LucianoDG

Members
  • Posts

    350
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by LucianoDG

  1. Non ridurre la dimensione delle foto a 720x576. Lascia la dimensione intatta, e salvale in Jpeg in buona o alta qualità . Importale così come sono in Final Cut, e qui riduci o ingrandisci a tuo piacimento, applica effetti di movimento, correzione colore, insomma trattale come un filmato vero e proprio. Ci penserà Final Cut a ridurle al formato PAL durante il rendering. Comunque sia, non aspettarti una grande qualità : il DVD lavora con immagini in formato PAL (cioè 720x576 a 72 dpi), da vedere su un televisore, e la massima qualità che potrai ottenere sarà appunto quella di un buon televisore.
  2. Final Cut Express o Final Cut Pro, cambia poco, dal punto di vista delle richieste di sistema. Il Mac mini è a mio giudizio largamente sufficiente nel 90% delle situazioni. Io uso FCE su un iMac G4 800, e posso garantire che si può lavorare benissimo. Certo, i tempi di rendering sono molto più lunghi che su un dual G5, ma non è con il rendering che si perde tempo. Se si vuol fare un lavoro professionale, ma anche un buon lavoro amatoriale, il tempo lo si perde nella realizzazione del progetto, cioè nella scelta e nel taglio delle clip, in quella delle musiche per la colonna sonora, negli eventuali titoli, nei commenti scritti o sonori, insomma, in tutto il lavoro di editing vero e proprio. Io ho fatto un po' di statistica: mediamente impiego 1 ora di tempo per ogni minuto di film finito. E questo tempo ci vuole anche usando un supercomputer. La potenza del computer serve poi per il rendering o per la codifica Mpeg2 per realizzare DVD, ma questo è un lavoro che il Mac può fare anche di notte o in mia assenza, e dunque che impieghi 2 ore o 10 ore non cambia niente. In definitiva, se uno non fa filmati di matrimoni o comunioni un tanto al chilo per cui l'unica cosa che conta è la velocità di esecuzione, il Mac Mini va benissimo.
  3. Infatti, LiveType fa parte del pacchetto Final Cut Pro. Ed è stato studiato espressamente per interfacciarsi con FCP. Ciò non toglie che i file che crea possano essere utilizzati anche su altri editor. Nel pacchetto di FCP dovrebbe esserci anche un DVD che contiene tutti gli effetti e le textures di LiveType. Si tratta di una vagonata di roba che, una volta installata sul disco, occupa, mi pare, più di 10 Giga di spazio.
  4. Mah, io la cartella sistema di OS9 l'ho in un disco esterno e, come utente Root, la posso cestinare tranquillamente. Forse non la fa cestinare se è nello stesso disco di OSX?
  5. Se sono Midi o karaoke, hai provato con QuickTime Player?
  6. Prima di tutto ti conviene convertire il file mpeg2 in QuickTime, con programmi gratuiti come MacMPEG2Decoder oppure Mpeg2decX. Ce ne sono anche altri, ma sono shareware, o a pagamento, o richiedono plug-in di QuickTime da acquistare. Una volta convertito il filmato, avrai un file xxxx.mov che potrai facilmente editare con Final Cut Pro e poi riesportarlo in Mpeg2.
  7. Ma come..!Loggandomi come Root riesco a cestinare perfino la cartella sistema di OSX ! Meglio non provarci, attenzione, perchè poi la cartella System diventa irrecuperabile (il cestino scompare) e il sistema non parte più. Ma posso garantire che si può cestinare. Root può tutto, anche suicidarsi.
  8. Ci sarebbe l'utente Root. E se non c'è basta abilitarlo, almeno temporaneamente.
  9. D'accordo, infatti io non lo avrei mai acquistato. Rimane il dubbio: anche se il prezzo è plausibile, che garanzie si hanno, a parte i feedback di altri acquirenti (quanto veri e quanto presunti?) Modifica: Beh, il suggerimento di Fabrizio riguardo a PayPal potrebbe essere una soluzione. Magari prima o poi proverò.
