LucianoDG

Members
  • Posts

    350
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by LucianoDG

  1. Dovresti controllare, se puoi, come è stato registrato l'audio nelle cassette DV.

    La mia videocamera per esempio può registrare a 12 bit o a 16 bit.

    Nel primo caso occorre che il sample rate audio della sequenza sia impostato a 32 kHz, nel secondo caso a 48 kHz (in Sequence Setting e in Capture Preset)

    A dire il vero questo setting non dovrebbe incidere sul sincro audio/video, ma

    solo richiedere un successivo rendering dell'audio. Tuttavia è bene che il sample rate dell'audio corrisponda, perchè altrimenti potrebbe verificarsi una perdita di dati, e quindi di sincrono, in fase di acquisizione.

  2. Dopo l'aggiornamento con il nuovo Safari non riesco più accedere al Paschihome. :(

    Compare questa schermata:

    Microsoft VBScript runtime error '800a000d'

    Type mismatch: 'cint'

    /paschihome/HomeBanking/flogin1.asp, line 49

    ma cos'hanno sul server? Windows? :mad::(

    Ho esattamente lo stesso problema.

    Hai trovato qualche soluzione?

    Io per fortuna ho fatto un backup prima di aggiornare a 10.4.7. Ho ripreso Safari 2.0.3 dal backup e l'ho messo al posto del nuovo 2.0.4 (dopo aver zippato e copiato questo in un'altra cartella).

    Adesso tutto è tornato a funzionare come prima, però devo rinunciare a Safari 2.0.4. Chissà cosa mi perdo...

  3. Ma tu hai semplicemente copiato il filmato Mpeg nel DVD?

    Perchè se hai fatto così, hai creato un DVD dati e non un DVD video, per cui nessun lettore da tavolo riuscirà a leggerlo. E nemmeno programmi di lettura DVD sul computer come DVD Player. Molti lettori DVD moderni visualizzano i filmati in Divx, ma non credo ne esistano per il formato Quicktime .mov.

    I DVD video devono avere una struttura e un formato ben preciso. Controlla se nel disco c''è una cartella VIDEO_TS (e magari anche una AUDIO_TS, peraltro vuota e non indispensabile) e se dentro tale cartella ci sono dei file .VOB.

    Se tali cartelle e tali files ci sono, e tuttavia il lettore DVD continua a non vederlo, potrebbe essere un problema del supporto, cioè del disco. Prova a cambiare marca, o a masterizzare a velocità bassa, 4x massimo.

  4. Io esporto come Quicktime Movie, prima il solo video, con i marker per DVD Studio Pro, deselezionando l'opzione "Self contained Movie". L'esportazione è velocissima e il file che si ottiene molto leggero, in quanto non contiene il video vero e proprio, ma solo i riferimenti agli originali acquisiti.

    Poi esporto solo l'audio, in formato Aiff 48 Khz 16 bit stereo, con tutte le tracce audio attivate, ottenendo quindi un unico file stereo (non ho un sistema Home Theater in casa, nè la possibilità di installarlo, per cui è inutile codificare 5+1 tracce Dolby Surround).

    Poi, con Compressor codifico il file video in Mpeg2, e con A.Pack il file audio in Ac3.

    Considerando che io faccio tutto con un iMac Lcd G4 800 con 768 Mb di Ram, preferisco far girare solo un'applicazione per volta, e anche così il processo di codifica Mpeg2 è molto lungo, circa 11-12 volte la lunghezza del film.

    Infine importo tutto in DVD Studio Pro, creo i menù e realizzo il DVD.

  5. Devi esportare una traccia audio per volta, naturalmente fino ad un massimo di 6 (5+1 è la classica configurazione Dolby Surround).

    Per far questo, basta disattivare tutte le tracce audio, attivando di volta in volta solo quella che si vuole esportare.

    Poi esportare in Quick Time Movie solo audio, e dare al file un nome significativo, per esempio Fronte Dx, Fronte Sx, Retro Dx e così via.

    Inserire tali file nel codificatore Dolby AC3 (con le precedenti versioni di FCP veniva fornito un programma apposito, A.Pack. Con FCP5 A.Pack è stato incorporato in Compressor, ma non so come funziiona perchè io FCP 5 non ce l'ho) e si otterrà un unico file audio .ac3 contenente tutte le tracce correttamente disposte, da utilizzare poi in DVD Studio Pro.

  6. Il montaggio video è un'arte.

    Un'arte particolare, però, con una caratteristica unica: meno si vede, meglio è.

