lorenzo

Members
  • Posts

    528
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by lorenzo

  1. Se vai a vedere su http://www.apple.com/it/pro/ trovi alcune cose sull'utilizzo del Mac in musica oppure sul forum http://www.macitynet.it/forum/forumdisplay.php?f=55 Ti posso aggiungere che ho un amico compositore e produttore musicale professionista che usa un PB 15 dell'anno scorso insieme ai Pro Tools (software e periferiche hardware) e fa anche registrazione live su hard disk e su DAT. Mi dice che è molto soddisfatto anche se a livello di manutenzione tiene il PB in uno stato pietoso....però non si pianta mai! metti in conto un pacco di RAM (almeno almeno un giga) per risultati più che dignitosi.
  2. Turbobradipo, non perdere tempo inutile: se hai fatto il test hardware, il 'ripara disco', il 'ripara permessi' e hai tutti gli updates installati e continui ad avere problemi, chiama il tecnico Apple. Il G5 è in garanzia, no? Certe cose falle quando avrai più esperienza e sicurezza, o lasciale fare a qualcuno che ne ha più di te. Se non ti senti sicuro non rischiare. Almeno finchè il Mac è in garanzia! Ho esperienze (rare per fortuna) di persone che per poca perizia hanno bruciato HD nuovi e moduli di ram....non che cambiare un modulo ram sia così difficile, però.
  3. Non sono un esperto ma ho amici che lavorano nel settore e mi risulta che Vectorworks lavori benissimo con il formato DXF sia in input che output. Certo dovrai imparare a utilizzare due programmi differenti che fanno più o meno le stesse cose e all'inizio faticherai un pò. Ma pensa ai grattacapi che ti risparmi con il Mac, e poi al fatto che la tua versatilità professionale aumenta enormemente. A parte il fatto che se metti 1 GB di ram secondo me puoi fare anche l'autocad in emulazione. Non si pianterà , ma non ti aspettare velocità vertiginose.
  4. (sei un fan del grande Iggy, no?) Allora, dai dati che ci porti non si capisce granchè ma capisco che è difficile essere più precisi se si ha poca esperienza... Ecco cosa farei io: - fai tutti gli aggiornamenti software dal sito Apple, del Mac OS e di tutte le applicazioni Apple (Pannello di controllo/Aggiornamento software). Aggiorna anche, se possibile, tutto il software non Apple che utilizzi abitualmente. - Avvia il Mac dal primo CD di installazione tenendo premuto il tasto C all'avvio. Una volta entrato, apri Utility Disco sotto menu File (mi sembra) e fai girare 'ripara Disco' e 'ripara Permessi disco' - Se i problemi permangono, non so se i G5 vengono forniti con un CD di diagnostica (una volta lo davano), se ce l'hanno dovresti avviare il mac con quello, tenendo premuto il tasto C all'avvio. Fai tutte le routines di diagnostica, vedi se ti restituiscono errori. Se ci sono errori, chiedi un intervento tecnico. A proposito, quando fai il test, stacca tutte le periferiche esterne o non espressamente certificate da Apple per essere utilizzate con il G5. A questo punto, staccate le periferiche esterne, siamo abbastanza certi che c'è un problema hardware.
  5. Se vai spesso in giro fatti un IBook 12' con un bel disco e 1 giga di ram, quando sei a casa attaccalo al tuo monitor VGA con l'apposito adattatore. Per cominciare. Se non ti serve un portatile comincia con un MacMini. tutti e due sono rivendibili benissimo, se deciderai di prendere qualcosa di più potente. Ovviamente, se puoi, vai da qualcuno che conosci e che usa Mac OS X e provalo. ci sono in giro anche rivenditori molto disponibili.
  6. guarda, proprio questi giorni sto facendo i conti se far comprare dei Pc o dei Mac per il posto dove lavoro. Oggi mi è più facile far comprare i Mac, perchè a parte tutti i vantaggi di cui si è già parlato, se paragoni i prezzi di PC DI MARCA (IBM, Dell, Compaq-HP) a parità di configurazione hardware-software, viene fuori che gli Apple sono addirittura vantaggiosi. E' chiaro che non puoi paragonare un Mac con l'assemblato fatto sotto casa. Guardati un pò i listini e vedrai che, male che ti vada, un Mac costa pochino di più (considerando tutto). Ritorno sull'argomento professione: se il sistema ti serve per lavorare, pensalo in termini di investimento e non di spesa. pensa se, considerando tutto, il Mac ti farà essere più produttivo. A quel punto non c'è scelta, per me. Magari all'inizio compra un usato ben carrozzato e poi appena hai un pò di reddito fatti l'agognato G5 BiPro. Non so se nessuno l'ha già detto, ma sull'usato i Mac sono assegni circolari e di solito tutte le statistiche dicono che la vita operativa media di un Mac è superiore a quella di un PC Win. E lo posso confermare per esperienza personale, adoperando al lavoro ambedue i sistemi.
