Home Macity Internet Fratelli d'Europa

Fratelli d’Europa

Parola d’ordine, europeizzazione. Se c’era ancora qualche dubbio che Apple puntasse a fare dell’Expo di Parigi non più un evento prettamente francese, ma continentale questa dovrebbe essere stata fugata nel corso della conferenza stampa che si è tenuta oggi pomeriggio. Nel corso dell’evento, cui abbiamo potuto partecipare in diretta telefonica, il concetto sottolineato con maggior forza dal vicepresidente del Marketing Europeo, Bruno Didier, è stato proprio questo. “Il nostro primo obbiettivo – ha detto Didier – sarà  quello di aiutare Apple Expo a liberarsi dalla fama di evento francese o, peggio, parigino”. Per questo, per la prima volta da anni a questa parte, Apple sembra intenzionata a dire stop al nazionalismo che ha contraddistinto la fiera transalpina che ha sempre calcato la mano sul software e sui prodotti francesi. “Gli espositori saranno internazionali – ha detto Didier – e la maggior parte di loro avranno uno staff in grado di parlare correttamente in più lingue Europee. Il materiale sarà  illustrato non solo in francese ma anche almeno in Inglese”. Se questo basterà  a placare il malumore che imperversa in molte nazioni che si sono viste cancellate le loro rassegne Mac non si può dire.
Quello che si può affermare con certezza è che Apple sembra realmente impegnata anche con le terze parti per dare corpo all’Expo Parigino perchè, oltre che non essere un evento solo transalpino, possa anche essere un momento importante per nuovi prodotti.
“Speriamo di avere novità  da Adobe (PhotoShop 6? NDR), da Macromedia (Flash 5? NDR) e da Microsoft (rilascio di Office 2001 nelle lingue del vecchio continente? NDR)”. Didier ha anche confermato che il keynote sarà  tenuto da Steve Jobs ufficializzando quello che già  era noto a livello ufficiale.
La presenza di Jobs e la voglia di dare spessore all’Expo fanno ritenere che a Parigini potrebbe debuttare anche qualche nuovo prodotto. Ovviamente Apple non ha detto nulla al proposito nel corso della conferenza stampa, ma sembra molto probabile che la società  di Cupertino possa utilizzare la tribuna parigina per presentare l’aggiornamento di iBook. Sulle sue possibili caratteristiche ci soffermeremo con un articolo apposito nei prossimi giorni.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,936FansMi piace
93,806FollowerSegui