Home Macity In Evidenza Addio Jack Kilby, papà  del circuito integrato

Addio Jack Kilby, papà  del circuito integrato

Era l’estate del suo primo anno di lavoro. E, come per tutti i neo-assunti, niente vacanze. Lasciato solo o quasi nei laboratori di Texas Instruments durante l’estate del 1958, il giovane ingegnere elettronico Jack Kilby non rimase tuttavia con le mani in mano, e costruì il modello di circuito integrato che avrebbe cambiato per sempre l’industria dell’information technology

Nello stesso periodo anche Robert Noyce, della Fairchild Semiconductor (in California, da cui sarebbe nata più di metà  della Silicon Valley) stava effettuando le stesse ricerche. Per questo i due uomini, che lavoravano all’insaputa l’uno dell’altro, sono considerati i due papà  del circuito integrato, vale a dire il circuito sul quale trovano posto – si integrano – componenti di calcolo differenti. Il moderno chip, basato su silicio e in grado di aprire la strada alla miniaturizzazione e a chiudere il lungo percorso delle valvole nella giovanissima scienza informatica.

Kilby, che depositò il brevetto nel 1959, è titolare di oltre 60 registrazioni e brevetti tra i quali il calcolatore portatile e la stampante termica. La scomparsa dell’ingegnere originario di Jefferson City, nel Missouri, è dovuta a un tumore che in pochi giorni a spento la vita e l’intelligenza del vincitore del premio Nobel per la fisica del 2000.

jack kilby

Offerte Speciali

iPad Air 256 GB Wi-Fi e 64 GB cellular: scontatissimi su Amazon i modelli 2020

Su Amazon trovate in sconto iPad Air Cellular da 64 GB e iPad Air Wi-Fi da 256 GB con ribassi oltre il 14% e spedizione immediata.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,953FollowerSegui