Windows e PC

Earthlink: problemi di accesso

Problemi per gl utenti di Earthlink. L'Internet provider, uno de più grandi d'America, è stato inaccessibile per 50 minuti nel corso della giornata di ieri. Chi cercava di collegarsi ai suoi server riceveva un messaggio d'errore che lo informava della impossibilità  di accedere alla rete. I problemi sarebbero stati determinati, ha annunciato la società , da un errore nella fase di caricamento di un nuovo software e non da un attacco di hackers, come ha subito sospettato qualcuno. Ricordiamo che Earthlink ha un accordo strategico con Apple che ha investito 200 milioni di dollari nella società  facendone il fornitore d'accesso ufficiale per i computers con la mela venduti negli USA.

Primo virus per Win2000

A distanza di neppure una settimana dal rilascio Win2000 ha già  il suo primo virus. W2K.Infis.4608, questo il nome del virus, carica nella cartella dei drivers un drievr denominato inf.sys che dovrebbe essere una variante di un vecchio virus a basso rischio per NT. W2K.Infis.4608 per ora è giudicato poco pericoloso anche perchè si diffonde solo se si è sulla rete e leggati con privilegi di amministrazione.

Magashow per Windows 2000

Tre le versioni in cui sarà  inizialmente disponibile, cinque gli anni di sviluppo, otto i processori che sarà  in grado di gestire contemporaneamente, 32 quelli che potrà  supportare a partire dall'estate, 90 giorni che, secondo Microsoft, trascorrono tra un crash e l'alro, 500 i computer usati contemporaneamente per la demo principale, 70.000 le CPU che internamente a Microsoft già  lo utilizzano, 750.000 gli sviluppatori che ci hanno lavorato e quattromila i miliardi impegnati. La presentazione di Windows 2000 che si è tenuta ieri sera a San Francisco è stata infarcita di numeri e di rutilanti esibizioni che hanno reso l'introduzione di quello che da Microsoft viene definito "il progetto più ambizioso dalla presentazione di Windows", un vero e proprio show.

Microsoft verrà  dal cielo

Microsoft arriverà  anche dal cielo. La società  di Redmond ha infatti acquistato una partecipazione del 26% nella società  che gestisce il consorzio satellitare israeliano Gilat. L'obbiettivo è la diffusione dei servizi del Microsoft Network ad alta velocità . "Non esistono sul mercato, al momento, concorrenti di Gilat - dichiarano i responsabili di Microsoft - così la scelta è stata facile. Gli esperimenti partiranno da subito". Un interessante dettaglio è che le trasmissioni avverranno secondo il principio della doppia banda. Non solo dal satellite all'utente finale, dunque, ma anche dall'utente finale al satellite. Questa soluzione garantirà  la stessa disponibilità  di banda nel downloading come nell'uploading. L'adozione dell'uso del satellite come sistema di trasmissione Internet da parte di Microsoft, secondo molti osservatori, è destinato a dare credibilità  e, dunque, a spingere questa particolare tecnologia.

Oggi il lancio di Windows 2000

Oggi è il giorno del debutto di Windows 2000. Nel pomeriggio di San Francisco, infatti, Microsoft introdurrà  con un evento che vedrà  anche la partecipazione di Carlos Santana, la nuova release del sistema operativo per i server e il networking. Windows 2000 è il progetto più ambizioso e, nelle speranze della società , più ricco di potenzialità  tra quelli lanciati dal debutto di Windows. Nei giorni scorsi intorno a Win2000 sono sorte numerose polemiche. Da una parte si sono, infatti, schierati i difensori del nuovo OS, tra cui Dell, dall'altra i suoi detrattori. Tra questi non solo i sostenitori di altri sistemi operativi, ma anche utenti Windows e NT che ritengono le risorse consumate dal nuovo sistema operativo decisamente fuori misura per la configurazione della maggior parte dei sistemi ad oggi in uso. Affermazioni che parrebbero confermate da dichiarazioni di Intel secondo cui gli utenti di NT per avere una identica "user experience" con Win2000 dovranno avere macchine di almeno 250 MHz più veloci.

