Tyrexionibus

Members
  • Posts

    223
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Tyrexionibus

  1. La mia domanda è molto semplice: in Toast Titanium 8.0.3 (ma anche nella 8.0.0), nella lista dei supporti in basso a destra, viene citato anche il Blu-Ray; tuttavia, guardando le specifiche del masterizzatore, il BD e il BD-RE non vengono citati. Per cui mi chiedo se effettivamente il MATSHITA DVD-R UJ-857D supporti la scrittura dei Blu-Ray.
  2. Da un po' di tempo sto cercando un lettore di codici a barre compatibile Mac che possa aiutarmi a catalogare le mie compilations in base al codice a barre che io stesso fornirò mediante il programma BarCode Producer. Finora non ho trovato nessun binomio che comprenda il lettore di codici a barre + un software compatibile Mac OS X. Avete soluzioni da proporre ? Grazie in anticipo! Yo
  3. Può essere che le porte di aMule siano bloccate, ma quelle di LimeWire no. Vai in Impostazioni -> Connessione e guarda che porte utilizza. Poi vai su http://www.amule.org/testport.php per vedere se sono aperte, chiuse o filtrate.
  4. Dal terminale neanch'io saprei farlo di preciso, ma posso darti alcune applicazioni: prima di tutto devi digitare "su" cioè SUPER USER cioè root (amministratore); ti verrà poi chiesto di digitare la password, dopodiché l'icona dalla tilde ~ cambierà al cancelletto # : ciò starà a significare che tu sarai il Dio di quelle cartelle e di quelle applicazioni, con tutti i permessi, low-level inclusi, di qualsiasi operazione. Ma, più che accedendo al disco tramite terminale, ti consiglierei (ma è rischioso!) di loggare proprio come root, cioè di fare il login come root, non dover digitare la password di amministratore ogni volta che è richiesto -- esserlo sempre. Ciò può essere abilitato dalle Preferenze di Sistema. Dico che è rischioso perché rischi di fare pasticci tipo cancellare una cartella che se non fossi amministratore ti verrebbe negato, ma il bello è che essendo root sempre non hai bisogno di avere i permessi: li hai già tutti. Potrai così riformattare, da Disk Utility (questo è quel che ti consiglio) l'intero disco fisso con filesystem MS-DOS (cioè FAT32) e spostare tutti i file e le cartelle che vorrai. Fammi sapere! Yo
  5. Il mio problema è molto semplice: quando entro in VLC per aprire una cartella con le canzoni, mi viene visualizzata una finestra di questo tipo: Io invece vorrei mantenerla ogni volta, senza dover sempre allargare le stringhe, così: Il trucchetto dello SHIFT come in Windows non funziona. Che faccio ????
  6. Secondo me è molto più conveniente utilizzare programmi tipo Toast che supportano praticamente ogni formato video, con tanto di compressione Fit-to-DVD nel caso in cui 1 DVD non basti. Lo puoi scaricare come versione di prova senza limiti da www.roxio.com , ti consiglio di darci un'occhiata. Purtroppo, non avendo esperienze con iMovie ed iDVD, avrei paura di non dire il veor.
  7. Dunque, da me con Leopard vengono visualizzati anche i network "Condivisi" cioè quelli connessi via rete, indipendentemente dal gruppo di lavoro (che può essere MSHOME, WORKGROUP, quello che vuoi... Leopard li vede semplicemente tutti, in una visione generale). Una volta cliccato sul computer condiviso, ti verrà chiesto di navigare tra le varie posizioni del Network, come indicato qui: In questo caso, tyrfixed è il mio PC con Windows e le cartelle che vedi sono quelle condivise. Anche con Tiger funzionava la condivisione, soltanto era un po' più complicata. Per accedere alle suddette cartelle, dovrai inserire nome utente e password del proprietario, o comunque di quello che è impostato come Owner in Windows. ATTENZIONE: ci sono 2 casi. 1) Sin dalla prima formattazione ed installazione del disco, il nome utente è "Condivisione" e la password è "Condiviso". Non ci sono stati cambi di password. In questo caso, inserisci tali dati. 2) Dalla prima installazione, l'utente è stato cambiato da "Condivisione" a "Condivisione2" e la password da "Condiviso" a "Condiviso2". In tal caso, devi inserire i primi dati, non quelli cambiati, perché Windows non li riconoscerà . Ciò è facilmente spiegabile dal fatto che i nomi delle cartelle e dei file dei permessi, quando vengono cambiati nome utente e password, NON CAMBIANO! Fammi sapere!
