aisha

Members
  • Content Count

    22
  • Joined

  • Last visited

About aisha

  • Rank
    Novizio

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Aisha
  1. aisha

    Consiglio libri

    Eccomi, in ritardissimo! Grazie dei consigli, a conti fatti mi sa che (anche grazie a un buono da spendere su amazon) mi porto a casa tutti e 4 i libri, così per un po' ne abbiamo! :-) Poi magari nei prossimi mesi valuto anche quelli più tosti, ma per il momento credo possa bastare così!
  2. aisha

    Consiglio libri

    Ciao a tutti. Intanto, spero di non aver clamorosamente sbagliato sezione del forum, ma non ho trovato niente che mi paresse più adatto. Scrivo qui perché, magari, riesco a trovare qualche buon consiglio su un paio di libri. Il primo non è per me ma è per un'amica che vorrebbe conoscere un po' meglio il "mondo" dell'impaginazione; usa ID da un po', non è una professionista e mi ha chiesto se le posso dare qualche titolo di libri legati, in via molto generale, all'impaginazione. Non è a livello di non sapere cosa sia una vedova o cosa sia il track, diciamo che è a un livello "base". Esiste qualcosa che le aiuti ad approfondire l'argomento, a prescindere che sia o meno incentrato su ID? Il secondo interessa a me: cercavo qualcosa che mi aiutasse a conoscere la tipografia (ovviamente non intesa come "azienda tipografica"); se c'è una parte "storica" ben venga, ma non è strettamente indispensabile. Avevo visto questo: Mastering Type: The Essential Guide to Typography for Print and Web Design: Denise Bosler: 9781440313691: Amazon.com: Books ma devo dire che andare alla cieca su amazon è sempre un terno al lotto e purtroppo in libreria non si trova praticamente nulla a cui dare una sfogliata. Entrambi, per finire, sono ok sia in italiano sia in inglese, non fa alcuna differenza. Oddio... diciamo che non fa "grandi differenze"! ;-) Sapete darmi una mano? Grazie! Aisha
  3. Grazie a entrambi, a questo punto lo mando diretto e senza problemi sulla suite in inglese, e con i 500 euro che avanza mi faccio offrire una cena di pesce! Non mi spiego, a questo punto, la differenza di prezzo, ma credo che vivremo felici anche senza saperlo! Ciao! A.
  4. Ciao! Un caro amico, dopo essersi fatto un po' di pratica con versioni trial e via dicendo, ha finalmente deciso di acquistarsi la creative suite design standard visto che sta iniziando a lavorarci "seriamente". Lavora soprattutto con ID, un po' di PS e zero AI, ma gli conviene comunque prendersi la suite intera. Ora, il problema nasce con la lingua: il ragazzo in questione se la cava benissimo con l'inglese e sarebbe tentato di prendere la suite in inglese (1420€) invece della suite in italiano (1950€). Per le interfacce dei programmi, no problem; per i programmi, in generale, altro no problem. Il dubbio nasce su ID: acquistando il prodotto in inglese e lavorando con testi in italiano, ci possono essere problemi di sorta? Penso, ad esempio, alla sillabazione: non è che con il programma in inglese perde le regolette dell'italica sillabazione? E ci possono eventualmente essere altri problemi? Purtroppo io sto usando una versione in italiano, idem lui con le demo (ormai scadute). Qualcuno sa dirmi qualcosa in proposito? Quei 500€ uno se li risparmia anche volentieri! Grazie e buone feste a tutti! A.
  5. Mi "autorispondo"! Come dal sito adobe, anche da Amazon non è possibile ricevere in italia il software, quindi niente Suite in inglese. Forse ho scoperto l'acqua calda, o forse ho solo avuto troppa fretta nello scrivere il messaggio.. scusate!
  6. Salve a tutti! Dovendo acquistare la Creative Suite 3 Design Standard (in particolare per ID), mi sono fatta un po' un giretto per il web alla ricerca dei prezzi. In Italia siamo attorno ai 2000 euro iva inclusa, i prezzi oscillano un attimo ma siamo sempre lì! Per curiosità , mi sono fatta un giretto su amazon (visto che ho lo store adobe già impostato per l'Italia! ) e sono sbiancata: 1180 dollari, circa 875 euro! Ok che ci saranno da aggiungere qualche mille lire per la spedizione, ma non credo che si arrivi al cifrone richiesto per la versione italiana! Ora, però, le paturnie del caso: - con l'inglese non ho troppi problemi, quindi ita o eng non fa differenza - avrò problemi con la versione in inglese, usandola sia su un mac sia su un pc con windows? (ovviamente acquistando una versione per mac e una per pc!) - eventualmente dallo shop adobe si può prendere anche la versione in inglese? - qualcuno "ci ha già provato"? Grazie per eventuali interventi!
  7. aisha

