fbpx
Home Hi-Tech Cellulari/Telefonia Ericsson IR: come sincronizzare Mac, Palmare e Cellulare e inviare melodie

Ericsson IR: come sincronizzare Mac, Palmare e Cellulare e inviare melodie

“Era da tempo che aspettavo un’applicazione come questa. Uso il mio t39 per navigare in gprs con il mio Titanium ormai da vari mesi ma avevo proprio bisogno di qualcosa per gestirlo efficaciemente senza dover passare per il macchinoso (per quanto efficace) Virtual PC.

Uso il client senza alcun problema e per quanto sia una preview funziona egregiamente. Ho testato le funzioni di invio di gif e non ho riscontrato alcun problema. Anche nell’invio di eMelody non ho riscontrato alcun problema.

Certo bisogna conoscere il modo di preparare il file entro cui inserire la melodia vera e propria. L’esperienza in proposito che mi sono fatto da buon smanettone è che perchè l’invio vada a buon fine non devono esserci spazi tra le varie note.

La maggior parte dei siti che offre melodie (gratuite, ovviamente!) tende a presentare la partitura delle note con degli spazi tra di esse.

Il metodo che uso io è quello di copiare il corpo della melodia in TextEdit (ma un qualsiasi editor di testo con funzioni trova e sostituisci va bene, di certo TextEdit c’è su ogni Mac con OS X). Selezionando l’intero corpo digitare command+f e dal pannello di ricerca inserire nel campo “cerca” un semplice spazio e lasciare vuoto il sottostante campo.

A questo punto basta cliccare sul “Sostituisci tutto” ed il gioco è fatto, gli spazi sono stati tolti.
Ora per far si che il telefonino (ma anche il client) riconoscano il file come una suoneria compatibile bisogna che esso abbia come contenuto una cosa di questo genere:

BEGIN:EMELODY
VERSION:1.O
MELODY:qui va incollata la melodia
END:EMELODY

Per la poco professionale esperienza che ho fatto ho notato che alla file di ogni riga deve esserci un carriage return (tasto a capo, enter per intenderci) altrimenti il client potrebbe non riconoscere il file, e non deve essere presente alcuna altra stringa di testo nel documento.

A questo punto è sufficiente salvare il file con il nome desiderato.

L’importante è che la sua estensione sia .emy altrimenti non sarà  interpretabile dal client.
Se usate TextEdit (che non è un editor binario) dovrete cliccare su “Usa entrambe” quando al salvataggio del file vi verrà  chiesto che estensione utilizzare e dal finder ulterioremente rinominare il file (che probabilmente sarà  del tipo nomesuoneria.emy.rtf ) togliendo .rtf .

Esso dovrebbe cambiare icona diventando un documento senza alcuna applicazione associata e sarà  a questo punto inviabile.
Un consiglio: conviene creare un template una tantum e incollare solo la suoneria dopo MELODY: alla terza riga per risparmiare tempo magari usare un editor binario come HexEdit.

Ricordo comunque per chi non avesse a disposizione un Mac con porta infrarossi (un bel po’ di persone visto che gli iBook e i nuovi iMac ne sono sprovvisti ) che per inviare suonerie al telefonino oltre all’alternativa dell’abbinamento cavo seriale piu’ adattatore USB (del costo totale di piu’ di 80 euro, un po’ tanto per una suoneria) si puo’ benissimo sfruttare la funziona di un Instant Messenger come ICQ che permette di inviare SMS a qualunque cellulare nella sua ultima versione, anche in quantità  cospicue e senza alcuna spesa.

In questo caso è sufficiente copiare il corpo di quello che c’è nel file con dentro la suoneria senza spazi al posto giusto in un nuovo messaggio sms e in qualche secondo il vostro telefono la riceverà  senza problemi.

Anche qui pero’ attenzione a non aggiungere caratteri, magari invisibili come ulteriori spazi e mantenere le tabulazioni originarie altrimenti il cellulare interpreterà  il tutto come un inutilizzabile sms poco interessante.

Anche l’invio di vCard funziona bene, l’ho provato sia con quelle create da Rubrica Indirizzi, per cui è sufficiente il drag & drop, che con quelle create in Palm Desktop, per cui è pero’ necessaria la rinomina in file con estensione .vcf.

L’invio di vCal funziona incredibilmente bene!
Per sfruttare quelle create con Palm è sufficiente esportarle in formato vCal e rinominare il file con l’estensione .vcs perchè il client le riconosca. Funziona perfettamente ed è disarmanante la precisione, velocità  e pulizia con cui avviene il tutto, il telefono dopo questa operazione è perfettamente sincronizzato con Palm.

La sincronizzazione” è andata a buon fine ed il telefono ha ricevuto senza problemi gli appuntamenti, unico neo, ma è più che sorvolabile vista l’età  del programma, al termine della sincronizzazione il client è andato in freeze ed è stato necessario ricorrere all’uscita forzata. Questo però non ha comportato nessun problema ne al telefono ne al system ma questo è inutile dirlo a chiunque conosca os X.

Per quanto riguarda le vCard invece esportate da Palm c’è da notare che, mentre nella rubrica di mail i record (i contatti) vengono esportati uno a uno, il comando che permette di esportare i contatti dagli addresses di Palm come vCard crea un file contenente tutti i contatti (che per essere utilizzato ossia inviato al cellulare deve essere rinominato con estensione .vcf)

Speriamo in futuro di aver implementata anche la funzione di invio di file dal telefonino ossia che il programma diventi anche server…le premesse per una buona applicazione ci sono tutte.”

Il primo tutorial sul programma Ericsson IR e il link per il sono su questa pagina di MacProf

Offerte Speciali

Apple Watch 3 da 38mm in sconto a solo 216,99 euro.

Apple Watch 3 GPS da 38mm in sconto a solo 216,99 euro.

Su Amazon Apple Watch 3 scende a 216,99 euro. Il prezzo più basso dopo il Black Friday
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,399FansMi piace
95,094FollowerSegui