  8. A questo punto mi viene da pensare che tu non sia connessa ad Internet. Prova a postare uno screenshot di Preferenze di Sistema -> Network. Con cosa ti connetti ? Alice USB ? Ethernet ? Wireless ?
  9. Non me ne vorrai, ma penso che facendo doppio click aMule si sia connesso automaticamente.. senza dirtelo! Mi spiego: Questa è una visione standard di aMule, ordinata secondo l'ordine alfabetico dei server: Se sei connessa, in basso a destra, dove c'è scritto "Log di aMule", verrà visualizzata una scritta come questa: ************* In un caso disperato in cui non si connetta né con doppio click né cliccando Connetti, vai nelle Preferenze (i due utensili da lavoro nel menù in alto). Verrà visualizzata una finestra tipo questa: ... e spunta "Connetti automaticamente all'avvio". Riavvia aMule e si connetterà da solo. Di nuovo, facci sapere !!!!
  10. Allora prova a fare doppio click sul nome di un server: si connetterà automaticamente !! Facci sapere !!
  11. Eh, magari esistesse Nero Cover Designer per Mac... sarebbe l'ideale!
  12. Come dice il titolo... ... ormai non so più cosa cercare, perché sotto "CD Cover" e "CD Label" o "CD Labeler" mi compaiono centinaia di risultati, e sono veramente incasinato. Conoscete un semplice programma che possa costruire una copertina 12x12 dove io possa aggiungere i nomi delle tracce, la loro durata e altre informazioni, proprio come per apporlo in una copertina CD slim ? E che eventualmente, al momento della stampa, disegni anche i bordi.... Grazie Yo
  13. Allora, io in questa situazione mi ci sono ritrovato con l'aggiornamento a Leopard e ho risolto in questo modo: La prima volta che ebbi bisogno di fare del port forwarding fu quando usavo Windows e volevo giocare online. Il problema era che il firmware dei modem ADSL Telecom era bloccato, per cui fui in***ato finché non mi comprai un modem per conto mio, col firmware configurabile. Quanto all'aggiornamento con Leopard, ho notato le seguenti modifiche: sotto Tiger, il mio router era configurato per partire a numerare gli IP della mia LAN (di 2 computer, il mio Mac e uno con Windows per i miei) da 192.168.1.64 . Ma Tiger partiva sempre dal secondo indirizzo IP, ossia da 192.168.1.65, mentre a quello dei miei era dato 192.168.1.66 . Così la regola che mi misi in mente fu: "Tiger fa sempre 192.168.1.* + 0.0.0.1", ossia parte sempre dal secondo IP. Con l'arrivo di Leopard, ho reinstallato aMule e le connessioni mi sono sempre andate in LowID. Sono andato così nella sezione "Port Forwarding" del mio router e ho verificato che 192.168.1.65 avesse le porte aperte... tutto ok. Ma continuavo ad avere un LowID. La sorpresa è arrivata quando ho visto la configurazione di AirPort, che diceva: "linksys è connesso ad AirPort con IP 192.168.1.64". Ecchecc**zo! Ecco dove stava il problema! Leopard partiva dal primo IP disponibile, non dal secondo, mentre al PC dei miei veniva assegnato il secondo e non il terzo. Ecco la mia esperienza. Adesso che ho le porte aperte nel router, aMule gira perfettamente. Yo P.S.: ah, per tutti quelli che hanno i modem Wi-Fi forniti da Telecom, verificate che siano configurabili ossia che il loro firmware sia aperto prima di postare qui, perché se è bloccato nessuno può farci nulla. Non ci crederete, ma c'è gente che ha fatto causa alla Telecom per questo.