    Trova font

    Grazie Albertocchio, soprattutto per avermi fatto vergognare così tanto! A volte gli strumenti che si cercano hanno nomi normali come "Cerca / Trova" e non "localizza font con percentuale di utilizzo molto bassa" o "trova font con dimensione matematicamente superiore/inferiore a ..." La prossima volta giuro che cercherò quello che mi interessa nelle voci di menu che conosco, senza imparanoiarmi su idee malsane!!!! Grazie! Aisha
  8. aisha

    Trova font

    Poco ma sicuro, la funzione "Trova font" di ID è comodissima, ma sto cercando qualcosina di "migliore" per risolvere un problemino che mi sta facendo ammattire! In pratica, importando un testo, la dimensione del font è sempre di 11 ma, a volte, passa a 12 (giusto per qualche paragrafo, poca roba in verità !). La "colpa" è del file sorgente, quindi non è ID che fa cose strane! Ora, senza dovermi spulciare pagine e pagine di testo per trovare il font impostato a 12, c'è un modo per fare un "trova font per dimensione" e quindi sostituirlo? Purtroppo non posso nemmeno selezionare tutto il testo e sostituire la grandezza del carattere, visto che ci sono alcune parti scritte in 14 e alcune in 10... Idee?
  9. Ebbene, dopo un po' torno a rompere l'anima con le mie questioni pseudo-esistenziali su indesign! Sono sempre alle prese con il mio bel "libercolo" e mi sono intestardita sulla crenatura. Nello stile di base del testo ho lasciato il default (metrica) ma poi giungo a leggere questo: http://www.adobe.com/it/print/features/idsettype/page7.html dove pare che la crenatura ottica sia la soluzione di tutti i mali. Testarda, apro la guida di indesign e vedo l'esempio di crenatura con la parola "Watermark": con crenatura ottica la "W" e la "a" sono lontanissime, e l'effetto risultante è bruttino, mentre con la metrica il problema si risolve. Adesso, ho 2 "fonti autorevoli" che mi hanno mandata in tilt! Capisco che per una sola pagina o in una scritta si possa impostare manualmente la crenatura carattere per carattere (o quasi) perchè è umanamente possibile controllare il risultato, ma io che di pagine ne ho a decine come mi comporto? Scelgo ottica o lascio metrica? Per la cronaca, uso come font un brioso pro! (sempre regular, con qualche raro corsivo e niente più!) Ciao e grazie a chiunque voglia dire la sua! A.
  10. Sarà magia, ma non ho perso nulla! Attenzione, qui non c'è magia, non c'è trucco e non c'è inganno! Ovviamente non ho formattato la pagina selezionando la porzione di testo visibile ed applicando lo stile. Dal menu ho dato un bel "seleziona tutto" con cui "tutto" ha preso lo stile! Ma da qui a dire "tutto bello e pronto con 2 passaggi" ne passa...
  11. E finalmente, dopo la "parte 2", arriva anche la parte 3! Intanto, grazie davvero a tutti coloro che sono intervenuti nei vecchi thread. Ma adesso, "let's go to the business"! Eravamo rimasti al fatto che stavo vedendo quale fosse il metodo migliore e meno dispendioso in termini di tempo per impaginare qualcosa come 350 pagine (adesso ho il numero preciso! ... e fra l'altro ho cambiato testo rispetto al precedente!). Ho imparato, sia dalle risposte sia "a mie spese" che non esiste un metodo universale ma che comunque ci sono degli accorgimenti e delle cose da fare e da non fare che possono comunque rendere il lavoro meno "ostico". Vado quindi a riassumere quello che ho fatto fino a questo momento, così poi mi potete dire se ho fatto inutili diavolerie o se me la sto cavicchiando! 1) preparazione della "griglia". Nonostante stia impaginando "for fun" e non per lavoro, ho deciso di crearmi un "griglia.indd" sul quale lavorare. Ho impostato le pagine mastro essenzialmente con i bordi che mi servono, i numeri di pagina e gli stili di base (tipo testo_base, titolo, testo_note, testo_numeri_pagina e via dicendo). 2) preparazione delle pagine "introduttive. Ho preparato le prime 6 pagine "introduttive", con il titolo del libro, l'autore, la casa editrice (Aisha publishing suona bene, no? ), la tipografia (Aisha printing, giusto per megalomania!!), l'anno di copyright e qualche altra piccola cosa! Niente mastro per queste pagine! 