  10. Soprattutto per chi vende. [OT] Io non ho ancora ben capito come funziona la cosa. Un mio amico ha acquistato un Notebook Sony Vaio nuovo a 950 euro, nonostante io lo sconsigliassi caldamente perchè il prezzo mi pareva inverosimile. Risultato, i 950 euro sono regolarmente partiti, il Vaio non è mai arrivato. Sono passati 5 mesi, e adesso pare che eBay potrebbe rimborsare l'incauto acquirente con 200 o 250 euro circa, non ricordo bene. Ma che garanzie si hanno, una volta spediti i soldi a dei perfetti sconosciuti, magari dall'altra parte del mondo, che la merce arrivi davvero? [/OT]
  11. Ah, ma allora il Santis 50 è un modem/router che fa anche da base wireless? Non lo sapevo. In tal caso, la base Airport Express non ti serve a niente. Il Mac con scheda Airport si connette direttamente alla rete wireless con base Santis 50. Per i caratteri speciali, dal Finder vai su Composizione>Caratteri Speciali, visualizzali e trascina quello che ti serve dove ti serve.
  12. Se vuoi realizzare un DVD video, da visualizzare sul televisore o su un computer con gli appositi DVD Player, non hai molta scelta. Il video DEVE essere codificato Mpeg2. L'audio può essere non compresso (PCM a 48 KHz, 16 bit stereo) oppure compresso mp2 o ac3 (Dolby Digital). Questi sono gli unici formati accettabili secondo le specifiche dei DVD video. Non basta. Per far sì che il player legga correttamente il DVD, occorre che i file video e audio, codificati come detto, siano multiplexati (o "muxati") in file VOB, e che tali file siano contenuti in una cartella denominata VIDEO_TS posta al primo livello del DVD. Per fare tutto questo occorre un programma cosiddetto di Authoring DVD, cioè un software in grado di eseguire la codifica del video, dell'audio, il muxing e infine la masterizzazione del DVD con le modalità già dette. Risulta dunque del tutto inutile esportare da Final Cut in un formato non compresso un film originariamente acquisito in DV. Non si guadagna niente in qualità , si occupa solo molto più spazio sul disco. La procedura corretta, una volta montato il film su Final Cut, è esportare il filmato come Final Cut Movie (o Quick Time Movie nelle versioni più recenti) NON Self-contained. Si otterrà un file xxx.mov leggerissimo, in quanto non contiene il filmato vero e proprio, ma solo dei riferimenti ai file originali acquisiti. Inoltre, non si ha alcuna ricompressione, nemmeno in DV, perchè tale file non fa altro che "puntare" ai file acquisiti, prendendone le parti determinate dal montaggio di Final Cut. Questo file xxx.mov va dato in pasto al programma di creazione del DVD (per esempio iDVD, oppure DVD Studio Pro, o FfmpegX, o anche lo stesso Toast 6) per realizzare la codifica Mpeg2, i file VOB e la cartella VIDEO-TS da masterizzare. Con alcuni di questi software si può intervenire sulla qualità della codifica Mpeg2, determinando il Bitrate del file finale. Tenere presente che il bitrate complessivo di un DVD può essere al massimo di circa 10 Mb/sec, comprendendo la traccia video e quella audio. Con i DVD-R conviene però stare sotto questo valore, e cercare di non superare gli 8 Mb/sec, a causa della maggiore difficoltà , per i player, a leggere i DVD masterizzati rispetto a quelli commerciali. Inoltre, con bitrate più bassi si ottiene una qualità leggermente inferiore, peraltro difficilmente distinguibile in un televisore, però si riesce a far stare in un DVD-R anche più di 2 ore di filmato. Uff... Ho scritto un poema. Spero almeno di essere stato esauriente.
  13. Beh, allora non hai un modem, ma un router, o meglio un modem/router. In tal caso, devi entrare nella configurazione della base AX con Utility Amministrazione Airport, andare nel tab Internet e qui impostare: Connessione via: Ethernet Configura: Utilizza DHCP Indirizzo IP, Maschera di sottorete Indirizzo router vengono assegnati automaticamente dal server DHCP. Dovrebbe funzionare tutto, sempre che il tuo mdem/router si connetta.