  14. Il problema è dato dalla reazione chimica che avviene all'interno della batteria. Non so quale sia la reazione precisa tale da potertela scrivere sotto forma di formula, ma se venisse caricata al 100% comincerebbe a soffrire del cosiddetto "effetto memoria" oppure "effetto pigrizia" (lazy-battery effect). Può essere spiegato così: Venne scoperto per la prima volta nelle batterie ricaricabili Nickel-Cadmio (Ni-Cd). Se queste batterie avevano una carica residua del 30% (cioè erano state scaricate al 70%) e venivano ricaricate, la batteria "ricordava" il 30% di carica rimanente e la rendeva inutilizzabile, a causa della formazione di cristalli di Ni-Cd; a quel punto, si poteva usufruire soltanto del 70% della capacità teorica della batteria. L'unico modo per "resettare" tutto era scaricare completamente tutta la batteria e poi ricaricarla completamente. Una vera scocciatura... Con le batterie Nickel-Metallo Idruro (Ni-MH) questo problema non è scomparso, ma si è tramutato in "effetto pigrizia", ossia la carica non viene "ricordata" ma soltanto vengono abbassati sia voltaggio che amperaggio della carica rimanente. La batteria del MacBook, che presumo sia agli ioni di Litio, soffre di un problema che c'entra poco con tutto ciò, ma che può essere spiegato così: se venisse caricata al 100%, non potrebbe più farlo in tutta la sua vita; ossia la carica 100% è come lo zero assoluto: un traguardo teorico ma praticamente irraggiungibile. Se viene visualizzato 100% nella carica, in realtà si tratta di un'approssimazione, perchè la carica in realtà sarà 99,9999999999999999% ... e così via. Spero di essere stato chiaro... Yo
  15. ehm, la soluzione a questo problema sembrerebbe apparentemente banalissima, cioè basterebbe premere "Connetti" e aMule si connetterebbe così ad uno dei server scelto a caso... ma probabilmente non è così, c'è qualcos'altro che impedisce la connessione... Innanzitutto prova a cliccare su Connetti, poi vedi cosa dice il "Log di aMule" più in basso. Magari c'è scritto "Hai ottenuto un LowID" ? Se posti qualche riga del log sarà più semplice aiutarti... Yo
  16. Quando WinZip uscì nel mercato, divenne subito famoso per le sue caratteristiche: intuitività , semplicità , ma soprattutto (nelle versioni un po' più avanzate) per quell'utility famosa che si chiamava - e si chiama tuttora - WINZIP SELF-EXTRACTOR, che permette di compattare files in un solo archivio, ed eventualmente, se viene spuntata la casellina dall'utente, eseguirne automaticamente uno: ideale per i setup. Io sto cercando una cosa simile per Mac OS X. Possiedo StuffIt 11 (non solo l'expander, la versione completa), ma sembra non avere nulla del genere. Idee ? Grazie in anticipo! Tyrexionibus
  17. Il mio problema sta nel fatto che i files .mp3 sono attualmente associati ad iTunes, mentre io vorrei riprodurli con VLC. Stessa cosa vale per alcuni video: uno, inspiegabilmente, di 730 MB circa, con QuickTime ultima versione viene fatto durare circa 30 secondi; con VLC, invece, più di 2 ore. Ovviamente sono stato in grado di assegnare solo quel video a VLC, ma la stessa storia non vale con gli mp3: non posso assegnarli tutti ogni volta a VLC. Che fare ? Della serie "un maldestro alle prese con un Macintosh" ............ Yo
  18. Volendo installare KVIrc 3.2.0, ho scaricato i sorgenti ma il programma andava in crash non appena avviato. Ho così dato uno sguardo ai requisiti minimi e ho visto che qt (richiesta ≥ 3.0) non era installata. Il che mi è parso strano, perché in una precedente installazione di Mac OS X, dove non mi ero minimamente preoccupato di installarla, KVIrc girava perfettamente. Probabilmente è stato il casino che ho creato installando, disinstallando e reinstallando dove mi pareva i programmi necessari all'esecuzione di ZeNmap, tuttora sospesa perché non so da che parte continuare. Passiamo ai fatti: kvirc-3.2.0 $ ./configure [tutto a posto finché]: ######################################################################### ### CONFIGURE ERROR: ### Can not find the qt 3.0 library file. ### Make sure that qt is correctly installed on your system, ### and the qt version is the one requested by this version of kvirc. ### (Usually a greater version is OK too) ### Try to run configure again, this time passing the --with-qt-library-dir ### option (see ./configure --help). ### You may also take a look at the config.log file in this directory, ### that will tell you which check has failed and maybe more about the reason ### of the failure. ### If you're feeling that this may be a bug in this configure script ### and want to report this to me , please include your configure script, ### the config.log file as well as the complete configure output. ######################################################################### Sono così andato nel sito di qt, ho installato la 4.3.3 con ./configure, su, make e make install: nessun problema. Ci ha messo più di 2 ore, ma nessun problema. Ma l'errore rimaneva uguale. Ho così cancellato la directory di qt da /usr/bin o dove ***** era e l'ho reinstallata con ./configure --prefix=/usr/bin, cosicché in futuro avrei saputo che /usr/bin/qt/* conteneva tutti i files e le cartelle necessarie. Fatto ciò: kvirc-3.2.0 $ ./configure Stesso errore! Ma stavolta... kvirc-3.2.0 # ./configure --with-qt-library-dir=/usr/bin/qt/lib --with-qt-include-dir=/usr/bin/qt/lib/include --with-qt-moc=/usr/bin/qt/bin/moc Insomma, l'ho imboccato di TUTTI i parametri necessari alla compilazione, pensando: stavolta non potrà dire che qt non esiste! Risultato: ########################################################### ### CONFIGURE ERROR: ### Failed to compile the Qt library test program. ### This may be a bad sign ### First of all, make sure that qt is correctly installed on your system, ### and the qt version is the one requested by this version of kvirc. ### Ensure that you have only one copy of qt visible at a time. ### You may also take a look at the config.log file in this directory, ### that will tell you which check has failed and maybe more about the reason ### of the failure. ### The CPPFLAGS used were: ### -I/usr/include ### -I/usr/bin/qt/lib/include ### The CXXFLAGS used were: ### -O2 ### -Wall ### -g ### -O2 ### The LIBS used were: ### -L/usr/X11R6/lib ### -L/usr/bin/qt/lib ### -lqt ### -lSM ### -lICE ### -L/usr/X11R6/lib ### -lX11 ### -lXext ### The LDFLAGS used were: ### -s ### If you're sure that qt is correctly installed , you may force configure ### to skip this check and try to compile kvirc anyway. ### Try using the --without-qt-check option. ### If you're feeling that this may be a bug in this configure script ### and want to report this to me , please include your configure script, ### the config.log file as well as the complete configure output. ############################################################ Questi sono i momenti che mi fanno veramente sclerare... Che fare ? HELP!!!
  19. Ieri, Microsoft Office 2004 per Mac OS X ha improvvisamente cessato di funzionare. Probabilmente, anzi sicuramente, è stato a causa del mio casino di installazioni di programmi (installati anche più di una volta e anche in più di una cartella) per far funzionare l'interfaccia grafica di Nmap, ZeNmap (che tuttora non funziona perché GTK+ non riesce a trovare la libreria JPEG che invece è presente, ma questo non è il thread adatto). Ogni programma di Office, cliccando sull'icona nel dock, "saltava" una volta e poi andava in crash, senza alcun messaggio d'errore: semplicemente si rifiutava di avviarsi. Lo stesso facevano le utility di ricovero/ripristino/disinstallazione di Office, per cui l'unica soluzione è stata quella di buttare tutti gli eseguibili & affini, salvando tutti i dati. Sono così passato ad iWork '08, che fra l'altro avevo già acquistato, ma che avevo in piano di installare più tardi perché al momento avevo molti documenti fatti con Word, ed ignoravo che