Dell: biprocessore di fascia consumer

Dell ha presentato qualche giorno fa il suo primo computer di fascia commerciale a doppio processore. Con questo passo la società  americana vorrebbe lanciare le CPU a doppio chip al di fuori della nicchia del CAD o del 3D per raggiungere mercati che fino ad oggi hanno ritenuto superflua la potenza di due processori. La macchina, denominata OptiPlex GX300, monta due processori da 600-MHz Pentium III, ha 128 MB di memoria Ram (Rambus), HD da 20 GB, CD 48X, una scheda di accelerazione nVidia TNT2 M64 4X AGP euna scheda Ethernet 10/100. Competitivo il prezzo: 2995$. OptiPlex GX300 userà  Windows 2000 disegnato, si legge nella documentazione per la stampa, per supportare nativamente le macchine biprocessore.

Intel: per usare Win2000 dovete avere 250 MHz in più

Duecentocinquanta MHz in più. Tanti ce ne ne vorranno perchè chi usa Windows 2000, possa avere le stesse prestazioni che aveva in precedenza usando NT. La stima potrebbe essere un forte dissuasore nei confronti di chi sta pensando al nuovo sistema operativo di Microsoft, è di uno stretto alleato di Microsoft, Intel, ed è stata presentata nel corso della conferenza degli sviluppatori che si tiene a Palm Spring. "Riteniamo - ha detto Pat Gelsinger, uno dei vicepresidenti di Intel -che il nuovo Os richieda almeno 250 MHz in più per offrire la stessa "user experience".

Intel: dimostra processore da 1.5 GHz

La corsa dei processori ha davvero preso una velocità  vorticosa. Nella giornata di oggi, infatti, alla conferenza degli sviluppatori Intel che si tiene a Palm Springs la società  che detiene il primato di maggior produttore di chip per computer ha dimostrato un prototipo di Willamette che girava a 1.5 GHz. La velocità , davvero impressionante, è stata ragiunta per qualche frazione di secondo per poi scendere alla pur sempre ragguardevole soglia di 1.492 GHz.La dimostrazione è servita a presentare le potenzialità  del nuovo chip, destinato a soppiantare con una versione ad 1 GHz gli attuali Pentium di fascia alta entro il prossimo anno. Prima di allora, però, anche il Pentium III dovrebbe arrivare a 1 GHz.

Prezzi alti: Microsoft indagata in Svizzera

Microsoft nell'obbiettivo anche delle autorità  della compassata e neutrale Svizzera. Sotto la lente dell'autorità  federale che si occupa della regolamentazione dei prezzi ci sarebbe il listino del colosso di Redmond, in particolare Windows 98 e Office 97 Professional. "Indagini preliminari - ha detto Werner Marti, il responsabile dell'ufficio - hanno evidenziato prezzi significativamente alti al punto da svantaggiare in maniera sensibile i consumatori Svizzeri".

Intel rivela Itanium

Questa settimana Intel presenterà  a Palm Springs, nel corso della settimana degli sviluppatori della piattaforma, le caratteristiche dei processori di prossima generazione. In calendario c'è una "premiere" su Willamette, il prossimo chip di fascia alta e su Timna, destinato alle macchine più economiche. Ma i partecipanti all'incontro dovrebbero essere in grado anche di avere informazioni di prima mano su Itanium, il primissimo processore a 64 bit di Intel. AMD, intanto, non perde tempo e perseguendo la politica aggressiva degli ultimi mesi sarà  pure a Palm Springs per illustrare il futuro del so Athlon che alla fine della scorsa settimana ha già  raggiunto gli 850 MHz.

Windows 2000: software a tempo

Nuova politica di registrazione per Windows 2000. Microsoft ha infatti deciso di introdurre un sistema di registrazione già  sperimentato (e poi ritirato) qualche anno fa. La società  richiede l'inserimento di un codice ad otto cifre che viene spedito via posta, posta elettronica, telefono o via Internet. Il codice può essere utilizzato per l'installazione su due differenti macchine che vengono identificate usando parametri interni. Se il codice non viene inserito Office scade dopo 50 avvii della macchina.

Whistler e Blackcomb, figli di Win2000

Windows 2000 deve ancora vedere la luce ma il team di sviluppo che ha curato la preparazione del nuovo software per sistemi di fascia professionale di Microsoft è già  al lavoro sul prossimo aggiornamento. Nome in codice Whistler sarà  rilasciato entro la primavera del prossimo anno e sarà  seguito da Blackcomb, che dovrebbe essere pronto per il 2002.

