fbpx
Home Macity Pagina 2854

Macity

Le notizie sul Mondo Apple dal 1996: Reportage da fiere ed eventi, recensioni, news con particolare riguardo al mondo Mac e Hi-Tech.

logomacitynet1200wide 1

Votate, votate, votate…

Continua il sondaggio su CHL mirato a individuare quale sarà  il sistema operativo preferito dai visitatori del sito di commercio elettronico. Nelle giornata di ieri segnalavamo che Linux era al primo posto e MacOs si difendeva piuttosto bene inseguendo non da molto distante Win98. Grazie anche ai voti dei nostri lettori il sistema operativo della Mela è ora a soli 3 punti di distanza (10% contro 13%) da quello delle Finstre. Votate, votate, votate. Come si diceva una volta. Per accedere alla pagina del sondaggio raggiungere CHL e fare click sul link "informatica" che si trova nel menù in alto.
logomacitynet1200wide 1

I nuovi modelli riempiono i canali

I venditori americani sembrano soddisfatti di come stannno andando le cose dopo l'Expo di Tokyo. Le nuove macchine, infatti, sono già  a disposizione nei canali e i clienti hanno già  iniziato a fare incetta, in particolare di G4. Ma anche gli iBook grafite sono disponibili in quantità  considerevoli e hanno ricevuto la stessa buona accoglienza da parte del pubblico. Comprensibile, quindi, la soddisfazione espressa dai responsabili di quei negozi che con la presentazione dele macchine di fascia alta sia, soprattutto, con gli iBook, avevano dovuto lottare con scarsità  e ritardi. Colpa delle difficoltà  incontrate da Motorola nella produzione dei chip G4 e del terremoto di Taiwan che aveva congelato le linee di assemblaggio dei portatili di fascia bassa per qualche settimana. Difficoltà  superate e dimenticate. Ora gli ordini vengono evasi immediatamente e anche l'arretrato è stato praticamente azzerato. Mancano nei canali solo i PowerBook G3 400 e 500 MHz che dovrebbero fare la loro comparsa a metà  della prossima settimana.
logomacitynet1200wide 1

OT 2.6 MRJ 2.2 in Italiano

Via aggiornamento software di MacOs 9.0 sono disponibili due nuovi update per il sistema operativo nella nostra lingua. Si tratta di Open Transport 2.6 e di Macintosh Runtime for Java 2.2. OT 2.6, il noto patch che impedisce ai Mac di essere utililizzati per attacchi DOS, è riservato ai soli utenti di MacOs 9.0 e consigliato solo a chi ha macchine connesse a reti ad alta velocità  e che possono, quindi, diventare "zombie" per il Denial of Service Attack. L'invito ad installare il software solo quando si è certi che esso sia realmente utile (e certamente non è utile a chi ha un Mac scollegato da Internet o connesso con un modem) diventa tanto più pressante quando si ripercorre all'indietro la storia di questo patch che aveva provocato non pochi problemi agli utenti americani che lo avevano installato. I problemi dovrebbero essere stati risolti, ma è meglio non rischiare se non si è certi della sua indispensabilità . Macintosh Runtime for Java 2.2 invece, è la nuova implementazione della macchina Java che include le modifiche incluse in JDK 1.1.8.
logomacitynet1200wide 1

Il bachetto del 29 febbraio

Superato senza molti problemi il bug dell'anno 2000 un altro pericolo per i computer si annida nelle pieghe del calendario: il bug dell'anno bisestile quttrocentenario. Ad annunciare che nella notte tra il prossimo 28 e 29 febbraio potrebbe accadere qualche cosa nel mondo informatico è John Koskinen che ha guidato la task force USA che ha "sterminato" il baco dell'anno 2000. "Come nel caso dell'Y2K non stiamo parlando di un'ipotesi, ma di un problema reale e serio anche se non sappiamo quanto pericoloso in pratica. Speriamo però che i controlli effettuati nel corso dell'aggiornamento al nuovo millennio abbiano risolto anche questo potenziale problema".
logomacitynet1200wide 1

DOS attack: giorni bui?

