Apple ha attivato le donazioni per gli incendi in California

Apple ha attivato le donazioni per gli incendi in California

L’Hill Fire e il Woolsey Fire hanno seminato distruzione nella California meridionale. Ingenti danni e migliaia di persone evacuate. La Casa di Cupertino ha promesso il suo contributo.

Apple ha promesso di attivare delle donazioni, aiuti necessari per le operazioni di soccorso in seguito ai vari e violenti incendi che stanno devastando il nord dello Stato della California e che hanno provocato la morte di nove persone.

Agli aiuti ha fatto riferimento il CEO di Apple Tim Cook in un tweet. Le autorità hanno ordinano l’evacuazione di Malibu, la nota località balneare non lontana da Los Angeles. Repubblica riferisce che più di 2.200 pompieri sono impegnati a combattere le fiamme e in soccorso è arrivati anche la Guardia Nazionale con 100 uomini. Paradise, cittadina californiana con 27.000 abitanti, è stata quasi del tutto distrutta.

Incendio in California - Foto CNN
Incendio in California – Foto CNN

Si calcola che le fiamme hanno devastato più di 20.000 ettari nel nord della California. Centinaia di migliaia le persone che sono state costrette a lasciare le loro case, incluse famose star di Hollywood. Nel momento in cui scriviamo il comandante del dipartimento antincendio di Los Angeles, ha riferito che almeno altre 60mila persone saranno costrette alla fuga nelle prossime ore.

“Preghiamo per l’incolumità dei nostri vicini, dei nostri cari e di tutte le persone colpite dalla rapida diffusione dei fuochi in California”, ha scritto Cook. “Siamo grati ai vigili del fuoco e ai primi soccorsi che hanno lavorato per mettere tutti al sicuro. Apple attiverà le donazioni contribuire alle operazioni di soccorso nella California del nord e del sud”.