Recensione Caldigit Thunderbolt Station Lite, HUB Thunderbolt 3

Caldigit Thunderbolt Station 3 Lite (TS3 Lite) è un HUB Thunderbolt 3 molto versatile e completo: lo abbiamo testato per voi

Caldigit Thunderbolt Station 3 Lite (TS3 Lite) è un HUB Thunderbolt 3  dal profilo professionale, ma caratterizzato da prezzo (199,99 euro su Amazon) e caratteristiche interessanti per tutti coloro che hanno portatile o desktop Mac dotato di questo versatile e veloce connettore.

Lo scopo dell’HUB è naturalmente quello di espandere le porte di collegamento del Mac, oltre a matenere libera la porta Thunderbolt 3: infatti sul retro del dispositivo le porte Thunderbolt 3 sono 2, una per il collegamento al computer e l’altra libera per un altro accessorio o periferica, ma anche per collegare una intera catena di dispositivi.

In Caldigit Thunderbolt Station troviamo due porte USB 3.0 di tipo A (una sul davanti, da non sottovalutare in uno scenario che prevede il suo uso con un iMac), una porta USB-C, un connettore Ethernet (utile per i portatili), uscita e ingresso audio e una porta DisplayPort per un secondo monitor che, tramite adattatori opzionali, può diventare una HDMI o MiniDisplay Port.


Thunderbolt StationTutta questa abbondanza di porte (perché si sa che le porte di ingresso e uscita non bastano mai, specie quelle USB) arriva anche alimentato, in modo che, anche se spegniamo il computer, le porte possono funzionare lo stesso per caricare i dispositivi (fattore utile per chi usa il Mac in casa, in camera da letto o in salotto).

Prima di parlare del nuovo Caldigit Thunderbolt Station in quanto HUB infatti, dobbiamo cercare di capire bene il ruolo delle nuove porte Thunderbolt 3 / USB-C presenti sui nuovi MacBook Pro e iMac: lo scopo di queste è ovviamente fornire una connessione veloce per i dati, ma anche ampliare le capacità di comunicazione del computer, perché ogni porta è in grado di trasportare segnali di rete, video, audio e dati di vario tipo oltre che l’alimentazione.

Se è vero che nei MacBook Pro la mancanza di porte USB-A è alle volte un problema, è anche vero che la comunicazione verso l’esterno è aumentata di moltissimo e che ogni singola porta equivale alla somma di tutte le precedenti USB/MiniDisplay Port/ Thunderbolt 2 precedenti (questo anche se le porte sono solo USB-C e non Thunderbolt 3).

Caldigit Thunderbolt Station, paradosso positivo

La cosa che emerge chiara nell’uso del Caldigit Thunderbolt Station Lite è che la funzione di HUB Thunderbolt 3 è solamente di facciata (perché non aggiunge nessuna porta concretamente) mentre la funzione principale è occuparsi di tutte le altre porte.

Qui infatti arriva la notizia più bella: l’enorme canale Thunderbolt 3 è perfetto invece per il trasporto dei dati di tre porte USB, due di queste poste frontalmente (finalmente avremo due porte USB sul davanti degli iMac, qui la nostra recensione del nuovo modello, incredibile descrivere la loro comodità), oltre a tutte le altre.

Se usate il Caldigit Thunderbolt Station con un iMac la faccenda diventa chiara per via delle porte USB, ma anche per via dell’audio IN e OUT (utile in ambienti professionali), e della possibilità di collegare un secondo monitor senza disturbare le porte Thunderbolt. Inoltre, come abbiamo detto, è stato molto comodo spegnere l’iMac la sera e nel mentre continuare a caricare iPhone e iPad di notte (grazie all’alimentazione separata).

Nei Portatili è ancora meglio: la connessione Thunderbolt 3 Lite è troppo esile per caricare un MacBook Pro da 15” (qui la nostra recensione, ma funziona anche con i modelli da 13”), ma fornisce tutte le porte necessarie (all’altro connettore Thunderbolt o USB-C potete collegare un HUB USB-A come questi).

Il che significa che Caldigit Thunderbolt Station è anche un ottimo Dock per i portatili, seppure la forma non si adatti al supporto, però è comoda perché si potrà collegare mouse e tastiera, display e Hard Disk esterni, e una volta collegato il MacBook Pro con un singolo cavo Thunderbolt, questo gestisce tranquillamente tutti i device.

Le prestazioni

Durante la nostra prova non abbiamo notato alcun buco in fatto di prestazioni nell’utilizzo dell’HUB. Abbiamo provato collegando il MacBook Pro prima e il nuovo iMac poi al disco LaCie 6big Thunderbolt 3 sia tramite l’HUB sia direttamente, ottenendo le medesime prestazioni.

Anche per quanto riguarda la connessione Ethernet Gigabit e l’uso delle porte USB-A e USB-C, niente da segnalare, Caldigit Thunderbolt Station ha sempre funzionato egregiamente, sia per la connessione dati che per la ricarica dei device anche con computer spento.

La presenza dell’alimentazione è qua è là un necessario fastidio per il fatto che una alimentazione dedicata offre più stabilità nel trasporto di dati ma è anche indispensabile visto che sarebbe impossibile gestire l’elettronica e la distribuzione dei dati senza i 12V e i 6A che arrivano dalla presa di corrente.

Considerazioni

Caldigit Thunderbolt Station è senza dubbio un accessorio molto utile sia con un iMac che su un MacBook Pro: le prestazioni sono in linea con quanto previsto, non è rumoroso e l’aspetto è sobrio e coerente con tutti i computer.

Il costo non è eccessivo se si considera che cosa si ottiene in cambio, anche se forse sono sempre i professionisti e un pubblico che ha necessità di moltiplicare le connessioni ad averne più bisogno e ad ottimizzare la spesa, anche nel caso che questo si usino periferiche Thunderbolt 3: interessante tra l’altro che, con un semplice adattare Thunderbolt 3/Thunderbolt 2 lo stesso HUB sia pronto a funzionare anche con iMac e MacBook delle passate generazioni (per chi ne ha bisogno ma non vuole privarsi di future connessioni)

Caldigit Thunderbolt Station è facilmente reperibile nelle pagine di Amazon anche come prodotto Prime sia nella versione con cavo incluso da 0.5 metri che da 1 metro (il cavo è sostuituibile in un secondo a piacere): nel listino Caldigit è presente anche un modello più potente in grado anche di caricare un MacBook Pro durante l’uso.

I lettori possono ordinare separatamente anche i cavi thunderbolt da 2 metri o da 1 metro.

Design:
4.0 Stars (4,0 / 5)
Facilità-d’uso:
4.5 Stars (4,5 / 5)
Prestazioni:
4.5 Stars (4,5 / 5)
Qualità/Prezzo:
4.0 Stars (4,0 / 5)
Media:
4.3 Stars (4,3 / 5)

Pro:

  • Look sobrio
  • Possibilità di usare molte porte, oltre alla Thunderbolt 3
  • Carica i device anche a computer spento

Contro:

  • La forma non è pensata come Dock

Prezzo: 199,00 Euro con cavo da 0,5 metri e 229,99 Euro con cavo da 1 metro