I germi della variante Windows di Trini00, uno dei tool usato dagli hackers per scagliare i loro attacchi DOS si stanno diffondendo a macchia d'olio e le università  sarebbero una delle "incubatrici" predilette. La prova nella scoperta nella giornata di ieri di ben 16 computer infettati nella sola università  di James Madison a distanza di neppure tre giorni dall'annuncio dell' "aggiornamento" del tool che i pirati hanno ora reso in grado di colpire sistemi Windows, e non più solo Unix, e di installarsi con l'invio di un messaggio e-mail. Il fatto che ora sia stata rilasciata anche una versione per Windows preoccupa moltissimo gli esperti di sicurezza. Non solo il sistema di Microsoft, infatti, è enormemente più diffuso, ma è anche per molti aspetti molto meno sicuro di Unix sia perchè utilizzato da utenti meno professionali sia per alcune congenite debolezze.
logomacitynet1200wide 1

Anche l’Espresso risponde…

Dopo Panorama anche l'Espresso fornisce qualche spiegazione sulla scelta di non includere una versione Mac della storia della letteratura Italiana in edicola con il settimanale. Ecco la risposta che ci ha girato il nostro amico Mauro Notarianni.
logomacitynet1200wide 1

Mac a tutto gas

Gli appassionati di corse automobilistiche si tengano forte: World Sports Cars potrebbe essere portato per Mac. Gli sviluppatori del gioco infatti hanno lasciato intendere di avere in mente un port per Mac e per Linux. World Sport Car è annunciato come il più rivoluzionario dei simulatori di guida, basato su modelli fisici tanto complessi da tenere in considerazione il flusso dell'aria sulla carrozzeria, il tempo atmosferico e il consumo delle gomme. Una incredibile galleria di immagini è disponibile sul sito Simracingnews. La versione per PC dovrebbe essere pronta entro la fine di quest'anno.
logomacitynet1200wide 1

Microsoft respinge l’assalto dei pirati

Neppure Microsoft è stata immune dall'assalto degli hackers. I server della società  di Redmond sono infatti stati attaccati dai pirati della rete nella mattinata di martedi ma l'assalto ha provocato pochi danni. Solo il 7% degli utenti ha infatti notato un rallentamento delle pagine Web o non sono riusciti a caricare la home al primo colpo. Gli hackers, ha reso noto la stessa società , avrebbero usato la ben nota tecnica del Denial Of Service che due settimane fa aveva letteralmente mandato in tilt alcuni tra i più grandi siti del mondo. Secondo alcuni articoli di giornale il sito Microsoft ha resistito bene all'attacco grazie all'enorme banda a disposizione e allo straordinario numero di macchine che vi sono connesse. Nonostante il numero di utenti che si connettono a Microsoft.com sia inferiore a quello che scarica le pagine di siti come Yahoo e Amazon.com, normalmente le dimensioni dei files trasferiti è di molto superiore. Di qui la necessità  da parte di Microsoft si avere macchine sovradimensionate e la capacità  di fare fronte a terabytes e terabytes di downloads. Troppi anche per il più zelante degli hackers.
logomacitynet1200wide 1

eBay: dagli hackers danni da poco

Ottantamila dollari, circa 160 milioni. A tanto ammonterebbero i danni provocati dal DOS attack al sito web di eBay. Una cifra tuttosommato piccola rispetto a quanto si poteva pensare visto che il sito è rimasto off-line piuttosto a lungo, "ma il nostro sistema di gestione e il nostro business è tale - ha spiegato il CEO della società  Meg Whitman - da spingere gli utenti a tornare dopo qualche ora se i servizi non sono accessibili". Al contrario altri siti che operano vendite on line, come Amazon, o siti di consultazione come Yahoo avrebbero subito danni più gravi, anche se non quantificati ufficialmente.
logomacitynet1200wide 1

