Con WhatsApp si potranno fare acquisti dentro le chat

Finora lo abbiamo usato solo per comunicare, ma presto su WhatsApp potremo fare acquisti e pagare direttamente dentro le chat

Per fare acquisti tramite WhatsApp non manca molto: Facebook ha infatti da poco pubblicato un video promozionale su YouTube, attraverso il canale ufficiale dell’app, per mostrare come prossimamente sarà possibile sfogliare il catalogo di un’azienda e, senza lasciare la chat in WhatsApp, comprare uno o più prodotti senza uscire dalla chat del negozio stesso.

Il filmato è breve (dura poco meno di un minuto e mezzo) ma piuttosto esplicativo: un utente potrà aprire la chat di un determinato negozio, richiedere il catalogo, sfogliarlo, chiedere eventualmente informazioni, aggiungere uno o più prodotti al carrello e portare poi a termine l’acquisto senza mai lasciare l’app. Tutto insomma con una facilità ed un’intuitività disarmante.

La funzione che permette alle aziende di condividere un catalogo prodotti c’è già da tempo, ma fino a questo momento è limitata a una sorta di anteprima dei prodotti. La nuova versione dello stesso invece adesso include il pulsante per aggiungere il prodotto al carrello, magari regolarne anche la quantità se si decide di acquistarne più di uno, e poi pagare con la propria carta.

I pagamenti nelle app non sono una novità, soprattutto per il colosso di Zuckerberg. Lo scorso maggio la società ha infatti lanciato Facebook Shops, che permette alle aziende di creare proprio questo genere di cataloghi per poi vedere i prodotti tramite la pagina Facebook e, da fine luglio, anche su Instagram. Ha perciò senso che il colosso dei social si stia dando da fare per portare questo genere di esperienza anche in WhatsApp visto che ad oggi, nonostante la migliore integrazione e fruibilità di Telegram, resta comunque l’applicazione di messaggistica più utilizzata al mondo.

Presumibilmente le transazioni che passano attraverso Whatsapp utilizzeranno Facebook Pay, il sistema di pagamento proprietario che era in fase di test su WhatsApp in Brasile già da inizio anno. La società ha poi dovuto sospendere il programma di prova perché la Banca Centrale del Paese ne aveva contestato la validità. Tuttavia Facebook non si è fermata e sta attualmente lavorando per portare questo nuovo sistema di pagamento elettronico a tutti i suoi utenti sparsi per il mondo.

Di Facebook Pay si era parlato di recente in occasione del fatto che Apple tratteneva una commissione del 30% su tutti gli acquisti che passavano tramite l’app di Facebook distribuita tramite App Store. L’azienda di Zuckerberg aveva contestato questo comportamento perché questa percentuale presa da Apple veniva tolta proprio alle aziende che, vista la pandemia di coronavirus ancora in corso, si trovano in gravi difficoltà economiche.

In tutta risposta, Apple ha ascoltato questa lamentela e ha deciso di disattivare temporaneamente la commissione abilitando l’uso di Facebook Pay – che invece per il momento non trattiene alcuna percentuale – all’interno dell’app. Per quanto riguarda invece WhatsApp, questa non è l’unica novità in arrivo. Presto si potrà infatti telefonare anche tramite l’app per Mac e PC: trovate maggiori dettagli a riguardo qui.

Condividi
Pubblicato da
Yuri Di Prodo

Articoli recenti

Google ha creato un generatore “Infinite Bad Guy” utilizzando 15.000 cover su YouTube

Google ha creato un generatore "Infinite Bad Guy" utilizzando 15.000 cover su YouTube: provate voi…

24 Nov 2020

Prestazioni a confronto tra i MacBook Pro 13″ (2020 M1) con 8GB e 16GB RAM

Quanto influisce in termini di velocità la scelta tra 8GB o 16GB di RAM con…

24 Nov 2020

Cercate nei cassetti, se avete questa copia di Super Mario Bros 3 siete ricchi

Una copia di Super Mario Bros 3 per NES è stata battuta all'asta a 156.000…

24 Nov 2020

Lebooo Smart Sonic è il primo spazzolino smart HiLink di Huawei

Lebooo Smart Sonic è il primo spazzolino smart HiLink di Huawei: offre 36 modalità di…

23 Nov 2020

Il Mac con i suoni di avvio della PlayStation

Grazie a jailbreak del T2, il chip-controller integrato nei Mac più recenti, è possibile cambiare…

23 Nov 2020