle novità  presentate al WWDC 2004 li trovate su questa pagina di MacityNet.