HomeMacityVoci dalla ReteL'FBI bracca gli hackers

L’FBI bracca gli hackers

L’obbiettivo è catturare e punire severamente l’autore di un crimine informatico che ha prodotto danni economici gravissimi ma, soprattutto, potenzialmente potrebbe frenare lo sviluppo della “New Economy” dche ha in Internet uno dei suoi caposaldi.
Che l’inchiesta partirà  lo ha annunciato il ministro della giustizia Janet Reno secondo cui gli investigatori sono già  al lavoro. “Pevenire il cybercrimine è ora una delle nostre priorità “, ha dichiarato la Reno.
Intanto alcuni siti (come C/Net) intervistano un hacker, conosciuto come Mixter, che avrebbe scritto alcune delle applicazioni usate per portare gli attacchi dei giorni scorsi.
Mixter, che nega di essere risolutamente di essere il diretto responsabile dei DOS Attack dei giorni scorsi, ha una curiosa storia alle spalle. Autore (sospetto) di una delle tecnologie più pericolose in uso, il cosidetto Tribe Flood Network, pubblicamente è noto unicamente per avere vinto un concorso lanciato qualche tempo fa da una società  alla ricerca del miglior modo per difendersi dai DOS Attack, in particolare da quelli concertati su differenti computers. Per avere ideato un sistema molto efficace Mixter vinse 10.000 dollari. Ora sono i responsabili di quel concorso, Packe Storm, a sospettare che dietro al DOS Attack contro Yahoo ci sia proprio Mixter.
Altri, invece, pensano che sia impossibile che un hacker tanto noto possa dedicarsi ad un atto tanto pubblico. Molto più probabilmente, come ipotizza lo stesso Mixter, potrebbe essere stato qualcuno meno tecnologicamente versato, ma altrettanto abile nell’uso di quegli strumenti, più anonimo, e più spregiudicato.
La spregiudicatezza, in molti casi, va di pari passo con l’incoscienza e l’incoscienza con l’immaturità  Anche per questo alcuni investigatori cominciano a pensare che possa essere stat l’opera d hackers molto giovani. Sotto il profilo formale, d’altra parte, un DOS attack non richiede enormi capacità  tecniche. Semplicemente una buona conoscenza di come funziona Internet e una grande dose di coraggio e di incoscienza.

Offerte Speciali

Come acquistare MacBook Air M1 a rate su Amazon con carte ricaricabili

Mac Book Air M1 torna a 999 €, 230 € di risparmio su Amazon

Il modello di MacBook Air M1 nella versione da 256 GB torna sotto i mille euro su Amazon ed arriva entro la settimana.
Articolo precedenteMacity si rinnova
Articolo successivoSony O, Connectix 1
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial