fbpx
Home Hi-Tech Cellulari/Telefonia Bluetooth, verso il futuro

Bluetooth, verso il futuro

La presentazione dell’€™adattatore Bluetooth per Mac, una delle novità  del discorso di Jobs a Tokyo, può apparire una sorpresa per qualcuno.

In passato, infatti, presso alcuni settori del mondo dell’€™IT ci si è sovente sforzati di fare apparire la tecnologia di connettività  wireless inventata da Ericsson come concorrente con il WiFi di Airport.
In realtà  era difficile fare apparire i due sistemi di comunicazione senza fili come due avversari sul mercato.
Fin dall’€™inizio Bluetooth si è sempre rivolto alla connettività  di periferiche a bassa velocità  e che si collocano nei pressi del computer rendendolo di fatto un sostitutivo dei cavi di connessione. In particolare Bluetooth è subito divenuto il sistema principale per la connettività  di cellulari e PDA e sta ora rapidamente prendendo il posto della connettività  IrDA.

Al contrario WiFi già  oggi è capace di raggiungere distanze e velocità  molto rilevanti facendone il sistema d’€™elezione per la costruzioni di LAN senza fili, un campo nel quale Bluetooth non può e non vuole concorrere. D’€™altra parte l’€™alto costo e la complessità  tecnologica, oltre che i consumui, rende WiFi non competitivo con Bluetooth.

Per questo Apple, pur non avendo mai rilasciato comunicati ufficiali al proposito, stava lavorando su Bluetooth.
Qualche accenno al proposito venne dalla filiale inglese di Cupertino il cui responsabile aveva dichiarato in maniera più o meno esplicita e nel corso di una intervista ad un giornale britannico che Apple avrebbe fatto dei passi per rendere compatibili le sue macchine con lo standard.

Non a caso l’€™affermazione giungeva dall’€™Europa. Proprio dal vecchio continente, in seguito alla proliferazione delle comunicazioni cellulari, l’€™esigenza di avere un dispositivo Bluetooth per connettere il Mac ai telefoni era più sentita.
Apple ha però probabilmente atteso da una parte che lo standard cominciasse, realmente ad affermarsi e dall’€™altra anche che i produttori di PDA, come Palm, si lanciassero con decisione in questo ambito. Cellulari per l’€™Europa e palmari per America e Giappone sono le due chiavi del successo per Bluetooth.

Non a caso, forse, l’€™annuncio di Apple giunge due giorni dopo un solenne ‘€œproclama’€ di Sony Ericsson (la joint venture per la produzione di cellulari) e Palm nel corso del quale sono stati promessi tutti gli sforzi possibili per il successo dello standard.

Ora gli utenti Mac, dopo l’€™arrivo dell’€™adattatore USB Bluetooth (previsto tra un mese) si devono però attendere un nuovo passo. L’€™integrazione di Bluetooth direttamente sulla scheda madre, in particolare dei portatili. Non è difficile prevedere che tra breve sarà  proprio Bluetooth e non più IrDA il sistema di comunicazione privilegiato per i laptop anche di Apple.

Offerte Speciali

BeatX, auricolari wireless parenti di AirPods: solo 71€

BeatsX, gli auricolari parenti di AirPods su Amazon costano solo 79€

I BeatsX, auricolari Bluetooth prodotte da Apple che si ricaricano con il cavo Lightning e condividono lo stesso chip di AirPods, sono in sconto su Amazon: solo 79€
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,437FansMi piace
95,281FollowerSegui