PieroF

Members
  • Posts

    519
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by PieroF

  1. Come detto sopra non ho provato ancora su FCP, ma sono certo che almeno su FCE "all markers" non funziona (anche se a mio parare in realtà dato il nome dovrebbe funzionare...), ma solo "chapter markers" funziona. Proverò anche FCP, giusto per curiosità . Piero
  2. bluc69, non so darti risposte specifiche ai problemi indicati, ma la mia esperienza con FCE HD e iDVD (ultime versioni) è sempre stata più che positiva. Il procedimento che a me funziona bene è: - acquisire nel formato nativo di FCE, senza passare da iMovie o formati diversi dal .mov di FCE - esportare con Export/QuickTime Movie (movie self-contained o no non mi fa alcuna differenza) e non con Using QuickTime conversion, o compressor o altro - lasciare la compressione finale in MPEG2 a iDVD con Best Quality In questo modo non c'è alcuna conversione/compressione tra la ripresa della videocamera e la compressione finale su DVD, cosa che dovrebbe ridurre al minimo peggioramemti di qualità dell'immagine. I tuoi problemi di interlacciamento mi fanno pensare all'uso di un Easy Setup scorretto in FCE (dovrebbe essere DV-PAL 720x576, audio 48 kHz) o ad un setup della videocamera non coerente con l'Easy Setup di FCE: es. con dimensioni frame diverse da quelle della sequenza. Il filtro De-Interlace che sappia, dovrebbe essere usato solo su still frames tratte dal filmato, quando il movimento è visibile come effetto pettine; altrimenti ottieni solo di ridurre la risoluzione verticale da 576 a 288... Per lo sfarfallamento su spostamenti orizzontali: ho avuto un problema analogo quando sono passato alla nuova videocamera (una Canon MVX4i) perchè essendo "intelligente" con il setup di default a fronte di bassa luminosità la ripresa scende a 25 field al secondo (invece di 50), di fatto passando al modo progressivo (da interlacciato) senza preavviso... Naturalmente ho trovato il setup ed annullato questa prestazione: così mi garantisco una ripresa interlacciata anche con bassa luminosità , solo a scapito di un leggerissimo oscuramento dell'immagine. Il tuo non potrebbe essere un problema analogo, di setup della videocamera ? Piero
  3. Eva, se usi FCE sicuramente devi scegliere "Chapter Markers" nel dialogo di Export/QuickTime Movie ad uso iDVD. Son quasi certo che lo stesso valga per FCP. Piero
  4. vigo, lasciami aggiungere che comunque, essendo interlacciato, il formato .dv importato da iMovie (lo stesso vale per il .mov importato da FCx) deve essere visto su uno schermo interlacciato (esempio TV) per avere la massima qualità possibile: cosa possibile guardando il DVD masterizzato o durante il montaggio con una connessione firewire e convertitore D/A. Quando lo si guarda sullo schermo "progressivo" del Mac per forza di cose o si vedono le righe di interlacciamento (se si imposta alta qualità in QT pro) o si vede ad una risoluzione verticale dimezzata, quando viene mostrato uno solo dei due field, anche se su schermi non troppo grandi sembra migliore perchè senza righe. Per Jufanni82: per il video standard (cioè non alta definizione) i formati migliori sono quelli con cui vengono acquisiti dal programma; per iMovie è il formato DV Stream (.dv), per FCE è il formato .mov con compressore video Apple DV-PAL o NTSC, e audio stereo, non compresso, 16 bit, 48 kHz. Lo stesso formato funziona benissimo anche per FCP, che però credo abbia altre opzioni possibili oltre a questa. Tutti questi sono interlacciati e quindi hanno il comportamento da te riscontrato: si vedono meglio su TV. Piero
  5. Io ho un Macbook Pro, ma ho letto in vari forum che FCE funziona egregiamente anche sul Macbook. Ovviamente la memoria condivisa con la gestione video riduce un po' le prestazioni, ma non ti impedisce di lavorare (basta avere un po' più di pazienza con il rendering...). Forse cominci ad avere dei problemi più seri se vuoi montare HDV, ma per il DV standard non credo proprio. Semmai ti suggerirei di aumentare la RAM a 2 GB (credo tu intendessi 2 GHz e 1 GB, giusto ?). Piero
