LucianoDG

Members
  • Posts

    350
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by LucianoDG

  1. Non ho capito: il file video da 140 minuti occupa 3,1 Gb? Allora sono troppo pochi. Comunque, se vuoi salvare il filmato per futuri usi, mantieni il formato DV e registralo su dei DVD di dati. Un'altra soluzione validissima è quella suggerita da Francesco, e cioè riversare il filmato su nastri MiniDV, sempre che la tua videocamera abbia l'ingresso DV abilitato. puoi anche salvarlo in tutti e due i modi, così avrai due copie su supporti diversi, a maggior sicurezza. Se invce vuoi un DVD video, allora è obbligatorio codificare il video in Mpeg2. L'audio può essere lasciato in AIFF, ma occupa molto spazio, oppure codificato m2a o ac3. Ti occorrerà anche un'applicazione di DVD authoring, come iDVD o DVD Studio Pro. Va bene, se non hai molte pretese, anche Toast.
  2. Mah, io mi connetto regolarmente, configurando il tutto proprio come indicato nel sito ifelix linkato prima. La base Airport Express è configurata per assegnare gli indirizzi IP in automatico con DHCP? e i computer sono settati per ricevere l'indirizzo dal server DHCP? Se non è stata modificata, la base tiene per sè l'indirizzo IP 10.0.1.1, e assegna ai computer i numeri seguenti nell'ordine in cui vengono accesi (10.0.1.2, 10.0.1.3 e così via). Eventualmente prova dal Mac a connetterti ad uno di questi indirizzi con il comando smb://10.0.1.x. Per quanto riguarda il Service Pack 2, non credo che influisca. A me la condivisione funzionava bene prima di installarlo, ha continuato a funzionare dopo che l'ho installato, e funziona anche ora che l'ho disinstallato perchè mi rallentava troppo il PC.
  3. Se il tuo obbiettivo è quello di archiviare il video per un fututo utilizzo, ti sconsiglierei di comprimerlo ulteriormente, e lasciarlo in formato DV. Da Final Cut Express esporti il filmato a spezzoni di circa 20 minuti (che occuperanno ciascuno circa 4 Gb) e registri ognuno di essi in un DVD. Con 7-8 DVD-R risolvi il problema e non perdi niente di qualità . Nota: se il file audio occupa 3,1 Gb significa che non è compresso. Comprimendolo in ac3 o in mp2 lo puoi ridurre a circa un decimo. Infine, una considerazione generale: un film di 2 ore e 20 minuti è spesso troppo lungo anche se realizzato da Spielberg o qualcuno come lui. Figuriamoci un filmato amatoriale. Per ottenere un film guardabile e "a prova di sbadiglio" secondo me in fase di montaggio andrebbe tagliato con accortezza ma senza pietà , per ridurlo a non più di 25-30 minuti.
  4. Ho sentito fischiare le orecchie, qualcuno mi chiama? Rodario, cosa vuoi fare del tuo video? Vuoi realizzare un vero e proprio DVD video, da visualizzare sia sul computer che sul TV con il player DVD? Oppure vuoi semplicemente registrarlo su un DVD-R usato solo come supporto dati, dunque visibile esclusivamente con un computer? Comunque sia, devi comprimerlo parecchio, perchè 2 ore e 20 minuti di video in formato DV PAL (come suppongo sia quello che hai) occupa quasi 30 Gb, dunque non può entrare in nessun DVD-R. Se il tuo scopo è di realizzare un DVD video, ti occorre un codec Mpeg2, con possibilità di intervenire sui parametri di compressione (dunque non va bene quello di iDVD, nè quello di Toast 6). L'ideale sarebbe avere Compressor oppure Bitvice, ma credo si possa fare anche con Ffmpeg, anche se a dire il vero non lo uso più da tempo e quindi ho perso di vista le possibilità delle ultime release. Per far stare 140 minuti di filmato in un DVD-R occorrerà orientativamente comprimere il video ad un bitrate varianile (VBR) con valore medio intorno a 3000 kb/sec e massimo 5000. L'audio invece dovrà essere compresso in mp2 o in ac3 con bitrate di 192 o 256 kb/sec. Provare con questi valori, vedere che file si ottengono e, se sono troppo grandi, ridurre ancora il bitrate, se troppo piccoli invece aumentarlo un po' per guadagnare qualità . A proposito, che computer hai? Sul mio iMac G4 800 una prova di questo genere porta via non meno di 24 ore... Se invece vuoi semplicemente registrare il file in un DVD per poi rivederlo tramite computer, ti occorrerà Quicktime Pro (costa poco, e vale comunque la pena di acquistarlo) il quale ti metterà a disposizione numerosi codec per comprimere il file fino a farlo entrare nei 4,37 Gb del DVD-R. Suggerirei di usare il formato Mpeg4, che concilia una forte compressione con una discreta qualità . In alternativa puoi usare gli shareware Divx o 3ivx che comprimono moltissimo ad una qualità a volte sorprendente. Spero di esserti stato utile. Se fornisci qualche altra informazione io o qualche altro frequentatore del forum potremo forse darti qualche altra dritta.
