matteo_varisco

Members
  • Content Count

    47
  • Joined

  • Last visited

About matteo_varisco

  • Rank
    Novizio

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Matteo Varisco
  • Città
    Cinquale (Massa-Carrarra)
  • Interessi
    Cucina, Macintosh, programmazione
  • Lavoro
    Web designer e programmatore Macintosh
  • Mac che possiedo
    PowerMac G5, PowerMac G4, PowerBook Titanium, iBook, iMac, Performa 6200, LC, Classic

Contact Methods

  • Website URL
    http://www.matteovarisco.com/
  1. Probabilmente è il tempo necessario per caricare il file SWF nella timeline che causa lo stacco. Su un CD è ancora più evidente perché è più lento di un hard disk. Mi sa che non ci sono soluzioni a parte il fatto di importare i file SWF direttamente nel progetto "Autorun.fla" e forse così riuscirà ad evitare lo stacco (ma dipende anche dalla velocità del computer usato per vedere l'animazione, quindi gli utenti con computer vecchi avranno ugualmente problemi). Ciao, Matteo
  2. Ti ho preparato un piccolo file di esempio. Lo trovi a questo indirizzo sul mio sito: http://www.matteovarisco.com/Esperimenti/esempio_autorun.zip Come vedrai aprendo i file sorgenti di Flash nel file "autorun" ho creato due livelli, uno per ospitare la musica ed uno per le animazioni swf che vengono caricate man mano che procede la timeline. Le istruzioni loadMovie indicano a Flash di caricare la musica nel target "AreaMusica" sul livello "musica", mentre le animazioni swf vengono caricare nel target "AreaFilmati" sull'altro livello, cosè i filmati non interrompono la musica che continua indipendente dalle animazioni. E' più difficile spiegarlo che farlo. Spero che l'esempio ti sia utile. Ciao, Matteo
  3. Ciao Lorisbubu, io di solito quando realizzo un CD multimediale in Flash creo un file swf che mi fa da "contenitore" con due livelli, uno per le animazioni ed uno per la musica. Poi carico con loadMovie le varie parti salvate come file swf sempre sullo stesso livello così mi resta intatto quello della musica e posso metterla in loop in modo che non si interrompa mai. Il file "contenitore" è l'autorun.exe (per Windows) e autorun.app (per Mac anche se poi su Mac non riesco a farlo partire in automatico all'inserimento del CD) e il resto sono tutti file swf anche la musica, così se il cliente mi chiede di cambiarla o togliere qualcosa dal CD è abbastanza semplice, devo solo modificare o eliminare dei file swf. Ciao, Matteo
  4. Ciao Lorisbubu, ma non ti conviene piuttosto incorporare il file MP3 nell'animazione Flash come musica di sottofondo? Anche per un problema di sincronia tra l'audio e l'animazione perché magari uno parte prima dell'altro con un brutto effetto di ritardo. E poi salvi l'animazione come projector invece che come file .swf così lo possono utilizzare tutti, anche quelli che non hanno installato Flash Player o non hanno la stessa versione usata per creare i tuoi file .swf Ciao, Matteo
  5. Forse ti conviene realizzare in Flash l'animazione introduttiva salvandola come projector e poi inserire alla fine dell'animazione l'istruzione getUrl e vedere se così riesci a lanciare un file Html residente sul CD. La butto li come idea, ma non l'ho mai fatto perchè preferisco sempre fare tutto in Flash quando si tratta di CD multimediali (l'ambiente è più controllabile di un browser con l'Html, perchè tieni presente che un utente può aver installato Firefox o altri browser, quindi non è detto che se parte in automatico il file Html, venga visualizzato con Internet Explorer su PC). I poi se fai pagine Html con filmati Flash al suo interno hai due problemi: a) non è detto che tutti gli utenti abbiano la stessa versione del Flash Player quindi ci possono essere problemi di compatibilità ; b) molti antivirus per PC bloccano le animazioni e rendono frustrante la navigazione nel CD multimediale. Invece un CD