All’Europa non piace il grande fratello

Il grande fratello esiste e ha il volto con cui lo ha reso popolare una leggenda urbana ormai largamente diffusa nel nuovo millennio ha le orecchie di Internet, gli occhi dei satelliti e un nome che semba evocare un mostro mitologico: Echelon. A metà  tra una sentinella e uno spione agli steroidi il sistema sarebbe stato ideato dagli USA con la complicità  di alcuni dei suoi fedeli alleati, Gran Bretagna, Australia, Canada e Nuova Zelanda, con lo scopo di controllare tutti i sistemi di comunicazione al mondo: telefonate, posta elettronica, fax e fungere da guardiano della democrazia nel corso degli anni della guerra fredda. Grazie a Echelon, infatti, i servizi segreti dei paesi occidentali erano, ma serebbe meglio dire "sono", come spiegheremo più in là , in grado di monitorare costantemente una massa enorme di dati e informazioni che fluivano in ogni angolo del globo, con particolare riferimento a quelli diretti verso i paesi anglosassoni o provenienti da questi ultimi.
logomacitynet1200wide 1

Schroeder: tutti connessi ad Internet

La Germania potrebbe essere il paese Europeo con la struttura Internet più evoluta se la speranza e i piani di Schroeder dovessero andare in porto. Il cancelliere tedesco ha infatti anunciato ieri inaugurando il CeBIT che l'obbiettivo del Governo è di riuscire a portare in rete il 40% dei tedeschi entro il 2005. Un traguardo ambizioso, visto che al momento solo il 13% degli abitanti della Germania sono connessi a Internet. Schroeder ha poi indicato come importante settore di espansione il multimedia che vedrà  un raddoppio delle società  e 350.000 nuovi posti di lavoro entro il 2002. Nei giorni scorsi T-Online, il più grande ISP tedesco, ha annunciato che offrirà  accesso a Internet a tariffa fissa 100 marchi al mese, comprensivi di connessione e costi telefonici.
logomacitynet1200wide 1

Scherzi da arabi

Bollette telefoniche milionarie e senza scherzi sadici, figlie chiaccherone e chiamate alle linee erotiche. Questo è quello che è accaduto a circa un terzo degli abbonati Internet del Qatar, settecentomila ignari ed incolpevoli cittadini colpiti da un'incredibile leggerezza (o disonestà ) di qualche dipendente della locale società  telefonica QTel. All'origine di tutto un CD diffuso ai quattro angoli del paese e forse anche oltre, contentente le password e le login degli utenti del servizio di accesso alla rete gestito in Qatar dalla stessa QTel.
logomacitynet1200wide 1

“Office per Linux? Mai (o giù di lì…)”

"Non abbiamo alcuna intenzione di sviluppare una versione di Office per Linux: la piattaforma non ha un livello di robustezza e di affidabilità  tali da renderlo interessante per gli utenti". Microsoft smentisce recisamente le voci circolare nell'ambito del CeBIT secondo le quali alcune decine di ingegneri erano al lavoro per rendere il pacchetto compatibile con il sistema operativo Open Source. Indiscrezioni infondate, evidentemente, e largamente basate sul sospetto che i molti esperti di Linux reclutati da Microsoft potessero essere destinati ad un progetto di questo tipo. In realtà  la società  di Redmond ha ben pochi motivi di dare una mano a Linux, garantendo la fruibilità  di un prodotto che potrebbe incentivare molti utenti ad abbandonare Windows.
logomacitynet1200wide 1

AppleWorks Italiano: ancora un mese

AppleWorks 6 è incorso di distribuzione negli USA. L'aggiornamento del pacchetto integrato di Apple sarebbe in consegna con tempi intorno ai tre giorni. La versione in Italiano, come già  accennato nel corso di precedenti edizioni di Macity, dovrebbe arrivare sugli scaffali entro la fine del prossimo mese. L'Apple Store del nostro paese, dopo una "boutade" più ottimista la scorsa settimana, stima in 35 giorni il tempo di consegna.
logomacitynet1200wide 1

Apple prepara la CPU per l’iDisk

"Apple sta preparando un dispositivo per Internet". La notizia, lanciata sulla base di dichiarazioni dell'analista di Merril Lynch, Steve Fortuna, e già  citata da queste pagine,ha iniziato a circolare all'inizio della settimana scatenando la fantasia di molti siti dediti alle indiscrezioni. In molti si sono infatti chiesti che cosa potrebbe essere questo dispositivo di cui non si riescono a delineare esattamente i contorni. Una risposta, suggestiva e accattivante, anche non sappiamo quanto veritiera, la si può leggere su The Register. Secondo il sito inglese il "dispositivo" di Internet potrebbe essere la logica evoluzione della strategia per Internet. Una volta creato iDisk, argomenta The Register, la cosa più logica è offrire una macchina che sia la CPU del disco. Privato dell'HD, da caricare in rete, il computer di Apple avrebbe un sistema operativo caricato in flash RAM e come monitor la TV. Una tastiera senza fili basata sulla tecnologia Airport, magari con piccolo monitor LCD integrato, da portare in giro per la casa e una connessione ad alta velocità  con Internet sarebbero gli ingredienti finali per il mini-iMac del futuro a basso, bassissimo costo.
logomacitynet1200wide 1

Mercato FireWire in fermento

C'è grande movimento nel settore FireWire. Di due giorni fa la notizia secondo cui VST, uno dei maggiori produttori di periferiche FireWire, era stata acquistata da SmartDisk, di ieri, invece, la notizia della nascita di una nuova società , FireWire Direct tutta dedicata a produrre sistemi per la connettività  IEE 1394 e specializzata nella vendita diretta. FireWire Direct ha già  anche un notevole listino che presenta tra gli altri schede PCMCIA, adattatori FireWire per PCI, cavi e acessori. In futuro arriveranno dischi e altri dispositivi di archiviazione. Tra i prodotti annunciati anche un doppio disco da 2.5 con case dal design raffinato in sei colori e con dimensioni da 9 a 18 GB rivolto, evidentemente, al mercato di iMac.
logomacitynet1200wide 1

Apple Europa centralizzata, decisione giusta

La centralizzazione del mercato europeo è una mossa giusta. Il parere è di David Cockle, European business development manager di Apple. "Certo è un po' triste che questo processo - dichiara il top manager della società , intervistato da MacWorld UK - coinvolga delle persone e le allontani dal posto di lavoro, ma si tratta della strategia migliore". Secondo Cockle l'Europa deve cercare di assomigliare sempre più agli USA diminuendo la frammentazione delle risorse. "Gli americani non hanno reparti di marketing in ognuno dei 50 stati - ha aggiunto Cockle -. L'Europa è più piccola degli USA e ha come unica differenza le lingue diverse in ciascuno dei suoi stati. Per questo ha senso avere persone che si occupano del marketing in ogni nazione ma che fanno riferimento tutte ad una sede centrale"
logomacitynet1200wide 1

Palm a colori su MacProf

Il Palm IIIc é appena uscito nei negozi USA. MacProf nella sezione Palmipede dedicata alla interazione tra Mac e PDA presenta una pagina dedicata al nuovo prodotto con particolari tecnici, consigli per il collegamento ai computer Apple ed ai telefoni cellulari oltre alla segnalazione delle prime applicazioni che traggono vantaggio dall'introduzione del colore.
logomacitynet1200wide 1

Comunicazione di servizio

Durante il week-end attiveremo un nuovo mail server, più potente e versatile, per gestire meglio il notevole volume di messaggi quotidiani ricevuti. Questo comporterà  un possibile smarrimento di alcuni messaggi, pertanto vi preghiamo di inviare nuovamente le mails qualora il primo tentativo fallisse.
logomacitynet1200wide 1

L’arrivederci di Piacentini

Non un addio ma un arrivederci. Un cordiale incontro tra vecchi amici con la promessa finale di tenere i contatti tra tante strette di mano, tanti ricordi e qualche succoso dietro le quinte. Questo il clima dell'incontro che ha contraddistinto la pizzata del POC, il folto club di utenti PowerBook che si è svolta ieri sera a Milano e alla quale ha partecipato come ospite d'onore Diego Piacentini. L'ormai quasi ex responsabile di Apple Europa tra una Pizza Margherita e l'altra, in un clima di grande cordialità  ha parlato della sua esperienza alla Apple, ha gettato qualche lampo di luce sulla storia passata della società  e ha smentito con una serie di elogi inequivocabili, le voci circolate nei giorni scorsi sul presunti su presunti dissapori con Steve Jobs. "E' l'uomo più geniale del mondo", ha detto Piacentini. Qui di seguito una breve relazione sulla serata inviataci da Fabio Zambelli
logomacitynet1200wide 1

