IDC e Gartner: in USA i PC calano e Apple cresce, Cupertino è ora il terzo costruttore

Negli USA Apple è l'unica società con vendite in crescita insieme a Toshiba: mentre le vendite di computer calano con percentuali tra il 4 e il 5%, Cupertino cresce, supera Acer e diventa il terzo costruttore più importante alle spalle di HP e Dell. Il sorpasso e l'ingresso sul podio di Apple in USA sono fotografati negli ultimi report di IDC e Gartner sul mondo dei computer nel secondo trimestre di quest'anno.

logomacitynet1200wide 1

Mentre il mercato PC mondiale cresce in modo modesto intorno al 2%, negli USA si registra una diminuzione delle vendite che arriva fino a -5%: in questo scenario poco brillante e stagnante brillano le prestazioni di Apple che registra un incremento delle vendite compreso tra l’8,5% e il 14,7%, un risultato che permette a Cupertino di superare Acer in crisi e di diventare il terzo più importante costruttore di computer negli Stati Uniti. L’andamento del mercato dei computer a livello mondiale e negli USA è fornito dagli ultimi due report presentati da IDC e Gartner relativi al secondo trimestre del 2011. Le prestazioni di Apple brillano in modo ancora più evidente se confrontate con l’andamento modesto delle vendite di PC a livello mondiale e soprattutto con il sensibile calo delle vendite registrato negli USA. A livello mondiale le vendite di computer segnano una crescita modesta intorno al 2% circa e comunque piuttosto inferiore alle previsioni: negli Stati Uniti la situazione è ancora peggiore con un calo delle vendite che a seconda delle stime va dal 4,2% (IDC) al 5,6% (Gartner).

Tra questi numeri spicca la prestazione di Cupertino che, sempre a seconda delle stime, registra incrementi delle vendite compresi tra l’8,5% (Gartner) e addirittura il 14,7% (IDC): nonostante i divari in alcuni casi anche ampi tra le rilevazioni effettuate, il risultato finale non cambia: secondo le due principali società di analisi e ricerche negli Stati Uniti per il secondo trimestre 2011 Apple ha superato Acer diventando così il terzo principale costruttore di computer, alle spalle della prima in classifica HP e di Dell. Il balzo in avanti della Mela e l’andamento delle vendite di computer a livello mondiale e negli USA è fotografato negli ultimi report pubblicati da IDC e Gartner. Si tratta di stime elaborate sui dati raccolti sul mercato ed elaborati prima della presentazione dei risultati fiscali da parte dei principali costruttori, quindi dati e percentuali sono soggetti a margini di correzione ma in generale piuttosto rappresentativi dell’andamento reale.

Secondo IDC le vendite di computer sono cresciute a livello globale del 2,6%, leggermente inferiori quindi alla previsione del 2,6%, mentre il calo in USA è del 4,2%. Nel quadro di IDC Apple registra una crescita addirittura del 14,7%, negli USA unica società con vendite in andamento positivo insieme a Toshiba: il primo costruttore HP perde lo 0,6%, la seconda Dell registra -10,2% e fanalino di coda tra i grandi è Acer, ora quinta in classifica con un decremento delle vendite del 25,4%.

Nelle stime pubblicate da Gartner la crescita globale delle vendite di computer è del 2,3% contro una previsione del 6,7%. Secodo Gartner il calo delle vendite in USA è più marcato e pari al 5,6%. Nel report di Gartner l’andamento poco brillante dei PC a livello mondiale e soprattutto l’andamento negativo negli Stati Uniti si spiega soprattutto con il  grande successo di iPad e dell’interesse crescente nei tablet, mentre per IDC si tratta di una miscela di fattori diversi. Per quest’ultima società di analisi la prestazione negativa del mercato USA dei computer è dovuta alla contrazione dei mini notebook e dei netbook, le difficoltà a mantenere la crescita superiore alle aspettative registrate nel 2010 e in terzo luogo ai cambiamenti nei modelli di spesa. Per le aziende e manager IT l’acquisto di computer concorre nei budget disponibili con le altrnative ora più gettonate cloud e virtualizzazione, mentre nel mondo consumer viene indicato l’interesse per i tablet.