  5. Anche a me risulta così. Almeno con FCE 1.x.xPer avere il codec Mpeg2 installato fra le opzioni di QuickTime occorre (o perlomeno occorreva) Final Cut Pro, oppure DVD Studio Pro.
  6. Bene, perchè non cominci a mandare un po' di dispense, così iniziamo subito il corso? Ecco, magari non subito, prima frequenta un po' di scuola. Sai, quelle dove insegnano a leggere e a scrivere correttamente in italiano. E magari anche l'educazione.
  7. No. Molto meglio convertire i file video in DV e l'audio in AIFF, poi importare il tutto in Final Cut Pro.Poi fai tutte le elaborazioni che vuoi, ma sempre in formato DV, e converti nuovamente in Mpeg2 solo al momento di realizzare il nuovo DVD. Puoi farlo con DVDxDV (che però è shareware) oppure con Mpegstreamclip, che è free ma richiede QuickTime Pro con il plugin Apple MPEG-2 Playback Component (che va acquistato). Il video deinterlacciato, detto anche Progressive Scan, è composto da una sequenza di foto (nel sistema PAL sono 25 frame/sec da 720x576 punti) ciascuna delle quali è completa in ogni sua parte. Il video interlacciato è invece costituito da frame divisi in due semiquadri, il primo contenente tutte le linee pari e l'altro tutte le linee dispari. I semiquadri vengono "proiettati" o "pennellati" sullo schermo TV alla frequenza di 50 al secondo, ricostituendo a due a due un frame intero alla frequenza di 25 al secondo. Tutti gli apparecchi TV operano con il metodo interlacciato, e altrettanto fanno le videocamere amatoriali. Un filmato interlacciato sarè indistinguibile da uno deinterlacciato se visionato su uno schermo TV, mentro la differenza la si può notare agevolmente su un monitor di un computer, specialmente se LCD e soprattutto in scene molto movimentate, con la tipica scalettatura dei contorni.
  8. Comunque credo che l'effetto strobo non abbia niente a che fare con il video progressive scan o interlacciato. Sia l'uno che l'altro vengono di norma visualizzati senza problemi sul televisore. Il problema sta quasi certamente da un'altra parte, forse nell'acquisizione del video Mpeg2 dal DVD originale, forse nella sua decodifica e successiva ricodifica. Come l'hai estratto il video dal DVD, e come l'hai convertito per importarlo in FCP?
  9. Toast 6. Sia per acquisire i filmati che per masterizzarli su CD o DVD.
  10. Puoi trovare qualcosa a questo indirizzo: http://www.editorsbin.com/apple/index.html
  11. Il file ProKit.framework viene installato dalle applicazioni Pro di Apple, in particolare da Final Cut Pro e da DVD Studio Pro. Controlla se esiste all'indirizzo indicato nel log. Se non c'è (come sembra dal messaggio di errore), pui ricrearlo reinstallando da zero DVD Studio Pro. Se invece c'è, può darsi che sia danneggiato. Prova con una ricostruzione dei privilegi. Altrimenti spostalo da un'altra parte (per farlo credo che occorra loggarsi come Root, oppure da terminale come SuperUser) e reinstalla DVD SP.
