Da IBM dischi più grandi ed economici

Chi pensava che il tetto al di là  del quale gli HD dovevano diventare più grandi per essere più capienti si sbagliava. IBM annuncia una nuova tecnologia denominata AFC e promette: entro poco dischi per desktop a 400 GB

Chi temeva che la tecnologia oggi in uso per la realizzazione di HD potesse avere raggiunto un punto al di là  del quale, forzatamente, per diventare più capienti i dischi dovevano essere anche più grandi, si sbagliava.IBM ha infatti rivelato di avere realizzato un nuovo sistema per la produzione di dischi denominato AFC (antiferromagnetically-coupled) che consente di espandere la capacità  di stoccare dati sui dischi senza incrementarne la superficie.Prima dell’utilizzo di AFC i dischi erano in grado di contenere una ventina di GB di dati per pollice quadrato, ora arrivano già  a 25.7 GB. Ulteriori affinamenti della tecnologia, però, potrebbero portare AFC a raggiungere i 100 GB per pollice quadrato entro il 2003 e già  prima della fine dell’anno i dischi Travelstar di IBM con AFC avranno una capacità  del 33% superiore a quella dei predecessori a parità  di dimensioni del supporto magnetico.Secondo IBM grazie ad AFC si avranno dischi più silenziosi e con minor consumo di energia e a costi anche più bassi per GB. In tempi non lunghissimi i dischi per macchine desktop potranno arrivare a 400 GB, quelli per portatili a 200 GBDa notare che i primi dischi con AFC sono in commercio da tre settimane. Big Blue non ha rivelato prima di essere al lavoro sulla nuova tecnologia per non favorire la concorrenza.