Da Taiwan: PowerBook G5 entro la primavera

Entro la primavera Apple potrebbe lanciare il PowerBook con processore G5. A lanciare l'indiscrezione un sito Taiwanese. Ma dettagli e tempi lasciano aperta la possibilità  che si tratti di un semplice fraintendimento.

Il PowerBook G5 arriverà  il entro la primavera? L’€™ipotesi emerge da un articolo pubblicato dal giornale taiwanese Digitimes e nel corso del quale il periodico web fa il punto sugli ordini ricevuti dagli assemblatori locali da Apple. In questo contesto si apprende che Cupertino avrebbe già  allertato Quanta Computer, che già  oggi costruisce i PB, per la produzione di un portatile basato su G5.

I tempi dettati dal sito, che in passato non ha avuto grande fortuna nel lanciare pronostici sui nuovi prodotti di Apple, appare in contrasto con dichiarazioni anche molto recenti di manager Apple secondo i quali portare un processore G5 rappresenta una sfida di grandi proporzioni. Gli ingegneri che stanno lavorando a questa opzione a loro volta non hanno mai fatto mistero di trovarsi di fronte a difficoltà  importanti lasciando intendere che prima di vedere un G5 in un portatile di Apple potrebbe passare ancora molto tempo.

Il sospetto che il report del Digitimes possa essere frutto di un semplice fraintendimento sia sui nomi delle macchine che le specifiche, si rafforza quando si sostiene che contestualmente al lancio del PowerBook con G5 sarà  rilasciato anche un iBook con G5. Anche se é possibile ipotizzare che il portatile di fascia bassa sarà , prima o poi, dotato di un chip di IBM a 64-bit, appare però molto improbabile che questo avverrà  contemporaneamente al lancio di un PowerBook con lo stesso processore. Addirittura impossibile sembra che Apple rinunci a due o tre generazioni di iBook con processore G4 (e conseguenti costi) per optare per un chip ad alto costo e alto consumo come sarà  il G5 per laptop.

Più attendibili e interessanti i dati sulla produzione di iPod shuffle e Mac mini. Secondo il Digitimes Foxconn, un altro assemblatore taiwanese, ha ricevuto ordini per 100.000 pezzi al mese. Asustek costruirà , invece, tra i 400.000 e i 500.000 iPod basati su memoria flash.