fbpx
Home Hi-Tech Hardware e Periferiche MACWORLD: Apple fuori dalla crisi?

MACWORLD: Apple fuori dalla crisi?

Solitamente la platea del keynote di ogni MacWorld è molto calda e prodiga di applausi ai vari annunci che via via si susseguono sul palco, questa edizione forse sarà  ricordata come una delle più compassate. Certo non per colpa del software, OS X, come iTunes e iDVD, hanno strappato applausi ed grida di approvazione, gli effetti speciali messi in campo da Jobs sono stati in grado di convincere anche gli ascoltatori più scettici circa le meraviglie che ci aspettano sui desktop delle nostre prossime macchine.
Ciò che ha meno convinto la platea sono stati gli annunci hardware, in primo luogo la nuova serie di G4. All’annuncio della velocità  di 733 Mhz molti degli astanti hanno timidamente applaudito, più uno sfogo per il sollievo di vedere infranta la barriera dei 500 Mhz che una vera e propria approvazione incondizionata alle nuove prestazioni raggiunte. Più fredda l’accoglienza delle specifiche dell’intera gamma: 4 modelli, di cui soltanto due significativamente migliori, in termini di clock, rispetto alle macchine precedenti, altrettanto fredda l’accoglienza dell’annuncio del masterizzatore di serie: impressione di molti è che tale periferica sia già  in possesso del cliente tipo del G4, mentre l’assenza di lettore DVD ha letteralmente fatto calare il silenzio in sala. Quando Jobs ha spiegato poi che l’opzione multiprocessore sarebbe stata disponibile solo in BTO e solo sulla macchina 533 Mhz, soprattutto dopo aver decantato le capacità  di multiprocessing di OS X, la platea si è gelata. A nulla è valsa la successiva demo che confrontava un G4 733 con un PIV 1,5 Ghz sui task abituali con Photoshop, qualche timido applauso è stato tutto ciò che Jobs è riuscito a strappare.
Migliore l’accoglienza al PowerBook G4, applausi al design, applausi alla leggerezza ed allo spessore, applausi al processore G4, meno applausi al clock 500 Mhz, quasi freddezza all’annuncio del secondo modello 400 Mhz. Il discorso sulla reale velocità  dei processori fatto da Jobs in precedenza non deve aver impressionato moltissimo il pubblico, certamente lo sappiamo tutti che un G4 lavora più velocemente di un PIV, ma la velocità  nominale, qualsiasi sia l’opinione di Apple, rimane un fattore discriminante, almeno a livello marketing.
A chi venderà  Apple le nuove macchine allora? A tutti coloro che attendono da 18 mesi macchine più performanti, a chi lavora con schede PCI e che sfrutta molto la scheda grafica, la nuova scheda logica offrirà  un incremento di prestazioni generali sicuramente molto sensibile, inoltre l’audio rinnovato e la scheda video nVidia saranno ulteriori motivi d’acquisto per una macchina come il nuovo G4, radicalmente diversa oramai dal G4 presentato 18 mesi fa, ben più di quanto il confronto di Mhz del processore potrebbe far credere.

Offerte Speciali

Airpods Pro al minimo prezzo storico: sconto da 45 euro

Black Friday: tornati disponibili gli Airpods Pro a 199,99 € invece che 279 €

Su Amazon gli Airpods Pro scendono di prezzo. Le comprate a prezzo scontato e spedizione immediata a 199,99 euro invece che 279 euro anche grazie ad uno sconto nel carrello.