fbpx
Home Macity Internet In Afghanistan bloccati WhatsApp e Telegram

In Afghanistan bloccati WhatsApp e Telegram

Le autorità di regolamentazione nel settore delle telecomunicazioni in Afghanistan hanno ordinato il blocco dei servizi di messaggistica quali WhatsApp e Telegram ma al momento non è chiaro se gli internet service provider (ISP) abbiano già ottemperato le richieste.

Reuters riferisce che in Afghanistan l’uso dei social media e dei servizi di instant messaging è cresciuto enormemente negli ultimi anni. Gli utenti dei social e gruppi per i diritti civili hanno reagito con indignazione alla decisione e la lettera inviata dall’ATRA (Afghan Telecommunications Regulatory Authority) agli ISP è stata ampiamente condivisa sui social media.

Secondo alcuni media la decisione sarebbe stata presa dalla Direzione Nazionale per la Sicurezza per contrastare l’uso di sistemi di messaggistica cifrati da parte dei Talebani e altri gruppi ribelli.

WhatsApp

Il Ministro in carica per le telecomunicazioni, Shahzad Aryobee, ha pubblicato un post su Facebook spiegando che gli organismi di regolamentazione delle telecomunicazioni sono stati obbligati a predisporre un blocco graduale sui servizi. “Il governo è impegnato nel rispetto della libertà di espressione” ha scritto il Ministro, “ed è consapevole che si tratta di un diritto civile fondamentale per i nostri cittadini”.

La lettera dell’autorità di regolamentazione è datata 1 novembre, è firmata da un funzionario dell’ATRA e in questa si chiede alle aziende che operano su internet di bloccare “tempestivamente” i servizi di Telegram e WhatsApp per un periodo di 20 giorni. I servizi in questione hanno continuato a funzionare nel fine settimana sia con l’operatore statale Salaam, sia con service provider privati. Venerdì alcuni utenti hanno riferito di interruzioni ma non è chiaro se il problema era in qualche modo legato alle nuove disposizioni giacché un malfunzionamento si è verificato anche in altre nazioni.

Il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid ha indicato ai reporter il proprio contatto Viber “se WhatsApp non dovesse funzionare”.

Offerte Speciali

Amazon fa il miracolo: AirPods Pro pronta spedizione e in sconto

Airpods Pro minimo storico: solo 159,98 €

Su Amazon gli Airpods Pro tornano in sconto e ora li "rubate": solo 159,99 euro, quasi 100 euro meno del prezzo Apple
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,823FansMi piace
93,201FollowerSegui