  6. Hai provato a togliere l'opzione "Report dropped frames during playback" in User Preferences/General ? Non elimina il problema ma almeno ti permette di lavorare senza essere interrotta dai messaggi. Piero
  7. Giusto vigo ! mi ero dimenticato di scriverlo... Piero
  8. meo, io non ho mai usato Motion ma so che quello che chiedi nel punto 1) si può fare anche in FCE ed FCP: prova a fare click destro sul keyframe (intendo il piccolo rombo verde nel grafico all'interno del tab Motion del Viewer... non so se sono chiaro): puoi scegliere Smooth che rende l'animazione più morbida appunto. Se poi allarghi abbastanza il grafico (es. con cmd-+) puoi anche vedere e quindi muovere i punti di controllo della curva così creata per modificarla. Se non ti va più, sempre con il click destro seleziona Corner, ed il movimento ritorma brusco. Piero
  9. Puoi anche provare questo filtro gratuito che ti semplifica la vita: Quarter PIP. Con questo eviti di fare dei conti per usare correttamente il Basic Motion e devi solo dire in che parte dello schermo mettere il clip (a meno che tu voglia usare le prestazioni avanzate...). Piero
  10. Questo è quello che succede di solito quanto importi clip .dv acquisiti da iMovie. Se questo è il caso devi prima convertirli in .mov usando QuickTime Pro, o MPEG Streamclip o anche iMovie stesso, esportando come QuickTime/Avanzate. Oppure renderizzare prima di montare, come dice Marco. Ma in questo caso ad ogni operazione di editing audio ti ritrovi a dover renderizzare. A mio parere è meglio convertire prima una volta per tutte. Piero
  11. Beh se sono singoli frame isolati e non sono troppi puoi usare la forza bruta...: cioè fai zoom sulla timeline fino a vedere separatamente ogni singolo frame, posizionati sul frame subito precedente a quello rovinato, fai un Freeze Frame di durata 1 frame (che va nel viewer) e trascinalo dal viewer sulla traccia superiore (es. v2 e l'originale è in v1) a coprire il frame rovinato: l'azione si arresterà per 1/25 di secondo ma potrebbe essere meglio... In questo modo ho corretto (diciamo rappezzato...) alcuni video recuperati da vecchi VHS con intervalli rovinati (rumore video, colori ecc.); ma lì era peggio perchè ogni intervallo era di solito fatto di vari frame successivi. Nel tuo caso trattandosi di singoli frame il risultato dovrebbe essere migliore. Piero
  12. Sono un utente di FCE ma ho imparato anche qualche cosa di FCP: i limiti principali di FCE per quanto ne so sono: - il numero di tipi di filmati gestibili nelle sequenze: solo PAL (o NTSC) DV standard e HDV però in formato espanso Apple Intermediate Codec - FCP mi risulta che offra molte più opzioni. - mancano strumenti di gestione sofisticata ed automatizzata del montaggio: per esempio il media manager, strumenti batch per l'automazione di varie operazioni (es. il log multiplo prima dell'acquisizione) , FXbuilder per creare/modificare filtri, la gestione del timecode sorgente, EDL, 3-way color corrector, ecc. Però mi risulta che tutte le funzioni principali di editing puro su browser, viewer, timeline, i tools e le modalità di edit sono gli stessi, ed anche la qualità del "motore" interno che elabora i filtri, il rendering ecc. Quindi la vera differenza è tra uno strumento (FCP) pensato per uso professionale, continuativo e personalizzabile su mole di lavoro elevata, e strumento per uso sporadico (FCE) da parte di amatori che hanno bisogno della flessibilità e potenzialità dello strumento professionale e non vogliono rinunciare alla qualità del risultato finale, ma possono essere più "inefficienti" (es. montano pochi filmati all'anno, non hanno bisogno di recuperare lo spazio di disco non utilizzato, non richiedono automazione delle operazioni). Piero