  7. - non sono paragonabili nel senso che le prestazioni complessive di un PC sono dovute solo in parte al processore. Nell'uso comune il processore conta per un 20%, più o meno. Tieni conto anche che i GhZ di velocità dichiarati sono, per questo motivo e per altri motivi tecnici, quasi simbolici e fanno spesso solo marketing per un pubblico di clienti ignoranti (nel senso letterale che non sanno) e pilotati dai commercianti. La cosa migliore è un sistema in cui software e hardware lavorano bene insieme. OS X e il Mac sono fatti tutti e due da Apple e questa è una garanzia.
  8. Insomma un minimo di pazienza ce la devi avere però... tieni conto che sul OS X c'è un aiuto in linea molto dettagliato, non velocissimo ma dettagliato che spiega proprio tutto quello che un utente proveniente da Windows vorrebbe sapere...puoi fare anche domande, non so tipo 'come faccio per masterizzare un cd'? 'come faccio per ridimensionare una finestra?' Dacci un'occhiata. Ti risolverà molti dubbi. Dalla mia esperienza gli unici problemi che possono fare riavviare un Mac con OS X sono hardware. Accertati che la tua chiavetta USB sia compatibile con Mac. Ricordati di impostare l'aggiornamento automatico del software di sistema dal pannello di controllo oppure puoi accederci dal menu mela. Il bello è che da lì trovi subito gli aggiornamenti per tutto il software Apple tipo ILife. Se devi riavviarlo ci deve essere SICURAMENTE un problema hardware, di solito con qualche periferica. Per fare una controprova, togli tutte le periferiche 'sospette' (non certificate per OS X) e per un pò usalo così. Vedrai che non si pianta, al limite qualche programma si può piantare ma non ti blocca il sistema per nessun motivo. Per ciò che riguarda i bachi del software, qualcuno ce ne ha anche quello di Apple (non credevi di andare in Paradiso comprando un G5, no?), ma ti assicuro che gli update su OS X escono e risolvono i problemi. Aggiorna perciò OS X quando escono gli updates e fa così anche per gli applicativi che usi abitualmente. Cmq, niente a che vedere con le valanghe di aggiornamenti di sicurezza che affliggono 2000/XP!! manutenzione: ogni tanto serve anche quella: ti direi una volta al mese di avviare il Mac dal CD di installazione, (metti il CD, avvi tenendo premuto il tasto C) avviare Disk Utility, fargli fare un giro con 'ripara disco' e 'ripara privilegi'. Ti porta via 5 minuti e non fa mai male. Deframmentare generalmente non serve, visto che le caratteristiche del nuovo OS includono uno sfruttamento molto razionale del file system e dello spazio su disco (come spiega Apple in un suo documento tecnico di cui ora non mi ricordo l'indirizzo). Devi solo tenere attivato il 'Journaling', ma di serie dovrebbe essere così su tutti i nuovi sistemi (per cui basta che non deselezioni manualmente l'opzione relativa sulla utility disco).
  9. Pietro dice una cosa sacrosanta: ho un IMac DV 400 del 2000, con Panther va che è una meraviglia. Per gli utilizzi quotidiani (internet, email, DVD, MP3, WP, piccoli montaggi audio-video etc.) va benissimo. trovatemi un PC di 5 anni fa con Win XP pro caricato che giri nella stessa fluida maniera...
  10. un piccolo contributo http://www.macitynet.it/forum/showpost.php?p=354315&postcount=12 Machew, che aspetto ti interessa di più? l'interazione uomo-macchina, l'aspetto identitario dell'utente MAC o PC, l'interazione tra gli utenti (community), la 'filosofia' progettuale e costruttiva del sistema, o cosa?
