Michele Gazzaruso

Moderatori
  • Posts

    5,842
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Michele Gazzaruso

  1. Una bomba = ultremegavelocissimo... ;-) Logic 9 64 bit = Effettivamente noto più fluidità nel caricamento di grossi samples (Kontakt 4 + Kontakt Memory Server, Omnisphere a 64 bit)
  2. Fatto su MBP Unibody, 4 GB RAM. Primo avvio un po' lento, spento e riacceso, una bomba.
  3. Io lo sto provando su MBP Unibody. Vediamo se le promesse sui miglioramenti di Logic 9 a 64 bit sono state mantenute :-)... Stasera lo provo su MB late 2006. A me comunque da 437,2 MB...
  4. Mi sono permesso di cambiare titolo in "Uscito Mac OS X Update 10.6.3" e ho evidenziato il thread per facilitare la consultazione agli altri lettori...
  5. Screenflow, non è a gratis ma vale il triplo di quello che costa. Consigliatissimo.. il non plus ultra.
  6. Come no, dovresti entrare nelle Utility... Applicazioni -> Utility, prova cosi'.
  7. Rosetta gira anche su Snow Leopard, si.
  8. Ciao, dipende da che MacBook hai.. su un MacBook del 2008 puoi installarne massimo 4, sui modelli precedenti massimo 3. After Effects più che RAM utilizza intensivamente la GPU (processore grafico, che nel MacBook pre-2008 è molto modesto, ne ho uno e te lo posso dire) e processore. I miglioramenti li vedi tenendo più applicazioni aperte contemporaneamente e lavorando ad esempio con plugin audio che fanno un ampio uso di samples.
  9. Devi collegare il Micro Korg all'interfaccia MIDI/USB (out del microkorg nell'input dell'interfaccia e in del microkorg nell'output dell'interfaccia) e la presa USB dell'interfaccia all'ingresso USB del Mac, come hai già fatto. Poi in Ableton crei una nuova traccia MIDI, in MIDI From dovresti selezionare o ALL (in ascolto di segnali MIDI da tutte le periferiche MIDI collegate al tuo computer) oppure dovresti selezionare la tua interfaccia MIDI/USB (ci dev'essere il nome). quindi "armi" la traccia (premi REC su di essa, il cerchietto nero su sfondo rosso) e suoni. Questo ti permetterà di "scrivere" sul sequencer i tasti che premi sul Micro Korg. Per l'effetto contrario (ovvero una volta registrato chiaramente vuoi che ciò che hai suonato sia "sparato" di nuovo sul Micro Korg via MIDI, per farlo suonare insieme alle altre tracce) sempre nella channel strip relativa alla tua traccia MIDI devi selezionare in MIDI TO (o MIDI OUT, non ricordo ora Ableton come riporta) di nuovo il nome della tua interfaccia MIDI. Infine, collega gli output analogici del tuo Micro Korg negli ingressi nel pannello posteriore della tua M-Audio (usa quelli, non quelli presenti nel pannello anteriore), quindi per catturare il suono in Ableton crea una nuova traccia AUDIO stavolta, e creala stereo, assegnandole i canali di input della tua M-Audio. Metti in monitor la traccia Audio, premi PLAY su Ableton e tutto dovrebbe funzionare. Se hai sbagliato qualcosa ti basterà editare il midi score sulla traccia MIDI. Se poi per ipotesi vuoi registrare la tua performance quando ti sei accorto che non hai fatto errori, metti in REC la traccia Audio, riavvolgi e premi REC su Ableton, così ciò che passa dalla traciia Audio del Micro Korg sarà registrato (dopo magari se vuoi puoi eliminare la traccia MIDI).
  10. I numeri esadecimali del primo output saranno alias che crea Parallels, non corrispondono a degli indirizzi MAC address, semplicemente perchè nell'assegnazione di una route il secondo argomento dev'essere *necessariamente* un IP e non un MAC address. Poi i giri che va Parallels (assegnare un gateway v6 ad un pool v4) non te li so dire... Per la tua considerazione: la tabella di routing è modificabile manualmente (con il comando route, da eseguire con privilegi di root altrimenti non può agire), ma come ti ho già detto nel mio primo post, puoi anche fare ciò che dici (assegnare la default route sull'airport per esempio), ma nel momento in cui lo fai essa viene assegnata *unicamente* a quell'interfaccia di rete (se ad esempio prima era assegnata alla scheda Ethernet, ora sarà solamente assegnata all'airport). La tabella viene letta dal basso verso l'alto default rule 3 rule 2 rule 1 Ad esempio puoi decidere di assegnare ad un pool di ip il tuo computer nel soggiorno che funziona da router, che ha l'ip fittizio 192.168.1.100 route add 10.0.0.1/8 192.168.1.100 en1 ciò significa che tutti gli IP appartenenti al pool 10.0.0.1/8 faranno riferimento al gateway (router) 192.168.1.100 per comunicare: vedila come un interprete che dice al pubblico ciò che un ospite straniero sta dicendo. In questo caso il router 192.168.1.100 "parla" per gli IP del pool 10.0.0.1/8, in termini pratici significa che in rete le richieste effettuate dagli IP del pool figureranno invece fatte dal router. In gergo ciò si chiama NAT (Network Address Translation), collegati tra loro