11 categorie in meno sul Mac App Store

La Mela ha ridotto le categorie di app elencate nel Mac App Store. Si passa da 21 categorie complessive a 11.

Mac App Store

Apple ha ridotto le categorie di app elencate nel Mac App Store, una mossa che dovrebbe consentire di semplificare la scoperta di nuove app da parte degli utenti. Il sito Macrumors riferisce che ora le categorie elencate sono dieci: inferiori rispetto alle 21 prima presenti anche dopo il rinnovo del Mac App Store in occasione della presentazione di macOS 10.14 Mojave.

Tra le categorie scomparse ci sono: Finanza, Stili di vita, Sport, Meteo, Medicina, Viaggi, Istruzione, Riferimenti, Intrattenimento, Salute & Fitness, News. Le categorie ora elencate sono: Business, Fotografia, Giochi, Grafica e Design, Musica, Produttività, Social Network, Sviluppatori, Utility e Video.

Quando uno sviluppatore invia un’applicazione al Mac App Store, può indicare una categoria primaria nella quale dovrebbe rientrare l’app e anche una categoria secondaria. La categoria primaria è particolarmente importante per la visibilità essendo quella probabilmente nella quale guarderà l’utente alla ricerca di applicazioni delle quali non conosce il nome.

Categorie applicazioni su Mac App Store
Categorie applicazioni su Mac App Store

Non è chiaro perché Apple ha deciso di ridurre le categorie, anche perché facendo click su alcune applicazioni all’interno del Mac App Store viene indicata la categoria precedente se queste facevano parte di app in categorie ora eliminate. L’App Store di iPhone e iPad continua a elencare le app divise in 21 categorie.

Apple ha ridisegnato il Mac App Store in macOS 10.14 Mojave. Ora sono mostrati contenuti editoriali che semplificano la ricerca delle app per Mac. Un pannello denominato “Scopri” mette in risalto le nuove app per Mac, mentre i pannelli a tema “Crea”, “Lavora”, “Gioca” e “Sviluppa” aiutano gli utenti a trovare le app per un progetto o un motivo preciso. Storie, raccolte e video aiutano a trovare le applicazioni con informazioni dettagliate e consigli sulle app e sugli autori che le usano.