Windows ME a maggio

Secondo alcune notizie non ufficiali Windows Me (ovvero Windows Millenium Edition, una revisione dell'attuale Win98) dovrebbe fare il suo debutto nel mese di maggio.

iPaq, l’iMac di Compaq

PcWeek ha una recensione di iPaq, il nuovo computer di Compaq ispirato ad iMac. La macchina, destinata al contrario del suo "cugino" Apple è destinata al mercato business e per la prima volta propone nel mondo PC e sul target una versione senza più la possibilità  di connettere periferiche "tradizionali" ma con cinque porte USB. I prezzi partiranno da 499$ per la versione entry level per arrivare a 919$ per il top della gamma. Da notare che la versione base viene venduta con Win200 preinstallato.

Be presenta BeIA

Be ha presentato BeIA, un nuovo sistema operativo per sistemi integrati e in particolare per apparecchiature portatili e per la navigazione in Internet. Be ha dimostrato BeIA (fino ad oggi noto con il nome in codice di Stinger) su un terminale prodotto da Compaq denominato "Clipper". Clipper, pur non essendo un PC ma un sistema chiuso, è in grado di navigare in Internet e mostrare contenuti multimediali allo stesso modo di un normale computer. Molto diverso il prezzo rispetto ad un PC "vero": solo 200$.

“Distrussi le prove contro Microsoft”

Il caso Microsoft-Caldera è ormai chiuso con un accordo extragiudiziario, ma i risvolti del confronto potrebbero ancora riservare qualche sorpresa.

Un capo per il Nework computer

Sarà  la giornalista Gina Smith a guidare la nuova società  lanciata da Larry Ellison per creare il primo network computer. La Smith, nota per alcune apparizioni sulla televisione americana ABC nella veste di commentatrice del settore tecnologico e tra le principali firme di C/Net, dovrà  introdurre nelle case americane un dispositivo che ha sempre suscitato grande scetticismo nel settore degli esperti del settore per le sue limitazioni rispetto ai tradizionali computer (niente HD, poca Ram, sistema operativo ridotto, dipendenza da un server remoto per la gran parte delle sue funzioni e per l'uso di applicazioni condivise).

Intel presenza il primo processore da 1 GHz

Secondo ZDnet Intel annuncerà  nella sessione semestrale riservata agli sviluppatori che si tiene a Palm Springs tra due settimane, data di rilascio, specifiche e disponibilità  di Willamette, il primo processore della società  in grado di superare 1 GHz.

Network computer a giugno

Il network computer non è morto, anzi i primi modelli arriveranno entro giugno e porteranno la firma di Larry Ellison.

Win2000: patch prenatale

Deve ancora essere messo in vendita ma Win2000 ha già  il suo bravo patch per ovviare a problemi di sicurezza.

Win2000 più lento di NT?

Un articolo di The Register evidenzia alcune contraddizioni che emergono da un test dei laboratori di ZD nel corso dei quali sono state messe a confronto le vecchie versioni di Windows (NT compreso) con il nuovo Win2000.

Intel sconta i Pentium

Come già  annunciato nei giorni scorsi Intel ha tagliato i prezzi dei suoi Pentium III. Gli sconti, che ricadono prevalentemente nell'arco del 20%, raggiungono per alcuni modelli anche il 30%.

Processo Microsoft: mediazione a rilento

Pochi o nulli i progressi nella mediazione tra Microsoft e il Governo che si stanno svolgendo a Chicago. La sessione, voluta dal giudice Thomas Jackson per verificare la possibilità  di un accordo extragiudiziale si trascinerebbe senza alcun spunto degno di nota da settimane ed è improbabile

prova

Le recensioni di Macitynet.

Bill Gates non più capo di Microsoft

Dal 27 gennaio Bill Gates non sarà  più CEO di Microsoft. Il leggendario (prevalentemente per il popolo PC) ha infatti annunciato ieri a mercati chiusi che lascerà  il suo posto al suo più stretto collaboratore Steve Ballmer, già  presidente di Microsoft e numero due dichiarato della società .

Niente processo Microsoft Caldera

Niente confronto in tribunale tra Microsoft e Caldera. Con un annuncio a sorpresa le due società, in attesa del processo per la nota questione del "sabotaggio" da DR-DOS, hanno annunciato di avere trovato un accordo. La società di Redmond pagherà una cifra stimata in 150 milioni di dollari chiudendo così il caso che correva il rischio di trasformarsi in un altro pericoloso boomerang. I termini dell'accordo sono confidenziali ma in ogni caso Caldera sembra avere ricevuto molto meno di quanto chiedeva, 1,6 miliardi di dollari.
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,439FansMi piace
95,714FollowerSegui