    Un montaggio ben eseguito è quello di cui lo spettatore non si accorge, perchè rende la narrazione visiva la più fluida e la più naturale possibile.

    La regola del cambio di inquadratura è lo stacco netto. Come tutte le regole ha le sue eccezioni, ovviamente. Purchè restino eccezioni e abbiano una giustificazione nel contesto narrativo. Un montaggio infarcito di transizioni, magari quelle più "d'effetto" come tendine, rotazioni etc. è un segno inconfondibile che il montatore è un dilettante, anzi un principiante, e dopo un po' stanca l'occhio e la mente dello spettatore.

    Qualunque inquadratura troppo lunga, senza soluzione di continuità, ottiene il medesimo effetto: lo spettatore si annoia. Un'inquadratura di 8-10 secondi nel linguaggio cinematografico è un'eternità.

    Consiglierei intanto di dare un'occhiata a questo articolo, e poi approfondire meglio le tecniche di montaggio con, per esempio, un libro come questo, che spiega anche parecchie funzioni di Final Cut Pro.

  7. domanda:

    quando si vuole riempire lo spazio con una clip, se si fa fil to fil lui prende la parte di filmato che "avanza" nella sequenza grezza (sempre che ce ne sia abbastanza). E' possibile, invece di fargli fare ciò, di fargli rallentare la clip per colmare lo spazio? come?

    thanks a lot ;)

    Il problema è che FCP pensa di non avere spazio sulla traccia a destra della clip che vuoi allungare, perchè occupato da altre clip, e quindi non ti permette di allungarla rallentandola.

    Il trucco è quello di portare la clip da rallentare in una nuova traccia video, completamente vuota.

    Poi bloccare tutte le altre tracce, sia video che audio, cliccando sull'apposito lucchetto, per evitare che le clip che vi si trovano si spostino a destra nella timeline.

    Calcolare esattamente quanto dovrà essere lunga la clip dopo il rallentamento, poi rallentarla non in percentuale ma dandogli la nuova lunghezza in secondi e frame (è la stessa cosa, in pratica).

    A questo punto sbloccare tutte le altre tracce e riportare la clip rallentata e di lunghezza corretta nella sua posizione originale. La traccia video creata in precedenza può anche essere cancellata.

    Un po' macchinoso, ma funziona.

  8. Strumento Penna.

    Un click sulla linea del volume, nel punto dove vuoi cominciare la variazione. Si crea un puntino nero (è un cosiddetto Keyframe).

    Un'altro click nel punto dove vuoi che termini la variazione di volume. Si crea un altro keyframe. Tira in basso questo secondo punto. Si abbasserà il volume a destra di questo punto, e contemporaneamente verrà creata la linea di variazione del volume, con andamento parabolico e non rettilineo (per cercare di seguire la percezione dell'orecchio umano che non è direttamente proporzionale al livello di volume).

    Analogamente, creando altri keyframe con lo strumento penna, puoi realizzare tutte le variazioni che vuoi.

  9. Se il tuo amico ha una scheda wireless potete entrambi usare Airport Express come router wireless per condividere la connessione.

    Attenzione però. Airport Express può essere connessa solo a modem ADSL con collegamento Ethernet.

    Se il modem del tuo amico è collegato via USB (come succede quasi sempre con i PC) e non ha anche una porta ethernet, niente da fare.

  10. Per le transizioni, sì, è così che funziona Final Cut Pro.

    Come TUTTI i programmi di video editing.

    Per il trattamento delle tracce audio, puoi fare di tutto e di più con FCP, specialmente se lo confronti con iMovie.

    Oltre all'eventuale applicazione di numerosi filtri ed effetti audio, puoi facilmente variare il volume semplicemente utilizzando lo strumento Penna per alzare o abbassare la linea che rappresenta appunto il volume, visibile sia nella timeline (attivando l'apposito pulsantino in basso a sinistra, quello che permette di visualizzare le linee della luminosità delle tracce video e del volume di quelle audio) sia nella finestra Viewer attivando il tab dell'audio.

  11. Perchè non ci sono fotogrammi oltre i 30 secondi della prima clip e prima dei 30 secondi della seconda clip, e dunque il programma NON PUO' creare la transizione.

    Accorcia la prima clip di 1 secondo alla fine, e la seconda clip di 1 secondo all'inizio, e vedrai che la transizione verrà regolarmente inserita, purchè non sia più lunga di 2 secondi.