i due pacchetti fossero compatibili. Per cui ora Word è stato rimpiazzato (ben volentieri) da Pages; lo stesso non posso dire per Entourage che è stato rimpiazzato da Mail 2.1.1 (752.3) . In sostanza, Mail è lentissimo! Ci ha messo ere geologiche a verificare che la mia configurazione dell'account [email protected] fosse corretta con i parametri IMAP4, dopodiché finalmente ho potuto riprendere a scrivere messaggi, e a scaricare quelli che ancora erano rimasti nel server (grazie IMAP4!!). Io, con Entourage, gestivo due account e-mail: uno @tin.it che è dei miei (IMAP4 anche quello, perché utilizziamo computer diversi e così possiamo restare sincronizzati) e l'altro [email protected] appunto, IMAP4 come detto prima. Entourage chiedeva le password, ma nel giro di max 25 secondi/account scaricava ed inviava tutta la posta, a meno che non ce ne fosse una quantità davvero spaventosa. Mail è veloce a ricevere messaggi, ma quando si tratta di spedizione un bradipo vincerebbe una corsa ad ostacoli! Il mio Mail figura così: In realtà io ho inviato dei messaggi, ma la casella Inviata è completamente vuota! L'unica prova che posso avere per sapere se un messaggio è stato inviato è mettere il mio stesso indirizzo in Cc: Che sia per questo ? "Conserva la posta inviata nel server" mi farebbe pensare che verrebbe messa da qualche parte nelle cartelle del server (e quindi non sarebbe più accessibile da Mail), ma è soltanto una mia ipotesi. Un grazie sincero a chi mi aiuterà a risolvere questo problema... da principiante! Tyrexionibus
  20. Ieri, Microsoft Office 2004 per Mac OS X ha improvvisamente cessato di funzionare. Probabilmente, anzi sicuramente, è stato a causa del mio casino di installazioni di programmi (installati anche più di una volta e anche in più di una cartella) per far funzionare l'interfaccia grafica di Nmap, ZeNmap (che tuttora non funziona perché GTK+ non riesce a trovare la libreria JPEG che invece è presente, ma questo non è il thread adatto). Ogni programma di Office, cliccando sull'icona nel dock, "saltava" una volta e poi andava in crash, senza alcun messaggio d'errore: semplicemente si rifiutava di avviarsi. Lo stesso facevano le utility di ricovero/ripristino/disinstallazione di Office, per cui l'unica soluzione è stata quella di buttare tutti gli eseguibili & affini, salvando tutti i dati. Sono così passato ad iWork '08, che fra l'altro avevo già acquistato, ma che avevo in piano di installare più tardi perché al momento avevo molti documenti fatti con Word, ed ignoravo che i due pacchetti fossero compatibili. Per cui ora Word è stato rimpiazzato (ben volentieri) da Pages; lo stesso non posso dire per Entourage che è stato rimpiazzato da Mail 2.1.1 (752.3) . In sostanza, Mail è lentissimo! Ci ha messo ere geologiche a verificare che la mia configurazione dell'account [email protected] fosse corretta con i parametri IMAP4, dopodiché finalmente ho potuto riprendere a scrivere messaggi, e a scaricare quelli che ancora erano rimasti nel server (grazie IMAP4!!). Io, con Entourage, gestivo due account e-mail: uno @tin.it che è dei miei (IMAP4 anche quello, perché utilizziamo computer diversi e così possiamo restare sincronizzati) e l'altro [email protected] appunto, IMAP4 come detto prima. Entourage chiedeva le password, ma nel giro di max 25 secondi/account scaricava ed inviava tutta la posta, a meno che non ce ne fosse una quantità davvero spaventosa. Mail è veloce a ricevere messaggi, ma quando si tratta di spedizione un bradipo vincerebbe una corsa ad ostacoli! Il mio Mail figura così: In realtà io ho inviato dei messaggi, ma la casella Inviata è completamente vuota! L'unica prova che posso avere per sapere se un messaggio è stato inviato è mettere il mio stesso indirizzo in Cc: Che sia per questo ? "Conserva la posta inviata nel server" mi farebbe pensare che verrebbe messa da qualche parte nelle cartelle del server (e quindi non sarebbe più accessibile da Mail), ma è soltanto una mia ipotesi. Un grazie sincero a chi mi aiuterà a risolvere questo problema... da principiante! Tyrexionibus