Prime consegne per Pismo

Le dichiarazioni di Jobs circa la rapidissima disponibilità  di Pismo evidentemente non erano affatto lontane dalla realtà ; a differenza del passato, Pismo ha riempito i canali nei tempi previsti e sono molti gli utenti americani ad aver ricevuto la propria macchina. Le disponibilità  sono per entrambi i modelli molto buone e quasi tutti i mail/web orders americani danno tempi di consegna inferiri alle due settimane, per ulteriori dettagli potete fare riferimento alle pagine di PowerBook Zone; qualche giorno in più per vedere le macchine da noi, secondo alcune fonti di Macity le prime macchine dovrebbero arrivare negli ultimi giorni di questo mese se non nei primi giorni di Marzo.
logomacitynet1200wide 1

Mai G3 a più di 500 MHz?

econdo AppleInsider i G4 a 500 MHz potrebbero diventare progressivamente più difficili da reperire sul mercato dopo le prime consegne. Apple infatti avrebbe accumulato scorte delle macchine di fascia alta ma non sarebbe ancora in grado di ottenere da Motorola un numero sufficiente di processori a quella velocità  a soddisfare le richieste del mercato. Una speranza i fare fronte a queste difficoltà , sostiene il sito dedito alle indiscrezioni, viene ora riposta in IBM che avrebbe cominciato a consegnare i primi chip G4, processori su cui Big Blue, inizialmente, aveva fatto sapere di non avere alcuna intenzione di impegnarsi. Successivamente al manifestarsi delle prime difficoltà  di produzione Apple convinse IBM e Motorola a trovare un accordo per produrre congiuntamente Max!, l'attuale implementazione di G4.
logomacitynet1200wide 1

Firewire: boot dall’esterno, anzi no

Il boot da dischi FireWire esterni è possibile con tutti i Mac dotati di porte Firewire. L'affermazione era contenuta in un TIL che poi nel corso della giornata è stato modificato. Ora l'articolo sostiene che l'avvio da un disco esterno è consentita solo sui nuovi PowerBook.
logomacitynet1200wide 1

Earthlink: problemi di accesso

Problemi per gl utenti di Earthlink. L'Internet provider, uno de più grandi d'America, è stato inaccessibile per 50 minuti nel corso della giornata di ieri. Chi cercava di collegarsi ai suoi server riceveva un messaggio d'errore che lo informava della impossibilità  di accedere alla rete. I problemi sarebbero stati determinati, ha annunciato la società , da un errore nella fase di caricamento di un nuovo software e non da un attacco di hackers, come ha subito sospettato qualcuno. Ricordiamo che Earthlink ha un accordo strategico con Apple che ha investito 200 milioni di dollari nella società  facendone il fornitore d'accesso ufficiale per i computers con la mela venduti negli USA.
logomacitynet1200wide 1

Primo virus per Win2000

A distanza di neppure una settimana dal rilascio Win2000 ha già  il suo primo virus. W2K.Infis.4608, questo il nome del virus, carica nella cartella dei drivers un drievr denominato inf.sys che dovrebbe essere una variante di un vecchio virus a basso rischio per NT. W2K.Infis.4608 per ora è giudicato poco pericoloso anche perchè si diffonde solo se si è sulla rete e leggati con privilegi di amministrazione.
logomacitynet1200wide 1

AAPL sale a wall Street

Il titolo Apple nella giornata di ieri a Wall Street ha subito ancora i benefici effetti delle dichiarazioni dell'analista di Merryl Lynch Steve Fortuna oltre che della buona giornata del Nasdq. Secondo Fortuna Apple potrebbe avere un solido anno fiscale 2000 e anche il 2001 si presenta sotto ottimi aupici. La società  avrebbe, come accennato ieri, profitti superiori alle previsioni e prospettive di crescita nel settore di Internet. Secondo Steve Fortuna Apple starebbe studiando anche un computer specializzato nella naviagazione della rete. AAPL ha guadagnato più del 2,14% avvicinandosi al suo record storico.
logomacitynet1200wide 1

