Home Hi-Tech Nuove Tecnologie Dubai, inaugurata la seconda fase del Parco Solare da 200 megawatt

Dubai, inaugurata la seconda fase del Parco Solare da 200 megawatt

A Dubai è stata inaugurata la seconda fase del Parco Solare Mohammed bin Rashid Al Maktoum (200 megawatt). Si tratta del primo e più grande progetto di energia solare nella regione, basato sul modello Independent Power Producer (IPP). È stato realizzato attraverso una partnership tra DEWA (Dubai Electricity and Water Authority) e il consorzio guidato dalla società saudita ACWA Power, lo sviluppatore principale del progetto, e la società spagnola TSK, appaltatore principale, con un investimento di 1.2 miliardi di dirham . Il progetto genererà energia pulita per 50.000 abitazioni a Dubai, e eviterà 214.000 tonnellate di emissioni di anidride carbonica ogni anno. 2,3 milioni di pannelli solari fotovoltaici sono stati istallati su un’area di oltre 4,5 chilometri quadrati, con 1,5 milioni di ore di lavoro senza incidenti con perdita di tempo durante l’esecuzione del progetto.

Gli sforzi di Shuaa Energia 1, la società costituita da DEWA e dal consorzio guidato da ACWA Potenza e TSK, sono stati di vitale importanza nel completare il lavoro in modo efficiente e professionale.

“Gli Emirati Arabi Uniti mettono la sostenibilità e la diversificazione delle fonti energetiche in prima linea tra le loro priorità, sulla base di una visione lungimirante che plasma il futuro, si concentra sulla felicità delle persone, e bilancia la necessità di uno sviluppo con la tutela dell’ambiente” si legge in un comunicato congiunto di DEWA.

Il piano Clean Energy 2050 prevede di generare il 7% della potenza totale di Dubai da energia pulita entro il 2020, il 25% entro il 2030, e il 75% entro il 2050. Il Parco Solare Mohammed bin Rashid al Maktoum è il più grande parco solare su singolo sito in tutto il mondo, sulla base del modello di IPP, con una capacità prevista di 1.000 megawatt entro il 2020 e di 5.000 megawatt entro il 2030, con un investimento complessivo di 50 miliardi di dirham. Una volta completato, eviterà oltre 6,5 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica ogni anno, sostenendo gli obiettivi di Dubai per promuovere lo sviluppo sostenibile e la green economy.

L’interesse degli Emirati Arabi Uniti nella produzione di energia rinnovabile ha contribuito alla riduzione del suo costo globale a livelli competitivi, ottenendo il record record del mondo per il prezzo più basso a livello globale per la seconda fase del parco solare: 5.6 centesimi di dollaro per chilowattora. La prima fase (200 megawatt) dell’impianto CSP sarà operativo entro aprile 2021, e genererà 1,000 megawatt con questa tecnologia entro il 2030.

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,808FollowerSegui