mediante l'interfaccia di rete "en1" (nel nostro esempio). Il problema è che questa benedetta *default route* è in pratica quella che si occupa di instradare *tutto il resto* verso il nostro computer e il nostro computer verso *tutto il resto* (per farla breve). Ovvero, si occupa di gestire il traffico INTERNET (non INTRA-net.. ovvero 192.168.blablabla o 10.0.0.blablabla) e possiamo assegnarla *unicamente* ad una scheda di rete e ad UN IP. route add default 192.168.0.1 en2 Che tradotto diventa: "Per la gestione del traffico internet in entrata/uscita da parte di *TUTTI I COMPUTER COLLEGATI A QUESTA RETE* rivolgiti a 192.168.0.1 (il tuo router) usando l'interfaccia en2". E non ci possono essere più di una dichiarazione di default route in una routing table. "tutto" qui :-) Tutt'al piu' potresti, mediante delle regole inserite nel firewall di Mac OS X unite a degli applescript magari, dire ad un programma di usare la connessione Airport quando viene eseguito, ma irrimediabilmente ciò causerà un "dirottamento" della default route sull'Airport, con il conseguente blocco (a livello di attività di rete) di tutte le applicazioni che fin'ora stavano usando la porta Ethernet. Insomma... fattene una ragione :-P eheheh..
  11. Comunque hai un bel po' di "grovigli" nella tua routing table. Forse usi Parallels (od similia)?
  12. Si ragionando un po' per sommi capi accade questo. Gli indirizzi in esadecimale che vedi si riferiscono alla versione v6 del protocollo (il famigerato IPv6).
  13. Mela + U -> Configurazione Audio/Midi e da qui scegli il dispositivo predefinito di input/output. Dovrebbe ricordarsi le modifiche per sempre.
  14. .. esatto.. una alla volta (per via della default route), proprio perchè come dicevo prima la default route è associabile ad una e una sola interfaccia *fisica* di rete (quindi o ethernet o wifi, firewire e quant'altro)
  15. Semplici -> iMovie Altro -> Final Cut, Adobe Premiere..
  16. CIao, non puoi fare ciò che dici perchè la DEFAULT ROUTE è una e una sola. I pacchetti vengono instradati da te verso internet e viceversa utilizzando la default route (ovvero l'indirizzo dal/verso il quale passano tutti i pacchetti TCP/IP). Essa è univoca come dicevo, e solitamente corrisponde all'indirizzo di rete del tuo router/modem, o nel caso di connessioni PPPoE all'indirizzo intranet del router del tuo ISP. netstat -nr da terminale ti permette di visionare la tua tabella di routing. Per ulteriori informazioni man routeLa default route è univoca e non può essere associata a più interacce di rete. Un saluto.
  17. Se usi il doppio boot (come mi sembra di aver capito) puoi anche utilizzare la partizione di Bootcamp con Parallels (non so con VMWare). Si, da VMWare devi creare una nuova macchina virtuale, quando arrivi al punto di configurazione dell'hard disk scegli di utilizzare la partizione Bootcamp.
  18. Ciao, io ho la tua stessa configurazione e Motion 4 si comporta benissimo. Ovviamente stiamo parlando di un uso morigerato, non di certo puoi aspettarti di ricostruire il volto di Benjamin Button ed animarlo, come è scritto sul sito della Apple. Ma questo già lo sai, da ciò che hai scritto. L'unico problemino almeno per me è il monitor da 13", infatti lo collego ad un monitor esterno. Una bomba.
  19. Su Mac OS X puoi creare un dispositivo aggregato comprensivo di tutte e 3 le schede che hai elencato. Usa l'assistente di configurazione Audio/Midi. Nella tua DAW avrai il nuovo dispositivo aggregato e gli input/output risultanti saranno la sommatoria degli input/output di tutte le schede che includerai nell'aggregate device.
  20. Axiom grigie non ne conosco.. casomai nera :-) Dipende cosa intendi per "settaggi". Stai chiedendo se la tastiera viene riconosciuta automaticamente da Mac OS X? La risposta è si: il driver è USB-Compliant. Se invece intendi il software per mappare i vari controllers c'è Enigma (gratuito, dal sito M-Audio)
  21. Capito, non sapevo.. volevo acquistarla anche io ma avevo dubbi sulla compatibilità con LS9, thanks ;-)
  22. Rispondo adesso, magari torna utile a qualcuno. Il bus firewire non ha niente a che vedere con l'audio digitale, è solamente un bus dati. La duet non supporta il surround. Con la Duet ti porti a casa due convertitori Apogee (attenzione: non sono quelli della Ensemble come in molti pensano, sono Apogee ma non quelli della Ensemble) e due PRE (questi si che sono quelli della Ensemble) a 475 Euro. Hai due ingrezzi Hi-Z (quindi ad alta impedenza sbilanciati), due uscite sbilanciate per monitor preamplificati, un'uscita stereofonica di alto livello per le cuffie e due ingressi XLR (ovviamente bilanciati). Inoltre è integrata perfettamente con Mac OS X in modo ineccepibile.
  23. Appena prese Apogee Duet + Adam A7.... soddisfattissimo. Le A7 di listino stanno a 800 a coppia.