BMW interessata a CarPlay, no all’auto elettrica Apple Car

Siamo interessati a CarPlay, no alla creazione di auto elettriche con Apple. Klaus Froehlich, responsabile ricerca e sviluppo di BMW spiega possibili scopi e limiti della collaborazione tra Apple e BMW

Il responsabile del dipartimento ricerca e sviluppo di BMW vede ostacoli in un’ipotetica profonda collaborazione con Apple se si pensa a qualcosa di diverso dall’integrazione dell’iPhone negli autoveicoli. Una collaborazione in merito a futuri e presunti veicoli elettrici è completamente da escludere. Ne parla Reuters spiegando che Apple sarebbe in contatto con vari produttori di auto per la creazione di un’auto elettrica che si guida da sola, alla ricerca di esperti e fornitori del settore.

Klaus Froehlich, a capo di BMW research and development, spiega che Apple e BMW hanno molte cose in comune, incluso il volersi focalizzare su prodotti premium, l’enfasi che li spinge a far evolvere i prodotti, e il desiderio di rendere il design esteticamente piacevole. Alla domanda se una maggiore collaborazione tra le due aziende sarebbe possibile, integrazione iPhone a parte, Froehlich ha risposto che al momento il produttore di auto tedesco non ha in considerazione nessun accordo che permetterebbe di offrire il suo know-how alla società statunitense. “Non collaboriamo all’apertura del nostro ecosistema ma troviamo sempre un modo perché ci rispettiamo reciprocamente”.

Alla richiesta se BMW potrebbe sviluppare un’auto con Apple, il manager ha replicato: “Rimarrei ipotetico sulla questione; quando si entra nei temi delle nuove tecnologie, BMW tende a focalizzarsi su propri punti di forza”. Per il momento, dunque, non sembrano esserci accordi specifici. BMW nel frattempo, ha sorpreso gli investitori: i dati concernenti l’ultimo bilancio finanziario parlano di ricavi in crescita del 5,7%, profitti operativi in aumento del 14,3% (9,118 miliardi) e un utile netto di 5,817 miliardi, il 9,2% in più rispetto all’esercizio precedente.

BMW