  13. eltoro, visto che ho già vissuto questa esperienza ti passo istruzioni dettagliate: dopo aver aperto il file in MPEG Streamclip usa Esporta in Quicktime (NON Esporta in DV), selezionando Compressione: Apple DV-PAL, Frequenza: 25 for PAL, Suono: non compresso, Stereo, 48 KHz. Se anamorfico seleziona Proporzioni: 16:9 in Opzioni DV. Il file creato avrà formato identico a quello atteso da FCE. Piero
  14. Credo si tratti di un problema di formati: FC può importare molti formati ma su alcuni FC deve fare del rendering (di fatto convertirli internamente) per la visualizzazione finale. Per esempio se il risultato deve essere mostrato su TV standard (o DVD) il codec più adatto è il DV-PAL registrato nel formato .mov. Se importi un formato differente in ogni caso alla fine dovrà essere convertito, per cui a mio parere è meglio già convertire i file originali prima di importarli in FC. Per questo c'è un ottimo programma gatuito (tra l'altro sia su MacOS che su Win) che si chiama MPEG Streamclip. Piero
  15. Credo che tu stia parlando dell'effetto di interlacciamento. Però dire formato .mov non basta: .mov è un contenitore di molti codec e bisogna sapere qual è il codec è usato. Dal tuo post credo che si tratti di DV-PAL, cioè quello standard usato dalle videocamere digitali. In tal caso non è un problema; non lo vedi bene nel viewer e nel canvas se lo zoom è 100%, ma se lo esporti su DVD o se lo guardi su TV connessa tramite firewire (e convertitore D/A) tale effetto scompare e puoi valutare la qualità finale del filmato. In ogni caso il formato standard DV per FCE è il .mov con codec DV-PAL, frequenza 25 fps, ed audio stereo, non compresso, 48 kHz (16 bit). Se acquisisci direttamente da FCE questo è il formato dei file in Capture Scratch; se vuoi importare altri formati ti consiglio di convertirli prima con MPEG Streamclip. Piero
  16. Comunque mentre aspetti di comprare la versione aggiornata (che è la soluzione migliore) puoi premere ESC quando appare il messaggio relativo ad AGP: così potrai continuare ad usare il programma, anche se con velocità non ottimale dato che è emulato da Rosetta. Piero
  17. Il .vob (MPEG2 da DVD) è ancora un'altra storia: devi comunque convertirlo prima con MPEG Streamclip, che in questo caso richiede che tu abbia già installato il componente MPEG di QuickTime (da acquistare a 20 euro dall'Apple store se usi FCE - ma incluso in FCP). Se hai tutto: - in MPEG Streamclip apri il file .VOB - crea il file .mov con Esporta in Quicktime (NON Esporta in DV), selezionando Compressione: Apple DV-PAL, Frequenza: 25 for PAL, Suono: non compresso, Stereo, 48 KHz. Se anamorfico seleziona Proporzioni: 16:9 in Opzioni DV. Il formato risultante è completamente compatibile con FC e quando lo importi non devi renderizzare nulla. Piero
  18. Seleziona i 2 clip audio mono e applica Modify > Stereo Pair (alt-L) Se adesso fai click su uno dei due canali di fatto li selezioni tutti e due insieme. Se fai doppio click si aprono tutti e due nella stessa finestra del viewer, ecc. Piero
  19. Risposta pratica: scegli il comando Sequence/Render All/Both (o alt-R). Spiegazione: anche se FC (sia FCP che FCE: il problema è lo stesso) può importare clip in vari formati, su alcuni di questi deve fare il rendering prima di visualizzarli; il rendering è necessario anche dopo l'applicazione di effetti o transizioni particolarmente complesse che non ne permettono la visualizzazione in tempo reale. In questi casi FC crea un nuovo file (render file) che contiene il risultato finale delle sue elaborazioni e gli permette di visualizzarlo o esportarlo rapidamente. Suggerimento 1: in genere perdi meno tempo se converti i file di filmati (es. avi) prima di importarli: eviti inutili rendering ripetuti durante il montaggio (usa QuickTime Pro o MPEG Streamclip: sono estremamente flessibili e potenti). Suggerimento 2: diversamente da iMovie non impari ad usare FC in pochi giorni: è meglio che affronti il progetto con calma e ti eserciti su dei filmati di prova, e studi un po' di manuali (se sai l'inglese quello fornito con FC - sotto il comando Help - è molto completo... e voluminoso). Piero