MacOs e Linux contro Win su CHL

"Il mio prossimo sistema operativo sarà ...". Sondaggi di questo tipo sono abbastanza popolari nei siti americani, ma non così usuali in quelli Italiani. D'altra parte, viene da pensare, in un paese così profondamente "windowsizzato" come il nostro il risultato parrebbe scontato, il sistema delle finestre, in tutte le sue molteplici configurazioni finirebbe per trionfare. Niente di più sbagliato, invece almeno stando ad un indagine lanciata sul sito di commercio Internet di prodotti elettronici come CHL.
logomacitynet1200wide 1

CeBit senza fili

Le tecnologie wireless dominano il CeBit. La più importante fiera europa dell'informatica che si apre oggi ad Hannover più che dai computer in senso stretto sarà  contraddistinta dal proliferare delle tecnologie per la trasmissione via etere di dati e voce. Telefonia cellulare, dunque, ma anche e soprattutto Internet via telefoni cellulari. "L'Europa - nota Wired - ha una leadership in questo settore che cerca di mettere a frutto anche grazie ad un mercato ricettivo e a nuove tecnologie, su tutte Symbian".
logomacitynet1200wide 1

SounBlaster Live! in versione OEM? Mah…

Le schede Sound Blaster Live! installate in tutti i Mac? L'indiscrezione viene lanciata oggi da XLR8YourMac che riporta un messaggio ricevuto da un utente che avrebbe avuto un colloquio con un responsabile di Creative. Secondo il messaggio la società  specializzata in schede 3D e audio per il mondo PC starebbe trattando con Apple per definire i dettagli dell'accordo. La scheda non sarebbe, sempre secondo quanto si legge su XLR8YourMac, un chip on board come accade oggi con la circuiteria audio del Mac, ma una vera e propria scheda PCI. L'indiscrezione, che fa seguito all'annuncio ufficiale da parte di Creative di supporto alla piattaforma Mac con lo sviluppo di drivers per il MacOs, pone qualche dubbio sul target che verrebbe raggiunto da un simile accordo OEM.
logomacitynet1200wide 1

Pismo già  in vendita in USA

Il nostro amico Mario Bucolo, in viaggio a New York, ci fa sapere di essere riuscito a metttere le mani su uno dei nuovi PowerBook presentati a Tokyo. "niente di variato rispetto a Lombard, almeno apparentemente. E non sembrava riscaldare neanche tanto. L' OS installato è il 9.0.2, l'alimentatore è delizioso, tipo Ibook. Non ho potuto provare un DVD, perchè era esposto senza il driver. Sono, comunque, convinto che i DVD si vedranno benissimo, almeno sul 500 Mhz visto che il bus viaggia a 200 Mhz".Mario ci fa sapere che anche gli iBook graphite sono già  in vendita.
logomacitynet1200wide 1

Dos Attack più facile

L'FBI sta dando loro la caccia ma gli hackers non sembrano molto preoccupati. La convinzione sorge sulla scorta di notizie che giungono dall'altra parte dell'Atlantico e che raccontano della recente e, ovviamente, anonima, nuova release di Trinoo, uno dei tool usati dai pirati per bloccare siti come Yahoo e Amazon. L'upgrade dell'applicazione rende ancora più semplice scagliare un DOS Attack visto che è in grado di utilizzare server NT, Win95 e Win98. Tra le caratterstiche più pericolose il fatto che è in grado di diffondersi via e-mail. In pratica, solo leggendo un messaggio di posta, si corre il rischio di "zombizzare", rendere cioè schiava e inconsapevolmente partecipe ad un attacco DOS, la macchina su cui si sta operando. Vulnerabili sarebbero non solo i server ma tutte quelle macchine connesse alla rete ad alta velocità  come gli abbonati a linee digitali e via cavo. I maggiori produttori di software anti-virus sono al lavoro per rilasciare aggiornamenti in grado di individuare Trinoo.
logomacitynet1200wide 1

1 Gb di Ram su Pismo

Kingstone ha annunciato ieri il rilascio di una completa gamma di moduli ram dedicati a Pismo, incluso un modulo singolo da 512Mb che permetterà  di espandere la ram del nuovo portatile fino alla soglia del Gigabyte di ram. L'operazione comporta però l'adozione di alcune precauzioni nell'utilizzo del portatile.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,657FansMi piace
94,057FollowerSegui