Michele Gazzaruso

Moderatori
  • Posts

    5,842
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Michele Gazzaruso

  1. Un microfono dinamico da 50 € è gia scadente dici... mmh... direi che non è una regola... sicuramente piu' sali di prezzo piu' (spesso) la qualità sale, ma se ci pensi lo Shure SM57 (pluripremiato e versatile) costa 90 €, non è un abisso di più. Il fatto è che come dicevo prima i microfono a Condensatore sono i più adatti per questo tipo di utilizzo di solito, quelli dinamici hanno la membrana più piccola e di solito hanno una risposta in frequenza più attenuata nelle basse (salvo casi eccezionali come l'AKG D-112).
  2. Se hai bisogno di qualità professionale ti consiglio un PZM, sono dei particolari microfoni saldati su di una "piastra" quadrata. Perfetti per questo tipo di utilizzo. Costano un bel po'. Altrimenti se non ti interessa la qualità va bene qualsiasi microfono a Condensatore, dato che hanno un diaframma più largo (di solito) e rispondono meglio alle basse frequenze. Uno tra tanti, Sontronics STC-2. 140 Euro. Con 50 euro ci prendi (forse) un Samson C-1. P.S.: Quoto però macita, per fare degli speakerati buoni necessiti prima di tutto di un ottimo ambiente ben insonorizzato e poi di un ottimo microfono nonchè - ovviamente - di talento (quello si presuppone che tu lo abbia).
  3. 1) Pro Tools 9 funziona con ogni tipo di hardware. Pro Tools 9 *HD* funziona con ogni tipo di hardware ma ovviamente per far andare i plugin TDM occorrono le schede Accel Core HD di Digidesign + relativa interfaccia. 2) Pro Tools 7.* LE funziona *solamente* con hardware Digidesign. Questo è quanto. la tua scheda gira perfettamente su Pro Tools 9 HD. Non avrai l'auto input monitoring e non funzionerà HEAT (per questo occorre hardware Digidesign) però. Che problema hai? Non ti rileva l'interfaccia? Hai provato ad includerla - mediante Configurazione Audio Midi di Mac OS X - nel dispositivo "Pro Tools Aggregate Device I/O" ?
  4. Il "piccolo" studio di registrazione ha un suo perchè, oggi giorno, a patto di capire che se si vuole sfornare roba professionale bisogna o andare in uno studio o fare un altro tipo di discorso. Le cose importanti in ordine sono 3: 1) INSONORIZZAZIONE (la cosa piu' costosa e meticolosa) 2) ISOLAMENTO acustico 3) SCELTA DEI COMPONENTI Considerando che non puoi disfare i muri di una casa e rifare tutto da zero, aggiungere pavimenti fluttuanti e soffitti a gancio... ti consiglio, per un home studio: 1) Lana di roccia e compensato. "Tappezza" bene le pareti, sarebbe meglio farlo interamente per tutta la stanza, specie negli angoli a 90° (li il suono si riflette piu' che mai) 2) Spugna diamantata da usare come rivestimento per ottenere un discreto isolamento. Se riesci bene ti isoli fino ad una soglia di 30 - 40 dB (che va bene per un contesto casalingo, a patto di non voler registrare batterie) 3) Qui ci sarebbe da scrivere un'infinità di cose. Se si parla di home studio il fine dovrebbe essere quello di effettuare una ripresa degli strumenti in modo "discreto" (per quanto sia possibile), per poi poter missare ed eventualmente passare in master il lavoro, avendo un ascolto il piu' "flat" possibile. Questo dipende TUTTO da come si insonorizza. La differenza tra i Professional Studios e gli Home Studios sta appunto nell'insonorizzazione. Per i macchinari mi sento di consigliarti Sicuramente un Mac Pro, neanche per forza all'ultimo grido (un 8 core va piu' che bene) con Pro Tools HD (ti serve il Mac Pro perchè è espandibile e supporta le schede Accel Core HD di Pro Tools) (ok potresti anche optare per un MacBook Pro 17" ma è un casino e poi è anche un po' un archibugio metterci su le schede di accelerazione). Come convertitori ti consiglio gli Apogee o se hai un po' di soldini i Prism (imbattibili a mio avviso). Come preamplificatori dipende da quanto ci vuoi spendere... ti consiglio di prenderti una coppia di Neve (la paghi carissima, ma ne vale la pena) se non hai bisogno di riprendere piu' di 2 strumenti *per volta*. Anche la TL-Audio fa degli ottimi Pre valvolari. Come superficie di controllo se vuoi spenderci sugli 8 mila euro una C-24 della Digidesign, oppure una Command-8 più economica ma solo a 8 canali simultanei (contro i 24 del C-24). Questa è la base... poi dipende su cosa sei orientato... se vuoi fare solo ripresa, solo missaggio ed editing, solo mastering (ma pensare ad uno studio CASALINGO di mastering secondo me non ha senso) o un ibrido fra queste cose.