  12. Mi risulta incomprensibile l'uso di Compressor per codificare l'audio di un filmato FCP. Final Cut può esportare anche il solo audio, in vari formati fra cui AIFF 48 KHz 16 bit. Perchè, una volta esportato l'audio in tale formato, dovrei darlo in pasto a Compressor il quale, dopo aver ruminato a lungo e ricodificato il tutto mi restituisce... un file audio AIFF 48 KHz 16 bit? Compressor va benissimo per la codifica video. Per l'audio tanto vale utilizzare il formato AIFF originale esportato da FCP. Se si vuol portare il tutto in un DVD, si può utilizzare l'audio AIFF così com'è, e verrà registrato in formato PCM non compresso, oppure codificarlo in AC3 usando A.Pack, che in più mi da la possibilità di utilizzare 5+1 tracce audio distinte, come da standard Dolby Digital.
  13. Bella domanda. Proviamo a girarla ad Apple?
  14. Veramente, dopo essermi disconnesso, cancellato tutti i cookie di Macitynet, uscito dal browser, rilanciato e collegato al forum, mi sono loggato con la vecchia password e sembra che tutto funzioni a dovere. Come dimostra questo post... Anzi, adesso vedo perfino il mio nome sul calendario, che fino a ieri non trovavo nonostante la data di nascita l'avessi inserita fin dalla reiscrizione al nuovo forum. Grazie comunque per l'intervento.
  15. L'Arcimago, nei confronti del Mago, è come l'Arcivescovo che toglie al Vescovo un abbazia, di trendadue che lui ne ha (o era un Cardinale?). ---------------------- Grazie al pronto e risolutivo intervento di Settimio, sono stato pienamente reintegrato nei miei privilegi di utente del forum. Grazie.
  16. Appoggio la mozione favorevole al tasto T. Macdrive l'ho provato su una macchina con XP, e sembra funzionare bene nel riconoscimento dei dischi formattati HFS+.
  17. Oggi per la prima volta ho dato un'occhiata alla funzione calendario. Se non ho capito male, i nomi indicati nelle caselle dei vari giorni indicano che quell'utente è nato quel giorno lì. Bella l'idea, così magari se uno vuole può inviare gli auguri di compleanno. Come si fa ad iscriversi?
  18. A parte l'intenzione davvero folle non credo sia possibile. Il disco del Powerbook è ovviamente formattato HFS+, formato riconosciuto solo dagli OS Apple. La cosa è fattibile da Mac a Mac, attraverso un collegamento Firewire.
  19. Se lo apre quicktime, dovrebbe aprirlo anche iMovie. Non conosco Frehand MX e non sapevo che potesse esportare in swf. Per me swf erano i filmati di Flash.
  20. Lo "sgranamento" è probabilmente solo l'effetto dell'interllacciamento del video, che si vede sul monitor del computer ma che poi scompare sulla TV. Non uso più iMovie da tempo, per cui non so se è possibile inserire direttamente file swf. Di certo puoi esportare da Flash in Quicktime, e il file ottenuto è importabile in iMovie.
  21. Il problema è avvertibile solo guardando l'anteprima del filmato sul monitor. Una volta esportato il film, su nastro, su iDVD o in qualunque altro modo, il testo non avrà difetti.
  22. La condivisione della stampante USB è possibile (almeno dal Mac) solo utilizzando una rete wireless Airport. Nessun problema a connettere a questa rete anche i PC, basta che siano dotati di scheda wireless.. La rete cablata certamente costa meno, salvo problemi nel passaggio dei cavi da una stanza all'altra. Hai provato ad aggiornare il firmware della base Airport all'ultima versione (mi pare sia la 6.1.1)? Con il firmware originale avevo anch'io delle frequenti disconnessioni. Dalla finestra Connessione Internet puoi attivare la visualizzazione dell'icona sulla barra dei menù, a destra. E' comodissima per connettersi/disconnettersi, e, quando connesso, ti fa vedere il tempo che scorre, così vedi esattamente se sei connesso o no. Infine, riguardo al collegamento tramite un altro modem wireless, è normale che Airport non mostri il messaggio di ricerca dell'host, perchè tale ricerca viene eseguita dall'altro modem/router secondo le sue configurazioni. Comunque, se non ho capito male, sei riuscito a connetterti, sia pure per breve tempo. O no?
  23. Ho controllato il mio collegamento fra Airport Express e il modem (Datacom Speedweb). Il cavo ethernet che li collega è diretto, non incrociato.
  24. Bisogna accostare l'uno all'altro i connettori alle estremità del cavo e guardare attentamente i colori dei fili. Se la sequenza dei colori è uguale, il cavo è diretto. Se due fili sono scambiati (solo due) il cavo è cross, cioè incrociato.