  20. Vedi questo link. Uploading Movies for YouTube with maximum quality E' in inglese ma credo che sia comunque chiaro. Piero
  21. Una curiosità . La ragione per cui nel formato DV il verde è il colore spesso preferito per il chroma keying (cioè la sostituzione di un filmato di sfondo ad un colore uniforme) è che grazie al subsampling 4:2:0 o 4:1:1, il verde, che risulta dalla differenza di R+B e il luma, ha una risoluzione maggiore delle componenti rosso e blu. Poi ci possono essere altre ragioni, quali la scelta di un colore poco usato dai soggetti in primo piano, ecc.. Piero
  22. Scrivi 3 in User Preferences > Editing > Still/Freeze Duration. Da quel momento ogni Freeze Frame ed ogni immagine importata avrà durata di 3 frames. Piero
  23. Il DV è compresso 5:1 (spazialmente o intraframe) nel senso che non tutte le informazioni contenute nei 720x576 pixel dell'immagine ripresa dalla videocamera vengono registrate su miniDV e quindi passate poi (via firewire) ad FCE o iMovie: solo un quinto di esse restano. I numeri come 4:2:0 o 4:1:1 (ed altri in questa forma) sono chiamati Chroma subsampling, cioè indicano come vengono selezionate dalla videocamera le informazioni di colore per ogni pixel da registrare su nastro. Nel DV PAL (4:2:0) di ogni quadratino di 4 pixel viene presa l'informazione di luminosità (luma) per ogni singolo pixel, mentre per le componenti di colore blu e rosso viene preso solo un valore mediato sui 4 pixel del quadratino, così riducendo drasticamente le informazioni da registrare. Nel 4:1:1 avviene sostanzialmente la stessa cosa anche se questa volta su una striscia orizzontale di 4 pixel (al posto del quadratino). L'insieme del croma subsampling a di altri algoritmi portano alla compressione di 5:1. Quello che è interessante però è che tutti gli editor che lavorano su DV (NB questo non è sempre vero però per HDV) sono in grado di editare la versione compressa senza decomprimerla/ricomprimerla quindi evitando la generation loss. Diversamente da altri codec (es. MPEG2) DV non usa la compressione temporale o interframe, quella in cui solo alcune frame del flusso sono registrate complete e di tutte le altre sono registrate solo le differenze dalla precedente. Spero che questo chiarisca un poco (comunque se cercate pe chroma sampling o anche solo 4:2:0 su google trovate molto...) Piero
  24. Provo a rispondere ad alcune domande - Tieni conto comunque che lavoro su MacBook Pro intel, ma solo SD (quello che chiami LowD). Ne sono quasi certo, da quanto ho già letto. Puoi lavorare con qualunque schermo; l'HD apparirà più nitido, ma non c'è distinzione pratica tra schermi HD e SD. Alcuni sono più grandi di altri, o hanno un rapporto diverso delle dimensioni, ma la differenza è solo nel filmato. Ripeto, se lavori in HD puoi gardare il filmato dovunque. L'unico limite è lo spazio che ti occupa su disco. Lo stesso se lavori in SD; in questo caso la qualità sarà minore. No. Se lavori in HD al momento (per quanto ne so) gli unici modi per sfruttarne la qualità sono di guardarlo direttamente su Mac o su TV adeguata connessa via firewire (e convertitore D/A). I DVD attuali non supportano HD. Spero di aver dato una mano. Piero
  25. Prova se riesci vedere il clip in QuickTime: apri il clip.dv che sta nel Media folder del pacchetto del progetto iMovie (devi usare il click destro per aprire il pacchetto). Se sì, è un problema di utilizzo di iMovie. Altrimenti è proprio la fase di acquisizione che non ha funzionato. Piero