  21. Quando nel 2001 venni per la prima volta a sapere cosa era l'ATIP e come si misurava la qualità approssimativa di un supporto ottico prima di scriverlo, praticamente analizzavo l'ATIP di ogni disco prima di scriverlo - e in caso di qualità pressoché pessima... non lo restituivo, ma evitavo di comprarlo la volta successiva. Le marche che più stimavo erano, non in questo preciso ordine, la Sony, la TDK e la Verbatim. L'anno scorso ordinai una campana di 100 CD-R Verbatim bianchi (non Azo né CrystalBlue quindi) a 33,00 EUR + spedizione su eBay, e scoprii che l'ATIP citava come casa produttrice la Moser Baer India Limited. Da quel momento mi è venuto lo schiribizzo di controllare gli ATIP nuovamente, ma sono di fronte ad uno scoglio: Non sembrano esistere lettori di ATIP per Mac OS X! Li ho cercati a lungo, e l'unico che ho trovato è il nipponico DVD-qualcosa, che però va in crash non appena lo apro e in ogni caso leggerebbe solo DVD+/-R da un lettore, non un masterizzatore; cosa impossibile perché nel mio MacBook Pro è ovviamente presente un masterizzatore. Che voi sappiate ce n'è qualcun altro ? Mi sarebbe molto utile. Questa è la mia esperienza con i CD-R: I Sony SUPREMAS si sono dimostrati i migliori (quelli che hanno retto di più) nel tenere codificata la precisione DPM del gioco Soldiers: Heroes of World War II (che io ed un mio amico abbiamo tentato di replicare per mesi); tuttavia, dopo un certo lasso di tempo, gli intervalli di autenticazione aumentavano sempre più ed ora il gioco viene rilevato al 100% come copia. I TDK si sono rivelati i migliori nei miei test audio (pitch, distorsione e così via), rilevati anche dalle mie attrezzature da DJ. I Philips si sono dimostrati sorprendentemente scarsi, per due ragioni: - Nella scrittura LightScribe, hanno rivelato, con uno dei migliori masterizzatori LS in giro (il LaCie L2), uno scarsissimo contrasto, rendendo le scritte impresse praticamente illeggibili. - Nella scrittura audio con un brano i cui BPM "oscillavano" (cioè un brano contenente suoni a caso ma con sotto una cassa che variava di continuo, ma di pochissimo, tipo +/- 0,001 BPM/sec) il masterizzatore era stato istruito di normalizzarli cioè fissarli al numero che volevamo e che rappresentava la media (140 BPM nel caso); ebbene, il disco Philips ha invece mantenuto un'oscillazione piuttosto ampia, andando anche oltre (in + e in -) di 1 BPM, il che viene notato benissimo da un orecchio allenato. Questo li rende i peggiori CD-R per la scrittura audio mai testati (da me). Sottomarche come HP, TraxData, Imaging e/o altre non le ho neppure prese in considerazione. Tyrexionibus
  22. E, aggiungo io, il software con cui mi son trovato meglio per registrare le mie sessioni mixate (lavoro in radio come DJ) collegando schede audio esterne, mixer, CDJ-100, processori di effetti ed amplificatori è Audacity. Semplice da usare e intuitivo da capire Per il resto quoto matbard. Yo
  23. Problema risolto! Incredibilmente, senza l'aiuto di chicchessia... tutto fatto da solo! Facendo ./configure, il file di configurazione programma i file di installazione per essere installati in /opt/local. Io, invece, gli ho dato il comando ./configure --prefix=/usr/ in modo che tutti i file venissero copiati in /usr/bin, /usr/lib, ecc ecc... ... e immediatamente dopo aver fatto make e make install da root il comando port è stato riconosciuto! Ora si passa alla prossima parte...
  24. Mio OS: Mac OS X Tiger 10.4.11 con tutto il software aggiornato MacPorts ? L'ho già installato, perché era richiesto per un altro programma che c'entrava con ZeNmap. Ora che, leggendo le istruzioni su come farlo funzionare per aiutarmi nell'installazione di programmi "recidivi" (facendo sudo port selfupdate e poi sudo port install <portname>), mi ritrovo di fronte al seguente errore: Ci risiamo!