Home Macity Futuroscopio Oggi Apple scopre il nuovo mondo?

Oggi Apple scopre il nuovo mondo?

La giornata si apre con gli occhi degli appassionati Apple e gli obbiettivi i taccuini dei giornalisti orientati in direzione della California, per la precisione San Francisco dove si sta per aprire la WWDC.

Inutile dire che l’attesa di tutti è per gli annunci che giungeranno dal keynote, pervisto per le 19 di questa sera, e che sarà  tenuto da Steve Jobs.

Nel corso dell’evento, come ormai solo gli utenti Mac vissuti nel corso degli ultimi due mesi su un altro pianeta non sanno, è per il lancio di nuove macchine basate su PPC 970, un processore a 64-bit prodotto da IBM e che dovrebbe finalmente rilanciare la corsa delle prestazioni anche per la piattaforma Apple. Inutile dire anche della clamorosa gaffe del sito on line di Cupertino che avrebbe rivelato alcune delle specifiche delle nuove macchine postando un’immagine che le conteneva e che ha fatto il giro del mondo, nonostante la rincorsa degli avvocati della Mela per turare le falle.

Nel corso del fine settimana, al proposito, sono state molto poche le novità . Le uniche di rilievo sono giunte dal settore software. Diverse immagini che si dice siano di Panther, il sistema operativo che (questo ufficialmente) dovrebbe comparire a San Francisco sono state postate su diversi siti Internet. Anche in questo caso i solerti legali di Apple le hanno prontamente fatte rimuovere ma non prima che venissero rese note alcune presunte novità  del nuovo OS, come nuove funzionalità  del Finder (significativa Exposè, un sistema che evidenzia le finestre attive per categoria, applicazioni, finder ecc.) e un iChat con modulo video.

Sempre nel campo software è da notare l’altrettanto presunta comparsa di una versione di sviluppo di Photoshop 8. Dalle informazioni raccolte potrebbe essere questa la prima applicazione a 64-bit oggi conosciuta (al nome in codice, Dark Matter, si somma il numero, piuttosto esplicativo x064). D’atra parte la possibilità  che Apple abbia già  distribuito ai suoi stretti partner macchine beta con processore a 64 bit per lo sviluppo di applicazioni compatibili con questo nuovo standard appare piuttosto plausibile

Come plausibile appare l’ipotesi, avanzata da qualche sito, che anche Xpress 6.0 possa essere già  un’applicazione a 64 bit. In caso contrario Apple potrebbe essere costretta ad attendere mesi, il tempo del rilascio di un update, prima di poter mettere a disposizione dei suoi clienti una versione compatibile con le nuove macchine di quello che resta una delle applicazione leader della piattaforma. Interpellata al proposito la stessa Quark non ha né confermato né smentito, lasciando aperta l’ipotesi, se non altro, che si tratta di un discorso che in qualche modo è stato affrontato tra Apple e la società  di Denver.

Offerte Speciali

Arricchite il Mac o l’iPad con gli sconti: Magic Trackpad a 110,95 € e Magic Keyboard a 125,99 €

Black Friday: per Magic Trackpad uno sconto di quasi 30€

Su Amazon arriva in sconto la Magic Trackpad in ribasso di quasi 40 euro.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,950FansMi piace
93,808FollowerSegui