    Se fai lo stesso montaggio con iMovie, la transizione verrà regolarmente inserita, ma la durata totale delle due clip non sarà più di 30+30=60 secondi, bensì di 58 secondi, perchè è il programma stesso ritagliare dalle due clip i fotogrammi che gli occorrono.

  12. Il problema si risolve molto facilmente: basta non mettere alcuna transizione, e passare da un'inquadratura a quella successiva con uno stacco netto.

    Questo del resto è il tipo di montaggio che i professionisti usano nel 90% e anche più dei casi. Basta guardare i filmati professionali trasmessi alla TV: rarissime le transizioni con dissolvenza incrociata, quasi inesistenti tutti gli altri tipi di transizione, di cui pure sono dotatissimi tutti i programmi di video editing.

    Comunque, se proprio vuoi inserire una transizione, devi per forza avere un certo numero di fotogrammi dopo la fine della clip in uscita (almeno la metà della durata della transizione) e altrettanti prima dell'inizio della clip in entrata. Altrimenti il programma non ha fotogrammi da "mixare" per creare la transizione.

    Dunque, per una transizione della durata di un secondo, occorreranno almeno 13 fotogrammi in più alla fine della prima clip e altrettanti all'inizio della seconda.

    In realtà FCP ti consente anche di creare transizioni "non centrate", cioè prendendo i fotogrammi necessari da una sola delle due clip, la quale dovrà avere in questo caso tanti fotogrammi in più da coprire tutta la durata della transizione.

    **********

    Edit: va bene anche il metodo suggerito da Raffaello, ma in questo caso non fai altro che accorciare le due clip in modo da rendere disponibili i fotogrammi occorrenti. E' quello che fa normalmente iMovie.

  13. Prova a esportare separatamente le tracce video e audio, con due export successivi.

    Così potrai intanto vedere in quale traccia si verifica il problema.

    Se fosse nella traccia video, il problema potrebbe essere dovuto a un "gap" sulla timeline, cioè ad un tratto vuoto nella sequenza video.

    Non so se il filmato che esporti è "Self contained" o no. Ti consiglierei comunque di esportare come "Non self contained". Il processo di esportazione dura molto meno e puoi fare varie prove in breve tempo.

    Poi, se ti occorre un filmato Quick Time autonomo, puoi sempre riesportarlo dopo aver risolto problemi.

  14. Devi premere solo "m" e non "mela-m".

    La procedura più semplice è quella di portare il cursore esattamente dove si vuole inserire il marker, e poi premere "m" due volte in successione. La prima pressione di "m" inserisce il marker, la seconda apre la finestra di gestione del marker stesso.

    Dalla finestra di gestione puoi inserire il nome del marker (che poi DVD SP interpreterà come nome capitolo) e il tipo di marker.

    Per lo scopo che vuoi tu conviene inserire un doppio tipo di marker, e cioè <chapter marker> e <compression marker>. Quest'ultimo tipo serve in fase di codifica mpeg2 per stabilire l'inizio di un GOP... Mi fermo qui per non complicare inutilmente la faccenda. ;)

    Poi esporti con l'opzione "DVD Studio Pro Markers" attivata.

  15. Il fatto che non acquisisca su un altro mac mi confonde ancora di più.

    Confonde anche me.

    Nel tuo primo post hai parlato di problemi anche con una Sony compatta. Io ho proprio una videocamera di questo tipo (Sony PC9E) e non ho mai avuto problemi di sorta.

    Potresti provare a cambiare la porta FW da cui acquisisci, anche se è probabilmente inutile visto che il problema si presenta anche su un computer diverso.

    Un ultimo consiglio: controlla attentamente i collegamenti e in particolar modo il cavo Firewire, eventualmente provando con un cavo diverso.

    Se continua a non andare, alzo bandiera bianca. :)

  16. Credo che i problemi persistenti con l'audio siano dovuti all'incompatibilità tra l'xl2 pal e final cut express 3. Sul sito della apple segnala la compatibilità tra l'xl2 ntsc ed il programma, non include nei dispositivi compatibili la xl2 pal.

    Abbi pazienza, ma su questo sono proprio alle prime armi. Posso acquisire ntsc da una telecamera pal?

    Ma se hai problemi anche con i file audio importati da disco, evidentemente la compatibilità della videocamera c'entra poco con l'audio che non si sente.

    Secondo me la compatibilità è un problema hardware, il software o il formato del film non c'entrano niente. Voglio dire che se la XL2 è compatibile in formato NTSC lo è sicuramente anche in formato PAL.

    Direi anch'io che è impossibile acquisire in NTSC da una videocamera che registra in PAL.