tutto fatto in Flash evita tutti questi problemi ed ha un aspetto più professionale. Per Mac non c'è verso di fare un cd autorun, quindi bisogna mettersi l'anima in pace. Unico stratagemma che puoi adottare per semplificare le cose all'utente del CD è quello di mettere nel primo livello del CD un solo file Html o un solo Project Flash da lanciare e poi spostare tutte le altre pagine e materiali in una sottocartella, così l'utente appena apre il CD vede solo un file e non può fare altro che doppio click su di esso. Fai attenzione anche ai nomi dei file. Il Mac accetta di tutto, mentre il PC è più schizzinoso (slash, accentate, punteggiatura, ecc...). Per fare le prove è indispensabile avere a disposizione un PC (meglio 2 PC uno con Windows 98 ed uno con Windows XP) per testare il CD ed un Mac con OS9 e OS X. Non ti fidare dei requisiti minimi che scrivono sui manuali di Flash, è meglio fare 100 prove noi programmatori, che 1 brutta figura dal cliente quando gli si va a consegnare il CD e poi lo infila nel primo PC da quattro soldi e non va qualcosa ;-) Ciao, Matteo
  6. Ciao Daniele, con Mac OS X non puoi realizzare cd autorun; per motivi di sicurezza la Apple ha tolto il supporto a questa funzione che invece esisteva per Mac OS 9 (all'epoca usato Toast). Per i PC Windows invece la cosa è piuttosto semplice da fare. Ti basta creare un documento di testo con BBEdit (salvandolo con gli acapo del PC-Dos) mettendo questo testo: [autorun] OPEN=Autorun.exe ICON=Autorun.ico Al posto di "Autorun.exe" ci metti il nome del file da aprire. A dire il vero non ho mai provato ad usare un file Html, perchè in genere quando creo un cd autorun è per lanciare una presentazione multimediale realizzata con Macromedia Flash, ma credo che funzioni anche con i file Html. Il file "Autorun.ico" invece è l'icona personalizzata del CD e normalmente la credo con GraphicConverter che ha tra i vari formati di salvataggio anche il formato ".ICO" dei PC. Ciao, Matteo
  7. Io la favicon del mio sito l'ho realizzata e messa online con il Mac (FireWorks MX, GraphicConverter e Transmit per l'FTP) e funziona sia con Safari che con FireFox, oltre a Internet Explorer sotto Windows XP. Safari non la carica se faccio le prove in locale sul mio computer, però la mostra se vado a visitare il mio sito online. Hai provato a verificare i privilegi di accesso all'icona con il tuo programma Ftp una volta caricati nel tuo spazio web? Io li ho impostati su 755. Ciao, Matteo
  8. Potresti creare un campo calcolato (con risultato di tipo testo) con questa formula: If ( Modulo ( NumeroDaVerificare ; 2 ) = 0 ; "Si" ; "No" ) NumeroDaVerificare è il campo numerico che vuoi controllare se è pari o dispari. Poi metti il campo calcolato nel formato scheda dove vuoi cercare i numeri pari o dispari. Se il campo calcolato contiene "Si" allora hai un numero pari, altrimenti se è dispari viene "No". Ciao, Matteo
  9. Ti confermo che hanno dei problemi quelli di Tele2. Questa mattina ero da un cliente per configurargli la linea ADSL appena sottoscritta e non gli funzionava il server che gestisce la creazione delle caselle email. Ciao, Matteo
  10. Ho paura che siano problemi del server e non della linea ADSL, quindi non ci puoi fare nulla. Devi aspettare che vengano risolti e poi ti puoi ricollegare. Questo spiegherebbe perchè la spia della linea ADSL è accesa (c'è la linea), ma non navighi (il server di Tele2 non ti autorizza, magari perchè è sovraccarico di utenti). Ciao, Matteo
  11. Ciao bruchino, io normalmente utilizzo BBEdit per creare un normale file di testo chiamato "Autorun.inf" con queste poche righe: [autorun] OPEN=Autorun.exe ICON=Autorun.ico Attenzione: quando salvi il file devi specificare di usare i ritorni a capo del DOS formati da CR+LF. Il file "Autorun.exe" è un eseguibile per Windows realizzato con Flash MX. Il file "Autorun.ico" invece è l'icona personalizzata del CD che credo con GraphicConverter spedificando appunto il formato ".ICO". Il tutto funziona su Windows, mentre sotto Mac OS X l'autorun è disabilitato di default dal sistema operativo. Normalmente scrivo sulla copertina del CD "per gli utenti Macintosh fare doppio click sul file "Autorun Project" :-) Ciao, Matteo