3) importazione testo word. Casella di testo a pagina 7, Inserisci -> mi cerco il mio bel file -> Ok. Modifico le opzioni di importazione et voilà , la prima pagina è pronta! [nota sul testo: è scritto tutto in times new roman 12, che diventerà Garamond, con qualche corsivo qui e là ed alcune parti - ho deciso io per complicarmi la vita - andranno impaginate con un font differente dal principale, un qualsiasi font senza grazie. Al massimo qualche riga, comunque, niente di più! Nel testo, sono 2 conversazioni telefoniche, giusto per rendere l'idea!] 4) sistemazione della prima pagina. Seleziono tutto e applico il mio stile "testo base", così il testo mi prende il nuovo carattere, la nuova grandezza, l'interlinea e tutto quello che ho deciso nello stile relativo. Così facendo, non perdo i corsivi che sarebbe stato un caos individuare! 5) importazione di tutto il testo aggiungo una pagina e tramite lo scorrimento continuo ho il mio bel documento pronto, con tutto il testo già formattato con il mio stile di base. 6) sistemazione del font "alternativo". In primis, ho creato lo stile di carattere (NON di paragrafo) "stile_telefono", impostando tutte le caratteristiche di questo nuovo font. Ho selezionato le parti di testo che mi interessava cambiare ed ho assegnato loro il nuovo stile. Ho preferito fare uno stile di carattere piuttosto che uno stile di paragrafo per il semplice fatto che le parti da modificare possono essere miste a parti di narrazione "normale", dove quindi deve rimanere lo stile di base. Ho fatto bene? 7) ultimi ritocchi! Una volta terminato, decido che il garamond non mi piace più e lo cambio! Scelgo il nuovo font, lo imposto nello stile di base, premo ok, aspetto un paio di giorni ( ) et voilà , tutto sistemato! Tutta 'sta cosa non mi ha portato via moltissimo tempo, e devo dire che mi ritengo soddisfatta del risultato del lavoro. Per la cronaca, ho sostituito il Garamond con il "Brioso pro", visto che il testo che ho per le mani parla di vampiretti e vampirette, e mi piaccioni molto le grazie "gotiche" del brioso! Secondo voi che avete a che fare ogni giorno con i font, il Brioso Pro è un buon font da utilizzare per 350 pagine o diventa pesante da leggere? Eventuali alternative? Ecco, è tutto! Qualsiasi intervento/dritta/consiglio è ben accetto! Ciao! A.
  12. Ciao a tutti! Sto facendo delle prove di impaginazione di un volumetto in A5 che conterrà solamente del testo. Questo "volumetto" sarà il primo di una serie, e conterrà degli "stralci" di racconti horror/dark e similari. Tali volumi saranno realizzati come ebook, quindi in PDF, anche se c'è la possibilità che più avanti vengano stampati. Cercavo, per questo, un font un po' "differente" dai soliti, che mi porterò dietro per tutti questi piccoli volumi, sempre che l'interesse (ed il tempo libero di chi li realizza!) continui ad esserci. Cercando su dafont, mi sono imbattuto su questo: http://www.linotype.com/137/bernhardmodern-family.html che non mi dispiace (anche se devo fare un paio di stampate per vedere effettivamente che effetto dà su carta!). L'unico "neo", che forse è proprio la particolarità del font stesso, è che le "stanghette" delle lettere (scusate ma mi mancano i termini tecnici! ) sono forse un po' troppo alte rispetto al resto. A voi che impressione dà ? Dite che possa essere di facile lettura? In alternativa, conoscete font abbastanza simili al suddetto, del quale mi piacciono soprattutto le grazie? Grazie a chiunque voglia intervenire! Aisha
  13. Rieccomi qui con una puntatina veloce veloce: non sono sparita lasciando cadere al vento i vostri suggerimenti, solo che non ho molto tempo di fare granchè di prove e test quindi attendo i primi "esiti" prima di rifarmi viva di nuovo! Fra l'altro, visto che ci sono chiedo una cosetta veloce veloce: solitamente, quali sono i font che si utilizzano maggiormente nell'ambito dei libri di narrativa? Al momento sto usando un classicissimo "times new roman" (importato direttamente dal documento originale), ma mi sa che ci sono delle alternative ben più "belline"! Come sempre, lascio spazio agli esperti! A breve ... spero!
  14. Io mi dissocio completamente! Cmq grazie ancora per le dritte, adesso "vedo di rivedere" il metodo!
  15. premio_oscar: intendo che copio da word un paragrafo, lo importo senza formattazione in indesign, lavoro sugli stili e via così! albertocchio: proverò a vedere cosa mi conviene di più fare, a seconda della situazione! Grazie!