Alla WWDC l’internazionalità  del MacOs X

La WWDC di San José che si tiene il prossimo maggio metterà  grande attenzione sulle caratteristiche di internazionalità  di MacOs X. La promessa è contenuta in una nuova pagina Web del sito dedicato alla conferenza degli sviluppatori che annuncia che una delle sessioni verterà  proprio sulle "Tecnologie internazionali. Apple - dicono i responsabili della WWDC - afferma che MacOs X è disegnato per essere fin dall'inizio un sistema operativo aperto al mondo così chi assisterà  alle conferenze potrà  ascoltare e dibattere sul trattamento del testo e le funzionalità  internazionali in MacOs X e Carbon; sull'utilizzo delle API di testo per aggiungere supporto Unicode alle applicazioni, di come adottare un modello di testo Unicode, e usare le ultime versioni di TEC, TSM, ATSUI, MLTE. Si saprà  come adottare le nuovo API per le Font, scome le fonti vengono trattate, condivise e protette in MacOs X e come localizzare le applicazioni per MacOs X usando gli ultimi tools di sviluppo".

Per quanto riguarda MacOs X più in generale si discuteranno argomenti come Carbon, Cocoa, Aqua, Quartz, I/O Kit, Darwin, OpenGL, e QuickTime.
Carbon, Darwin avranno una loro sessione particolare. Gli sviluppatori avranno poi informazioni dettagliate su come trarre vantaggio dalla nuova interfaccia Aqua con un’illustrazione molto approfondita e la presentazione dell GUI all’interfaccia umana di Aqua.
Non mancheranno cenni ad AppleScript su Mac OS X e una corposa sessione dedicata al Multimedia.
In questo ambito si parlerà  delle funzionalità  stream di QT, della sua compatibilità  con MacOs X e con Java. Sempre di Java si parlerà  in una sessione particolare che farà  riferimento a come il linguaggio verrà  implementato sotto MacOs X.
Per il 3D, l’accelerazione hardware, il 2D e l’audio gli sviluppatori prenderanno contatto con OpenGL e il supporto a questo standard in MacOs X, si parlerà  di ColorSync e di come Apple intende migliorare le prestazioni del suono nel nuovo sistema operativo. Per la prima volta verrà  anche presentata una roadmap dell’audio sotto MacOs X sia dal punto di vista software che hardware.
Infine sono previste sessioni anche più specialistiche dedicate alle reti (Apple tra le altre cose spiegherà  le sue strategie per il wireless) e aglis trumenti di sviluppo.
Per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina della WWDC in Italiano. I dettagli sui seminari, però, sono disponibili solo in Inglese da questa pagina.