  14. Sì, ma username, password ed eventualmente i DNS vengono trasmessi al provider dalla base Airport, tramite il modem. Sempre che la base li abbia nella propria configurazione, naturalmente.
  15. Tutto questo non lo devi dire al modem, ma alla base Airport. Hai eseguito Impostazione Assistita Airport?
  16. I settaggi che ti ha dato Tin.it li hai inseriti nella base Airport Express? Controlla con Airport Admin Utility (o Utilità di Aministrazione Airport), nel Tab internet, di aver inserito correttamente username e password. Inoltre, avendo una connessione a tempo, scegli il collegamento manuale, altrimenti rischi di rimanere connesso in permanenza e ricevere una bolletta salatissima. Infine, nel pannello di controllo Network del Mac, scegli l'assegnazione automatica dell'indirizzo IP dal server DHCP della base Airport, e imposta il gateway predefinito con il numero IP della base che, di default, è 10.0.1.1. Poi usa Connessione Internet per connetterti e vedi un po' cosa succede.
  17. Hai controllato anche in (Disco)/Library/Application support/Adobe e (Home)/Library/Application support/Adobe? Ci dovrebbe essere una cartella con dei file di supporto di Premiere. Togli di mezzo anche quella, oltre alle varie preferenze, prima di reinstallare. Hai altri software Adobe (Photoshop, Elements, Acrobat etc)? Se sì, e se proprio non trovi altro modo, prova a togliere di mezzo tutto ciò che ha a che fare con "Adobe". Dovrai reinstallare tutto, ma dovrebbe funzionare I programmi che hai citato non dovrebbero dare alcun fastidio. FFmpegX installa dei codec che gli occorrono per le sue codifiche o decodifiche, ma non mi risulta che influiscano in alcun modo su Premiere. E poi, se non hai confidenza con il Terminale, credo che non sia facilissimo trovarli e cancellarli.
  18. Mi sembra ovvio: perchè non è compresso! Ma cosa ci vuoi fare con il file esportato? E' essenziale saperlo, per decidere come esportare.
  19. Final Cut Express salva i file acquisiti e tutti i file di rendering dentro la cartella Documenti/Final Cut Express Documents, indipendentemente da dove salvi il file del progetto. Questa è l'impostazione di default, ma si può cambiare. Nelle Preferenze c'è un tab denominato Scratch Disk, dal quale puoi definire tu in quale cartella, anche di un disco esterno, salvare sia i file acquisiti che i rendering e tutti gli altri file accessori che vengono man mano creati durante la realizzazione del progetto.
  20. Prova a cestinare le preferenze di Premiere, nella cartella (TuaHome)/Library/Preferences oppure in (Disco)/Library/Preferences, e poi a rilanciarlo. Se non basta, fai una ricerca sul disco di tutto ciò che contiene la parola "Premiere", cestina tutto quello che trovi e reinstalla il programma da zero. Invece di cestinare tutto, puoi anche spostare temporaneamente tutti i file relativi a Premiere in una nuova cartella sulla scrivania, qualora ci fosse bisogno di recuperarne qualcuno. Puoi sempre cestinarli in seguito.
  21. iDVD è un programma per realizzare DVD, non per fare copie di altri DVD. Non ha la possibilità di sproteggerli, nè quella di leggere i VOB, nè tantomeno quella di ricomprimerli per farli entrare in un DVD-R. Per fare tutto ciò ci sono altri software. A cominciare dal più semplice, ma anche più costoso, Fast DVD Copy, fino ai metodi più artigianali che prevedono l'uso di un ripper (MacTheRipper, per esempio) e poi di un programma di ricompressione come DVD2OneX. Basta cercare su Versiontracker per trovare facilmente questi e altri programmi del genere.
  22. Ti occorre un programma che si chiama Sharepoints. Ti consentirà di condividere tutto ciò che vuoi.
  23. Le due funzionalità sono alternative. O LAN, per connettersi ad una rete locale, o WAN per connettersi ad un modem ethernet.
  24. Già , è vero. Non usandolo più da parecchio tempo, solo ora vedo che costa 179 dollari, il che non lo classifica esattamente come shareware.