fbpx
Home Macity Voci dalla Rete Con àˆspero si va al cuore Unix di Mac OS X

Con àˆspero si va al cuore Unix di Mac OS X

Mac OS X, come molti sanno, è a tutti gli effetti un sistema Unix. Un OS sofisticato, moderno, flessibile ma anche complesso e radicalmente differente dalla base su cui si fondava il tradizionale Mac OS. Conoscere meglio Unix, quindi, significa avere le basi per comprendere meglio Mac OS X e riuscire ad andare al di là  della superficie per scendere in profondità  nei segreti dell’Os di Apple

Anche per questo, da circa due anni àˆspero [sponsor], oltre a offrire i corsi certificati Apple su Mac OS X e Mac OS X server, raccogliendo le segnalazioni di molti utenti ha progettato corsi sistemistici su UNIX specifici per Mac OSX. L’obiettivo è quello di far conoscere le enormi potenzialità  dello Unix BSD che è il cuore del nuovo sistema operativo Apple. Tramite interfaccia grafica Mac OS X, infatti, non è ancora possibile eseguire efficacemente alcuni task sistemistici, che invece una conoscenza del mondo Unix, anche non approfondita, rende fattibili e più agevoli.

«Da questa considerazione – ci spiega Luigi Danieli, amministratore delegato di àˆspero – è nata l’idea di un vero e proprio percorso formativo accelerato Unix (schematizzato nell’immagine che trovate qui accanto) per tutti coloro che devono fare amministrazione di sistema su Mac OS X (sia client che server) ma che non hanno basi Unix»

L’avvio del corso prevede, rivolto a chi ha già  acquisito una certa familiarità  con l’interfaccia Mac OS X, una ‘Introduzione a Unix per Mac OSX’, della durata di tre giorni, che consente di acquisire confidenza con quello che effettivamente la macchina compie. Dall’interfaccia grafica infatti si hanno solo alcune segnalazioni e la gestione delle configurazioni non è ancora completa. Il corso serve a far fronte proprio a queste lacune.

«Ad esempio – ci dice ancora Danieli – i sistemi Mac OSX allo start-up vanno in timeout sulla ricerca della rete per quasi 2 minuti. Due minuti aspettando con il solo messaggio “sto inizializzando la rete”. Analizzando gli script di configurazione abbiamo trovato ed eliminato il problema. Questo solo è uno degli esempi che sperimentiamo praticamente nel corso. La macchina è ricca di informazioni – script, configurazioni, log – e di strumenti tradizionali UNIX che l’interfaccia semplicemente non espone. La comprensione della struttura della macchina – kernel, servizi di rete, ecc. – permette di avere un maggior controllo sul buon funzionamento del sistema»

Dopo la fase iniziale il corso procesgue con due moduli avanzati, sulla base delle richieste prioritarie degli utenti. Unix scripting per Mac OS X (2 giorni) e Security con Mac OS X (2 giorni). In futuro però àˆspero prevede di aggiungere altri moduli che sono ancora allo studio

«Abbiamo previsto un corso di scripting – ci ha detto ancora Danieli perchè è un ottimo sistema per la programmazione. Un ‘effetto collaterale’ è l’alta programmabilità  della shell e la nascita di linguaggi di sistema quali PERL che poi sono sconfinati in altri ambiti. In pratica offre la possibilità  di crearsi delle procedure autonome di gestione altamente automatizzate e di sfruttare per ricaduta tutto quello che è già  stato scritto e riscritto in 30 anni di UNIX. Inoltre l’unione di script e AppleScript consente poi di mettere gli strumenti anche a disposizione degli utenti finali”

Sul fronte della security quali esigenze vengono coperte dal corso?
«La sicurezza di una macchina – ci dice ancora Danieli – copre diversi aspetti: sicurezza fisica, gestione degli utenti, sicurezza in rete. àˆ evidente che l’esposizione di una macchina in rete ne esaspera la vulnerabilità . Mac OSX eredita quanto di buono c’è nell’avere un’architettura UNIX. UNIX è però più complesso nella gestione rispetto a Mac OS9. Inoltre fuori del tradizionale mondo Mac c’è anche una maggior cultura sulle vulnerabilità  di un sistema basato su questa architettura. Le opportunità  in termini di potenza e flessibilità  che il nuovo sistema fornisce sono anche, per alcuni versi, il suo tallone d’Achille. Il corso non è chiaramente esaustivo né si esce come “esperti” di sicurezza. Lì vale solo l’esperienza e ce ne vuole molta. Dal corso si ottiene una comprensione ed una organizzazione sistematica dei concetti legati alla sicurezza, si comprendono le vulnerabilità  di queste macchine, si valutano gli strumenti di cui si può disporre per aumentarne il grado di sicurezza. In più, un qualsiasi MAC con 2 schede di rete può diventare un firewall»

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 744 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,804FansMi piace
93,089FollowerSegui