  5. Devi sfruttare per forza (come ti è stato consigliato) una periferica che abbia un Jack input per il Sustain e esca in Midi.
  6. Rispondo anche se con un po' di ritardo. Partiamo dalla fine: Con attrezzatura *discreta*, potrai produrre (sempre considerando il fatto che conta N+1 volte il conducente che la macchina) risultati *discreti*. La regola base è questa... poi ovvio, non è raro vedere studi di registrazione con attrezzature mostruose sfornare prodotti di bassa qualità e ovviamente viceversa: avere Pro Tools HD Accel Core 3, microfoni Neumann e banchi Neve, senza saperli usare, non serve a nulla. Per contro, un buon fonico riesce a produrre bene anche, ad esempio, con Pro Tools LE, un'interfaccia audio modesta (MBox 2), microfoni di fascia medio-alta (Rode, Sontronics ad esempio) e quant'altro. In realtà , se intendi fare della fonia (quindi il missaggio sarà il tuo pane quotidiano) la cosa sulla quale non lesinare assolutamente sarà l'ascolto: un'OTTIMA insonorizzazione (consiglio fibra di legno e lana di roccia) e un ascolto *pulitissimo* (monitor ADAM e vai sul sicuro) ti consentiranno, dando per buona la qualità del tuo orecchio che è lo strumento principale ed essenziale del fonico, di eseguire missaggi a regola d'arte. Se poi intendi anche *acquisire* il materiale, allora non lesinare su microfoni, preamplificatori e convertitori A/D e D/A (analogico/digitale). Se non vuoi spendere tanto: microfoni Sontronics, preamplificatori TL-Audio e interfaccia audio Apogee (la Duet costa più di 200 euro.. ben 490 e hai solo due canali, ma di qualità strepitosa, te l'assicuro perchè la ho). Le cuffie... beh... vanno benissimo le AKG K77.
  7. Logic 8 è (almeno per ora) più buggato che mai (intendo su Mac). Numerosi crash, lentezza generale.. l'ho provato su Snow Leopard, versione aggiornata, ultimo update dal sito (8.1.1).
  8. Lo spostamento lo farà , ma evidentemente il problema (almeno il mio) non era quello, in quanto ho provato 5 volte e niente... alla 6a volta ho rinunciato a favore di una formattazione...
  9. Ableton lo uso spesso ma solo in accoppiata con Max DSP... per creare i miei virtual instruments (a proposito, non trovare che sia stato un grave *danno* che abbiano deciso di togliere la possibilità di creare AU quelli di Max ? Hanno priorizzato esclusivamente Ableton con Max v.5...)
  10. Photoshop ormai permette con pochi passi (ci sono anche tutorial molto ben fatti in giro) di creare bei loghi. Ovviamente Photoshop è uno strumento immenso e con buona probabilità per il tuo scopo lo utilizzerai al 10%. Più semplice di questa soluzione non mi viene in mente nulla. Sicuramente però ci sarà qualche "logo creator", purtroppo non ne sono a conoscenza. Se cerchi qualcosa di gratuito va bene anche THE GIMP, gira sotto x11 su mac, è Open Source.
  11. Ciao, con buona probabilità sarà andato storto qualcosa durante lo scaricamento. Prova ad usare un download manager, come per esempio iGetter.
  12. I file .component, vst e rtas (i plugin veri e propri) devono risiedere nella libreria del tuo disco di avvio (/Macintosh HD/Libreria/Audio/Plug-Ins). Le librerie di suoni dei vari plugin puoi (anzi *dovresti) metterle altrove dove vuoi e poi una volta aperto il plugin far puntare alla directory dove ciascuna di esse è contenuta. L'installazione ti avrà creato una directory Libreria sul Firewire 800. Vedrai che li è riportata la struttura delle directory che ti ho detto più su. Trova i file component, vst ecc. e copiali nel tuo Hard Disk nella posizione da me indicata, dopodichè Logic dovrebbe vederti tutto. Tra l'altro la libreria di Omnisphere è *molto* grande (sono un assiduo utente di tale plugin). Grande plugin Omni :-) Piccolo OT: Come va questa SSD? Conviene? Che mi dici dell'accesso in scrittura? Dicono sia molto lento... nell'audio come si comporta?