  11. Ho un DV 400 viola con 512 Mb ram e HD da 80. Va benissimo con il 10.3.7. Anche la velocità è soddifacente. Aggiornalo pure ma metti RAM e un disco grande. Il 9.2 gira bene come Classic anche se puoi fare il doppio boot. Il crash dei dischi originali in certe partite era dovuto a una difettosità degli IBM di prima fornitura. Anche il mio è saltato (purtroppo fuori garanzia). Se devi sostituirlo usa pure un qualsiasi ata 100 a 7200 rpm. I Maxtor, per fare un esempio, vanno benissimo. Ne ho installati 2 su due DV 400 identici. Le istruzioni si trovano (in inglese) su internet, basta fare una ricerca su Google. Per il resto è andato tutto benissimo, lo cambierò solo perchè lo schermo da 15 è ormai un pò piccolo.
  12. Per chi sa leggere in linglese consiglio di visitare www.linuxinsider.com dove spesso parlano (bene) di Mac oppure http://www.killerbytes.com/Mac%20Advocacy/MACvsPCCombined.pdf Un bel report pieno di documentazione e links ad autorevoli fonti. ...A me basterebbe che il mio IMac facesse il caffè....per il bucato c'è già la Bosch bianca...
  13. Questo era un messaggio per il vecchio forum, alla discussione sui power users PC che passano a Mac...penso possa andare bene anche per questa qua. ------------------------------------------------------ Proviamo a vederla da un altro punto di vista... Chi è il power user? Letteralmente è l'utente avanzato, esperto, colui che sa adoperare lo strumento al massimo delle possibilità in relazione al suo utilizzo professionale/primario. Esempio: sono un web designer, so usare sistema operativo/applicativi al massimo delle loro possibilità per i miei scopi professionali. Mi sembra che sia una figura sostanzialmente differente da un tecnico informatico fanatico degli aspetti tecnologici o un techno-freak, come dicono gli anglosassoni. Allora, per estrema semplificazione, a un utente avanzato non importa niente di cosa c'è 'sotto il cofano'. Basta che faccia il suo lavoro e lo faccia bene. Invece un tecnico o un techno-freak è tenuto a saperlo, anzi. ci gode a farlo. Smitizziamo: il PC o il Mac sono come una lavatrice o un qualsiasi elettrodomestico. Devono essere ben progettati, facili da usare, ergonomici, consumare poco, robusti, fare il loro lavoro fino in fondo. Poi, se sono anche belli, tanto meglio! Chi se ne frega del BIOS e del registro di sistema? Cosa me ne cala dei jumpers sulla scheda madre (ovviamente dal punto di vista dell'utente avanzato, NON DEL TECNICO). A me non importa di sapere come è fatta la mia lavatrice, basta che rispetti i requisiti che ho elencato. Il resto lo lascio al mio tecnico riparatore di fiducia (o volete mettervi a smontare la lavatrice ogni volta che fa le bizze?). Insomma, se una lavatrice appena comprata mi si bloccasse a metà lavaggio dicendo sul display di ritirare fuori i panni, rimettere il detersivo e ricominciare da capo il lavaggio, la riporterei subito dal rivenditore. Perchè gli utenti (avanzati) non fanno così anche con i computers? Preferireste una lavatrice velocissima, che lava in 5 minuti, ma che ogni 7-8 lavaggi presenta il difettuccio di cui sopra, o una che ci impiega 7 minuti ma non si blocca? Purtroppo i PC/MAC non sono così avanzati come le lavatrici e purtroppo la maggior parte degli utenti di computers ha ancora un rispetto reverenziale verso questi sistemi e qualche volta pensa di aver fatto qualcosa di sbagliato quando invece è la macchina che li pianta in asso. E' un pò una sindrome da 'grande fratello', quello di Orwell però. Come 'power user' Mac e Pc, usandoli da 12 anni entrambi in tutte le loro incarnazioni di OS e CPU, sempre più sono convinto della 'filosofia della lavatrice' e penso che la maggior parte degli utenti Mac la pensi allo stesso modo. (A scanso di equivoci, nel corso degli anni, avendo a che fare con i PC anche per manutenzione e troubleshooting, ho dovuto imparare a mettere le mani nel BIOS, nei registri di sistema e anche sui jumpers degli HD e della scheda madre.) Vi risparmio qui considerazioni e casi specifici e concludo: per una esperienza al limite del tutto personale, il Mac è quello che risponde meglio alla 'filosofia della lavatrice'. Tanto mi basta.