Home Macity Sistemi Operativi Corel, Linux addio

Corel, Linux addio

Corel avrebbe finalizzato la cessione del suo settore Linux nel quale era entrata in pompa magna non più tardi di due anni fa. Lo annunciano alcune indiscrezioni riportate nelle scorse ore da ZDNet. Il sito on line sostiene che nel week end la società  Newyorkese Linux Global Partners firmerà  una lettera d’intenti che sarà  il preludio alla transizione dell’80% del comparto, un tempo considerato strategico da Corel.
L’ammontare del contratto non viene rivelato, ma la cifra potrebbe essere intorno ai 5 milioni di dollari. La società  di Ottawa manterrebbe per se il 20% dei diritti della nuova società  che nascerebbe dalla vendita.
La notizia contrasta con quanto dichiarato anche in recenti occasioni da Corel il cui amministratore delegato Derek Burney aveva affermato che non era intenzione del management vendere alcunché. “Attueremo tagli solo su settori non strategici – aveva detto allora Burney – e il settore Linux è un settore strategico”. Ma già  allora alcuni degli osservatori avevano predetto che l’uscita da Corel di Cowpland, che aveva fortemente voluto la virata verso il sistema open source, era il preludio alla cessione del business Linux. Successivamente altri segnali erano giunti dal supporto offerto da Microsoft a Corel in termini di liquidità , un’iniezione di dollari che aveva consentito la prosecuzione dell’attività  in un momento particolarmente critico ma che, secondo qualcuno, sarebbe stata possibile solo perchè il nuovo CEO aveva manifestato disinteresse per Linux, sistema operativo notoriamente inviso a Redmond.
Se la notizia della cessione dell’attività  Open Source verrà  confermata Corel tornerà  a focalizzarsi sugli applicativi grafici, un settore che tocca direttamente anche il mondo Mac. Ricordiamo che Corel qualche mese fa aveva comprato buona parte dei pacchetti di MetaCreations tra cui Painter e Bryce.

Offerte Speciali

iPhone XR 64 GB 569 €, sconto da 170 €

Black Friday: iPhone XR 64 GB al minimo storico, solo 539 €

Per il Prime Day iPhone XR da 64 GB scende al prezzo minimo storico di Amazon: 559,99 euro
Articolo precedenteManuali Apple rinnovati.
Articolo successivoACDSee in italiano
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,940FansMi piace
93,806FollowerSegui