  13. Il suono della chitarra è difficilissimo da emulare, specialmente quello della chitarra elettrica. Kontakt 4 possiede però parecchi strumenti chitarra adatti per il rock e il metal (sia ritmica che solo). Dovresti provare a smanettare un po' con quelli. Sul sito della Native Instruments puoi scaricare gratuitamente la demo di Kontakt 4 comprensiva della Kontakt 4 Factory Sample Content, nella quale c'è anche il suono di chitarra elettrica (puoi editarlo se scarichi la demo funzionante per 30 minuti di Kontakt 4 o solamente suonarlo se scarichi Kontakt 4 Player gratuito). Ma fidati, te lo dice un tastierista che però è anche un chitarrista... (o almeno cerca di esserlo) il suono della chitarra si fa uscire... dalla *chitarra* ;-)
  14. Ciao e benvenuto nel forum. I microfoni a condensatore necessitano (a meno di essere comprensivi di Phantom Box) dell'alimentazione (solitamente) a 48V, detta anche Phantom. Dovresti avere un pulsantino sulla scheda audio denominato "48V" o "Phantom". Devi premerlo. Se non lo hai devi comprare una phantom box compatibile con il tuo microfono oppure un mixer che possiede l'alimentazione Phantom. Se sapevi già tutto questo.. allora il problema è da ricercarsi altrove. Ma dai "sintomi" mi sembra molto verosimile che si tratti di questo. Fammi sapere.
  15. Ciao, mi permetto di dire la mia. Vienna Symphonic Library a *vita*. Se non puoi permetterti la versione full segnalata dai colleghi, ti consiglio vivamente di acquistare Kontakt 4 della Native Instruments. Contiene un estratto (bello corposo) della VSL. Fai tesoro dei consigli di Darwine.. in particolar modo fai attenzione a dare un tocco *umano* a tutti i layers: *no assolutamente* alla quantizzazione, o per lo meno no alla quantizzazione delle note rispetto al tempo.. piuttosto (da Logic 8 si può) devi quantizzare il *tempo* rispetto alle note, mediante il Beat Mapping (lo trovi nella sezione Global Tracks in alto). Così avrai sempre il beneficio del click e della quantizzazione (laddove ti serva) non rinunciando allo "human feel" della tua performance. Da segnalare anche Garritan Pocket Orchestra, ma a mio avviso VSL è il top.
  16. Vagamente :-) Comunque è normale il testo che ti appare nel terminale. Secondo me devi aspettare un po' e il programma .exe si apre.
  17. Cercalo su spotlight o se non lo trovi da terminale digita sudo find / -iname opera e una voltra trovato, dal Finder naviga in quella directory e buttalo nel cestino.
  18. Il tutto fa pensare ad una congestione della rete.. prova da terminale a fare sudo tail -f /var/log/kernel.logpoi riprova a guardare il film e quando si blocca incolla qui cosa succede.
  19. A volte anche iDefrag fallisce e allora l'unica è formattare. Ho avuto anche io questo problema un tempo.
  20. Comunque: l'uninstaller è contenuto nella cartella di installazione di Darwine.. Comunque n°2: anche se non riesci a cancellarlo non è che è una bomba atomica eh ;-) Comunque n°3: Prova a cancellarlo con AppZapper se non riesci.
  21. Quando appaiono queste scritte premi Mela + Shift + 3, ti fa uno screenshot sulla scrivania, postalo qui altrimenti non riesco a capire...
  22. Mi dispiace ma dalla tua esposizione del problema non riesco a capire cosa possa essere.. 1) non esce cosa? 2) "Mi dava".. chi? 4 cose "invalide".. a parte l'aggettivo improprio vabbè.. "non valide" diciamo.. ma DOVE? Nella finestra di XTerm? Il terminale? In generale prima che si apra l'eseguibile devi aspettare un po' di tempo specie la prima volta che esegui WineHelper.
  23. Vorrei aiutarti ma non ho capito molto del tuo messaggio... puoi fare uno screenshot?
  24. Io sono della generazione "CBM Basic v2, 3583 bytes free"... neanche poi tanto lontani quei tempi.. già ..