fbpx
HomeMacityInternetCertificato Covid digitale UE: le novità sul documento per far viaggiare i...

Certificato Covid digitale UE: le novità sul documento per far viaggiare i cittadini vaccinati

Negoziatori del Parlamento Europeo e del Consiglio hanno raggiunto da diversi giorni un accordo provvisorio sul Certificato Covid digitale UE per facilitare la libera circolazione durante la pandemia. Questo articolo si occupa dell’evoluzione delle regole che presiedono al rilascio del certificato e verrà aggiornato man mano che emergeranno novità al riguardo.

Il certificato sarà disponibile sia in formato digitale che cartaceo. Attesterà se una persona è stata vaccinata contro il coronavirus o ha un risultato recente di test negativo o è guarita dall’infezione. In pratica, si tratta di tre certificati distinti. Il quadro comune dell’UE permetterà agli Stati membri di emettere certificati che saranno poi accettati negli altri paesi dell’UE.

Secondo l’accordo, il regolamento del Certificato Covid digitale UE resterà in vigore per 12 mesi. Il certificato non sarà una precondizione per esercitare il diritto alla libera circolazione e non sarà considerato un documento di viaggio.

Microsoft, Salesforce e Oracle vogliono il passaporto digitale per il vaccino Covid

Vaccini

I Paesi UE devono accettare i certificati di vaccinazione rilasciati in altri Stati membri per le persone che hanno ricevuto un vaccino autorizzato ndall’Agenzia europea dei medicinali (EMA) (attualmente Pfizer-BioNTech, Moderna, AstraZeneca e Janssen). Spetterà ai Paesi UE decidere se accettare anche i certificati delle vaccinazioni effettuate con gli altri vaccini utilizzati in base alle procedure di autorizzazione di emergenza nazionali o con quelli elencati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per l’utilizzo di emergenza.

Salvaguardare la protezione dei dati

Dal Parlamento europeo fanno sapere che i certificati saranno verificati per prevenire frodi e falsificazioni, così come l’autenticità dei sigilli elettronici inclusi nel documento. I dati personali ottenuti dai certificati non possono essere immagazzinati negli Paesi UE di destinazione e non ci sarà una banca dati centrale stabilita a livello UE. La lista delle entità che tratteranno e riceveranno i dati sarà pubblica, in modo che i cittadini possano esercitare i loro diritti di protezione dei dati in base al regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).

Prossime tappe

l testo concordato sarà ora sottoposto alla commissione parlamentare per le libertà civili (LIBE) e alla Plenaria per l’approvazione, nonché al Consiglio. Il testo sarà votato dalla commissione LIBE il 26 maggio 2021. Se confermato, sarà poi presentato per l’adozione in Aula durante la sessione plenaria di giugno I (7-10 giugno 2021). L’entrata din vigore e’ dal 1° luglio.

Aggiornamento

La Commissione ha chiarito le regole per il “Green pass”, ufficialmente certificato Covid digitale dell’Ue, spiegando che il tutto parte da due basi: l’allentamento di determinate rigidità nelle norme da una parte e dall’altra quello che è stato definito un «freno di emergenza» nel caso ci fossero casi in aumento o nuove varianti.

Il Pass è valido a vaccinazione completata. Dopo 14 giorni dall’ultima dose è possibile viaggiare senza fare ulteriori test e senza quarantena. Questo vale per la seconda dose di AstraZeneca, Pfizer/BioNTech e Moderna e per la prima di J&J.

Per le persone che hanno avuto avuto il Covid dovrebbe valere dopo una unica dose di vaccino. Ci sono stati che accettano una sola dose per ottenere il pass vaccinale e questo dovrebbe valere anche per la certificazione europea. Per quanto riguarda i test, sono validi per 48 ore quelli rapidi e per 72 ore quelli molecolari. Le persone non vaccinate e che non ha avuto il Covid devono presentare un tampone fatto nei tempi in questione. Il certificato che attesta l’avvenuta guarigione vale 180 giorni. Per quanto riguarda i minori, non è necessario nessun test per i bambini sotto i 6 anni e neanche quarantena per se non la devono fare i familiari.

Per tutti gli articoli che parlano della pandemia di coronavirus e degli impatti sul mondo della tecnologia, del lavoro e della scuola a distanza, oltre che sulle soluzioni per comunicare da remoto si parte da questa pagina.

Offerte Speciali

Bozza automatica

iPad Pro 2021 11″ al minimo su Amazon: 256 GB a 931€ invece che 1009€

iPad Pro 11" 2021 è ancora in sconto su Amazon. Lo comprate al prezzo più basso del mercato nella versione 256 GB con schermo 11", solo 947 euro (e potete pagare anche a rate senza interessi e senza garanzie.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial