fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Apple torna in positivo, anche grazie ai Titanium.

Apple torna in positivo, anche grazie ai Titanium.

ore 23,06 inzia la conferenza:
RITORNO AL PROFITTO
Questa e’ la bella notizia con cui apre la conferenza con gli analisti finanziari Fred Anderson, il CFO di Apple, 43 milioni di dollari il che equivale a 12 centesimi di dividendo per azione.
Le liquidita’ dell’azienda (gia’ abbondanti) arrivano ora a 4,1 miliardi di dollari.
Per il prossimo semestre Anderson pensa di guadagnare da 3,2 a 3,4 miliardi di dollari per poi aumentare ancora nei mesi a venire.
Ben il 48% dei profitti di Apple proviene dal di fuori degli USA (anche se in Giappone e Stati Uniti si registra la piu’ forte performance), pur notando un rallentamento europeo.
Un terzo di tutte le vendite si puo’ imputare ai vari AppleStore (si parlava di “vendita diretta”).
Il calo c’e’ stato su tutti i mercati ma per Apple questi ultimi si sono rivelati piuttosto positivi, infatti i computer nei magazzini Apple si sono ridotti di 100.000 pezzi.
L’inventario di magazzino ora si assesta sulle 4 settimane.
Il 20% dei guadagni registrati in questo trimestre derivano da precedenti ordini.
Nella sua prima settimana di vita sugli scaffali (dei negozi e dei rivenditori online), Mac OS X ha generato 19 milioni di dollari!
Il margine di guadagno medio si assesta al 26,9% e dovrebbe rimanere su questi livelli (27%) anche nel prossimo semestre.
Dalla vendita di azioni ARM e Akamai provengono 89 milioni di dollari (49 dopo il pagamento delle tasse).
Doversi rafforzare nel settore educational ha significato per Apple spendere 62 milioni di dollari per acquisire PowerSchool e i 600 agenti stanno lavorando duramente per recuperare il terreno perso.
Nel settore educational Apple non applichera’ sconti, Anderson dice che il 27% va bene e che non dover pagare a Microsoft per ogni sistema operativo installato e’ il vero guadagno di Apple (“in tutti i sensi”, ndFMZ).
Riguardo alle macchine il PowerBook G4 Titanium e’ stato il vero pezzo forte, comunque gli acquirenti iMac sono per il 28% nuovi clienti Apple. I due ultimi (bizzarri) modelli “FlowerPower” e “Blue Dalmatian” hanno rappresentato il 20% di tutti gli iMac venduti.
E mentre nell’after hours AAPL schizza oltre i 26 dollari (ricordiamo che il Nasdaq tutto ha beneficiato dei tagli d’interesse giunti a sorpresa nel pomeriggio), alle ore 23,25, tutti a casa (si fa per dire perche’ la conferenza e’ stata completamente telefonica con gli analisti, questa volta molto poco attivi con le domande).

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,985FansMi piace
93,611FollowerSegui