  12. Ciao rospetto80, Se la stampa avviene mediante uno script può darsi che lo script abbia memorizzato il formato di stampa usato dai PC e quando provi a stampare dal Mac, non riconoscendolo, lo resetta a quello di default che è in verticale. In questo caso allora devi creare due script, uno per il PC ed uno per il Mac. Questi due script devono essere creati rispettivamente sul PC e sul Mac, così quando attivi l'istruzione "Impostazioni di pagina" verranno memorizzate le giuste impostazioni in base al sistema operativo che stai usando. Poi potresti creare uno script che richiama uno degli altri due in base all'istruzione If e all'istruzione Stato(PiattaformaCorrente), ad esempio: If [Assoluto(Stato (PiattaformaCorrente)) = 2] Esegui script [stampaPerWindows] End If If [Assoluto(Stato (PiattaformaCorrente)) = 1] Esegui script [stampaPerMacintosh] End If Ciao, Matteo
  13. Ciao dario60, io ho configurato in questo modo il pannello TCP/IP sotto Mac OS 9.2.2 con Alice ADSL Flat: Connessione via: Ethernet Configurazione: Manuale Indirizzo IP: 192.168.0.x (al posto della "x" devi mettere un numero diverso per ogni computer collegato in rete per indentificarlo univocamente) Maschera di sottorete: 255.255.255.0 Indirizzo router: 192.168.0.1 Ind. name server: 212.212.112.112 212.216.172.62 Domini di ricerca: vuoto In realtà dovrebbe funzionare anche senza "Ind. name server". Dovrebbe funzionare anche se scegli come configurazione DHCP (così ci pensano il router e lo switch ethernet ad assegnare IP differenti a tutti i computer della rete), però in questo caso ho notato che non riuscivo più a collegarmi dal G5 con Tiger all'iMac con Mac OS 9.2.2 se mettevo DHCP. Se hai appena installato Alice ADSL, hai fatto la registrazione online? Se ben ricordo all'epoca in cui installai l'ADSL, anch'io riuscivo a collegarmi (il router prendeva la linea), ma potevo andare solo sul sito di Alice. Visto che avevo fatto l'abbonamento online senza noleggiare il loro modem, non mi arrivò neanche un messaggio o una lettera che mi diceva cosa fare (assistenza zero!!!). Poi andando un po' per tentativi e cercando su internet ho capito che prima dovevo fare la registrazione online (ma non mi ricordo più l'indirizzo della pagina, sono passati 2 anni, mi spiace). Spero ti siano utili queste informazioni. Ciao, Matteo
  14. Ciao rospetto80, con Tiger (non so se funziona anche in Panther) e usando Safari puoi selezionare una porzione di testo e poi utilizzare il comando "Menu Safari -> Servizi -> TextEdit -> Nuova finestra contenente selezione". In questo modo ti crea senza altri interventi un nuovo documento di TextEdit con il testo che era selezionato in quel momento in Safari. Il vantaggio è che lascia il documento sullo sfondo, quindi puoi continuare la navigazione e poi quando hai finito, chiudi o nascondi safari e stampi tutti i documenti di TextEdit aperti in background. Ciao, Matteo
  15. Ciao qualche giorno fa ho dovuto recuperare i messaggi di Mail da alcune mailbox danneggiate. Cercando un po' con Google ho trovato questo programma freeware: http://homepage.mac.com/aamann/files/MailScripts.dmg Una volta installato aggiunge al menu Script una serie di voci, tra cui una che dice "Archivia messaggi" e ti da la possibilità di salvare tutti i messaggi di una mailbox o cartella di Mail in un unico file di testo di TextEdit. Ti dico subito che è lentissimo. Per salvare 1700 messaggi ha impiegato oltre 5 ore sul mio vecchio G4 a 400 MHz, però ha fatto il suo dovere alla fine. Ciao, Matteo