fbpx
Home Macity Eventi Jobs: iTunes combatte la pirateria

Jobs: iTunes combatte la pirateria

Il maggior concorrente di iTunes Music Store? E’€™ la pirateria musicale. Con questo annuncio ad effetto e teso, forse non a caso, a focalizzare gli obbiettivi e i traguardi che si pone Apple con il suo negozio di musica on line anche in Europa, si è aperta la conferenza stampa di oggi a Londra. Per provare che non sono dunque gli avversari ‘€œveri’€ che operano sul mercato (Napster, OD2, RealNetworks), la fonte di preoccupazione di Apple, ma il download illegale Jobs ha sciorinato una serie di dati, da quelli che fissano al 70% la quota di mercato di iTMS negli USA alle statistiche che dimostrano come la crescita dell’€™industria musicale sia inesistente in Francia e Germania e sia in discesa in Inghilterra.

‘€œLa pirateria è il nemico pubblico numero uno – ha detto Jobs – dobbiamo capire come attaccarla e sconfiggerla. iTunes Music Store fornisce qualità  nel contenute e qualità  nel servizio. Noi non facciamo codificare le canzoni da bambini di 10 anni che si dimenticano 4 secondi alla fine del brano e con noi non si deve tentare decine di volte prima di trovare la canzone. Con le canzoni pirata non si può avere il preascolto, non si hanno le copertine e la grafica. Noi abbiamo server veloci e siamo molto bravi a fare questo servizio; poi non si ruba e tutto questo fornisce sensazioni positive. Noi così combattiamo la pirateria, offrendo un servizio migliore di quello dei download pirata’€

Tutto questo dovrebbe consentire ad Apple di sconfiggere la pirateria musicale, per combattere invece contro i suoi concorrenti Jobs conta sulla capacità  di ascoltare la gente. ‘€œQuello che i clienti vogliono – ha detto Jobs facendo riferimento ad alcune delle nuove funzionalità  del sistema di DRM di Microsoft – è possedere la musica, non affittarla. Se devo pagare 10 dollari al mese per ascoltare la mia canzone favorita in 10 anni avrò speso 1000$. Questo non interessa la gente, la gente vuole possedere la musica’€

Un altra stoccata è andata a quei servizi che vendono canzoni usando un’€™interfaccia web. ‘€œI siti che vendono on line utilizzando un browser fanno schifo – ha detto senza mezze parole Jobs – semplicemente non funzionano’€. la soluzione sono i jukebox come iTunes che integrano un’€™interfaccia per l’€™acquisto.

Jobs ha poi illustrato le particolarità  del negozio europeo che, mutuando praticamente tutto quello che offre i negozio americano, si distingue solo per i costi. Un brano singolo, come accennato in un nostro precedente articolo, costa 99 centesimi di euro, un album avrà  costi variabili ma, generalmente, sarà  di 9,99 euro. Questo listino, valido per Francia e Germania (in Inghilterra il costo è rispettivamente di 79 pence e di 7,99 sterline), sarà  esteso anche al resto d’€™UE quando il negozio aprirà  il prossimo mese d’€™ottobre.

A proposito della scelta di lanciare il negozio unicamente in Francia, Inghilterra e Germania Jobs ha detto: ‘€œQuesti tre paesi rappresentano il 62% del fatturato europeo della musica. Le restanti nazioni del’€™Unione coprono solo il 30%. Aggiungendo Francia, UK e Germania, con gli USA, iTunes Music Store sarà  presente sul 60% del mercato mondiale della musica. Arriveremo negli altri paesi entro ottobre. Siamo abbastanza fiduciosi di riuscire a rispettare questa data’€

Secondo quanto appreso nel corso della conferenza stampa il negozio pan europeo di iTunes non sarà  localizzato (niente versione italiana dunque), ma chi vorrà  acquistare i brani dovrà  utilizzare un’€™interfaccia in Inglese. Al contrario gli store Francese e Tedesco sono localizzati.

Jobs ha poi successivamente dimostrato alcune delle funzionalità  di iTunes, con specifico riferimento a quelle annunciate in occasione del primo anno di vita del negozio. Anche la versione europea di iTMS includerà  audiolibri (non è chiaro se saranno solo in inglese) e offrirà  la possibilità  di usare certificati regalo da 5 a 100 euro in vendita direttamente sullo store.

Jobs ha poi illustrato brevemente Airport Express (‘€œsiamo stati i primi a commercializzare il wireless, i primi a lanciare IEEE 802.11g e siamo i primi ad introdurre una Base Station portatile che è completamente integrata con iTunes’€) e infine ha presentato Alicia Keys.

La giovane cantante, attualmente in tour (ha detto Jobs), ha eseguito tre brani non senza prima avere reso omaggio a Ray Charles, recentemente scomparso.

Macity nelle prossime ore posterà  una galleria d’€™immagini scattate nel corso della conferenza stampa.

Offerte Speciali

Su Amazon iPhone SE 2020 è già al prezzo più basso: 464 €

iPhone SE 2020 64GB al prezzo minimo: 414,99€

Su eBay comprate in forte sconto tutti gli iPhone SE: prezzo da 414 euro, 85 euro meno del prezzo Apple!
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,719FansMi piace
93,881FollowerSegui