I colori di Palm finiscono in tribunale

La vicenda del Palm m130 con meno colori di quelli dichiarati dalle specifiche finisce in tribunale. Un esposto presentato in California

Le errate specifiche dichiarate da Palm per i suoi m130 potrebbero costare alla società  di Santa Clara una chiamata in tribunale.

Nel corso della giornata di ieri si è infatti appreso che un gruppo di utenti ha presentato al tribunale della città  dove è basato il produttore di PDA, un esposto con il quale accusa Palm di avere ‘€œfraudolentemente, disonestamente, coscientemente e illegalmente’€, descritto il suo m130 come capace di mostrare 65.000 colori. Di conseguenza viene chiesto un risarcimento per i disagi e la confusione che queste dichiarazioni hanno determinato nei clienti.

La vicenda, come ricorderanno i nostri lettori, risale a qualche giorno fa, quando il problema emerse e venne ammesso dalla stessa Palm.

La società  di Santa Clara si scusò pubblicamente ma non presentò alcun progetto per rifondere i clienti. In aggiunta a questo cercò di sminuire il fatto che il Palm m130 potesse mostrare solo 4.096 colori. Secondo una scheda presentata nel contesto della vicenda, infatti, usando tecniche particolari il PDA è in grado comunque di presentare 58.000 ‘€œcombinazioni di colori’€.

La portavoce di Palm, Marlene Somsak, ha dichiarato che la società  è decisa a difendersi in tribunale con tutti mezzi consentiti e aggiunge che al momento si stanno valutando le opzioni di rimborso e di compensazione per coloro che hanno acquistato il Palm m130.