BlackMagic DaVinci Resolve 14 rivoluziona montaggio video, correzione colore e post produzione audio

Da BlackMagic Design DaVinci Resolve 14 e DaVinci Resolve Studio 14 con prestazioni fino a 10 volte superiori e tante nuove funzioni per audio, video, colore con supporto alla tecnologia Metal di Apple

DaVinci Resolve Studio

In concomitanza del NAB Show di Las Vegas, BlackMagic Design ha rilasciato DaVinci Resolve 14 e la versione definitiva di DaVinci Resolve Studio 14. La nuova release è definita dagi sviluppatori la “più ricercata dal suo lancio”. Le novità non si limitano ad aggiornare funzioni e strumenti, ma rivoluzionano integralmente la post produzione, lasciando alle spalle obsoleti kit di strumenti, aprendo la strada a un ventaglio di innovazioni alla portata di piccoli e grandi studi in tutto il mondo.

Gli sviluppatori parlano di prestazioni fino a “10 volte superiori”, evidenziano la presenza della nuova suite di post produzione audio firmata Fairlight, e strumenti di collaborazione che permettono a più utenti di editare, correggere il colore e miscelare l’audio da diverse postazioni in tempo reale.

DaVinci Resolve 14 racchiude tre programmi professionali in uno, permettendo all’utente di passare tra editing, correzione colore, e audio Fairlight. Avanzati strumenti di collaborazione permettono a più persone di un team di contribuire allo stesso progetto in tempo reale, senza dover importare, esportare, convertire, o conformare i file. L’applicazione permette di trasformare il flusso di lavoro nella post produzione da lineare a parallelo, permettendo a editor, coloristi e ingegneri del suono di lavorare in sintonia.

DaVinci Resolve 14

Oltre a miglioramenti che sfruttano appieno CPU e GPU, inclusi thread e pipeline del processore grafico, il sofwtare di BlackMagic Design offre bassa latenza, frequenze di aggiornamento dell’interfaccia utente nettamente più veloci, supporto per la tecnologia Apple Metal e altro ancora. A detta degli sviluppatori scrubbing e riproduzione sono istantanei e le funzioni di accelerazione che tengono conto di processore e GPU permettono di gestire formati ad elaborazione intensiva come per sempio quello H.264, consentendo di editare le immagini 4K su un computer portatile.

Per quanto riguarda l’audio Fairlight si tratta della prestigiosa soluzione di post produzione audio per il cinema e la televisione, utilizzata da molti studi in tutto il mondo. Un completo kit di strumenti professionali consente di registrare, editare, e perfezionare l’audio. Offre percorsi bus, funzioni di missaggio e routing, e masterizzazione nei formati audio 3D, tra cui 5.1, 7.1, Dolby, e persino 22.2. Il motore audio a latenza minima è progettato per lavorare con i 192kHz a 96 bit, e permette di gestire fino a 1.000 tracce con equalizzazione in tempo reale, elaborazione dinamica e plug-in su ognuna di esse, se utilizzato con la scheda Fairlight Audio Accelerator. Con Fairlight è possibile registrare fino a 96 canali contemporaneamente alla riproduzione di 150 canali audio, e missare in tempo reale.

La sezione audio Fairlight offre una cronologia multitraccia per fare editing a livello del subframe, fino ai singoli campioni. Il mixer consente di creare sequenze ricercate, mette a disposizione diversi bus principali, submix e ausiliari per masterizzare e distribuire più formati allo stesso tempo. Ogni canale del mixer ha un equalizzatore parametrico a 6 bande in tempo reale, con expander/gate, compressore e limitatore di dinamica. Lo strumento Warp comprime o espande la durata dell’audio sulla clip senza alterare il pitch. È inoltre possibile rendere automatico ogni singolo parametro, anche i plug-in VST, usando varie modalità di automazione.

Oltre alle funzioni di montaggio, sweetening e missaggio, la sezione Fairlight di DaVinci Resolve 14 mette a disposizione strumenti di registrazione multicanale nettamente superiori a quelli dei comuni sistemi di montaggio. È possibile registrare la voce fuori campo oppure un’intera orchestra sinfonica, e allo stesso tempo monitorare il video, i canali di dialogo, e gli effetti sonori. Il monitoraggio avanzato consente di gestire bus fino a 24 canali, conformando automaticamente il materiale in base ai formati. È possibile utilizzare fino a 16 speaker, incluse le complesse installazioni destinate al cinema.

Una nuova funzione di blocco delle cartelle bin, delle clip, e della cronologia, permette a ogni utente di lavorare a un aspetto specifico del progetto senza il problema della sovrascrittura. DaVinci Resolve mette a disposizione anche una chat interna sicura che il team può sfruttare per comunicare anche in assenza di una connessione a internet: questa chat interna viene incontro alle esigenze dei maggiori studi che, per motivi di privacy e sicurezza, non ricorrono a servizi di messaggistica come Slack o Skype.

Un nuovo strumento di confronto delle cronologie affianca due cronologie per ottimizzarne la valutazione e l’approvazione di eventuali cambiamenti da parte di diversi utenti. Nuove funzioni collaborative rendono superfluo importare, esportare, convertire, e conformare i progetti. Gli utenti non dovranno più attendere che un edit venga sbloccato prima di iniziare a correggere il colore o miscelare l’audio. Editing, colore, e audio sono selezionabili con un singolo clic, e il team può lavorare parallelamente. Per quanto riguarda il montaggio, il software include nuovi comandi di taglio operabili direttamente in fase di riproduzione. Si possono salvare i predefiniti di visualizzazione dell’interfaccia, e visualizzare la lista dei bin e aprirli come finestre singole.

I coloristi troveranno più di 20 nuovi filtri Resolve FX per rimuovere la polvere, correggere i pixel spenti, distorcere le immagini e altro ancora. Interssante il nuovo strumento di valorizzazione del viso che rileva e segue in modo automatico le caratteristiche del volto, consentendo di ammorbidire la pelle e regolarne la tonalità, illuminare gli occhi, cambiare il colore delle labbra, tutto senza dover selezionare manualmente e fare il rotoscopio delle regioni dell’immagine desiderate. Innovativi sono anche gli strumenti di stabilizzazione e di corrispondenza di movimento.

Blackmagic Design ha ridotto il prezzo della versione DaVinci Resolve Studio ora offerta a 299,99 euro sul Mac App Store. (nel momento in cui scriviamo sullo store italiano appare ancora la versione precedente). “Un prezzo inferiore a qualsiasi abbonamento annuale al cloud” – spiegano gli sviluppatori –  con ovvio riferimento ad equivalenti soluzioni di Adobe e altre software house.

La versione gratuita di DaVinci Resolve offre le stesse nuove potenti funzioni di montaggio e post audio. Investendo 299,00 euro su DaVinci Resolve 14 Studio si ha la possibilità di accedrre ai nuovi strumenti di collaborazione multiutente, più di 20 filtri Resolve FX, per esempio di valorizzazione del viso, compatibilità con i contenuti 4K a 120fps, 3D stereoscopico, effetti del mosso e della foschia, grana della pellicola, riduzione del rumore e altro ancroa.

Gli sviluppatori hanno annunciato anche un programma di formazione certificato e riconosciuto in tutto il mondo. Gli utenti potranno acquistare la collana di guide firmata Blackmagic Design, seguire corsi online, o partecipare alle lezioni in uno dei centri di formazione approvati.