PieroF

Members
  • Posts

    519
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by PieroF

  1. Se ho capito bene la domanda, quel che vuoi fare è semplice: quando il clip è nella timeline puoi o selezionare il clip, fare unlink (Modify/Link = cmd-L è un flag ON/OFF per default ON) e quindi usare il suo video ed il suo audio separatamente, oppure resettare Linked Selection (shift-L anche questo è un flag ON/OFF per default ON) che è un modo di operare su tutti i clip della timeline. In tutti e due ii casi video ed audio vengono divisi. Se poi vuoi dividere anche i canali stereo hai il comando Modify/Stereo Pair (alt-L) che funziona come cmd-L ma sui canali stereo. Piero
  2. Rispondo prima alla tua domanda: di solito uso il default (credo sia il baselinee standard). Però non credo che questo abbia a che fare con l'effetto pettine. Comunque non sono esperto di Photoshop. Secondo. Continuo a non capire quale dei 2 processi usi: A. in Photoshop importi immagine da fotocamera (non videocamera) o da grafica - elabori - esporti in JPG - importi in FC - qui vedi effetto pettine. oppure B. in FC importi filmato PAL - esporti immagine - la importi in Photoshop - elabori - esporti in JPG - importi di nuovo in FC - qui vedi effetto pettine. Se ti appare l'effetto pettine nel caso A. non è quello di cui parlo io. Non essendo un esperto di Photoshop spero che qualcun altro ti possa aiutare. Se ti appare l'effetto pettine nel caso B. invece, come già scritto nelle risposte precedenti, hai due possibilità : - lo elimini in FC con il filtro De-Interlace - lo elimini in Photoshop col filtro analogo. Quale sia meglio non so. Spero di averti aiutato Piero
  3. Hai provato How to delete preference files ? per quel che ne so si applica anche a FCP ed a versioni più recenti, salvo adattare i nomi dei file. E' importante rimuovere tutti e 3 i file indicati perchè l'operazione abbia effetto. Piero
  4. Da un'analisi di quelli che ho io, i primi sono "semplici" pugin, i secondi hanno estensione .bundle, cioè in pratica sono delle cartelle con una struttura completamente differente (e non hanno un'applicazione associata, ma possono essere aperti dal menu contestuale). Gli unici bundle che ho sono quelli Boris che vengono installati insieme a FCE (Title 3D.bundle e Title Crawl.bundle). Tutti gli altri sono o del primo tipo (icona logo decorata) o in formato testo, cioè in linguaggio fxscript interpretabile da FC. Piero
  5. FCE HD 3.5 (quello Universal) ha il keyframing gestibile dal viewer nei tab Filter o Control, credo esattamente come in FCP. Non è gestibile però nella timeline (salvo l'opacità ). Se invece hai FCE HD 3.0.x o precedente questo keyfraiming non esiste. Esiste solo quello che riesci a fare nella finestra del Canvas sui parametri di Motion: Scale, Center, Rotation, non so se altro. Piero
  6. 1) Se usi F10 sovrascrivi il clip esistente nella timeline; invece con F9 lo inserisci nel punto da cui l'hai "fotografato". In realtà con shift-N (Freeze Frame) crei solo una still temporanea nel viewer, che perdi appena usi ancora il viewer, se prima non la metti nella timeline (F9, F10, ecc.) o salvi nel browser. 2) Usando ripple (rr) o roll ® puoi allungare ed accorciare un clip, ma solo se c'è materiale disponibile. Infatti non si può (che io sappia) cambiare la velocità del clip in questo modo. Il metodo che hai usato modifica la velocità senza modificare la lunghezza del clip. Quello che proponevo era: apri il clip dalla timeline nel viewer (alla durata attuale), modifica la sua durata nella sola timeline (media permettendo, se lo vuoi allungare), posiziona il playhead su di esso, applica Fit to Fill: il clip nel viewer si allungherà /accorcerà per sostituire quello nella timeline, adattandosi alla sua lunghezza. 3) Questo documento Apple FXScript Builder descrive l'interfaccia di FCP e le istruzioni del linguaggio. Piero
  7. Prime risposte veloci: 1) metti il cursore nel punto desiderato e Modify/Make Freeze Frame. Se invece vuoi l'immagine su file usa Export/Using QuickTime Conversion - Still Image. E' sempre bene deinterallacciare ogni immagine ricavata da video PAL o NTSC. 2) usa il Fit to Fill: sostituisce la sezione di timeline scelta (per esempio da IN a OUT) con un clip che viene rallentato o accelerato per riempire lo spazio scelto (4 point edit) 3) per realizzare la transizione descritta io metterei i due clip in due tracce diverse allungando (per esempio) il primo sopra il secondo ed applicando lo zoom (con Motion tab) sul primo, con keyframe a partire dal punto di sovrapposizione. 4) Si. E si chiama fxscript. In FCP esiste anche un fxscript builder che permette di crearli in modo interattivo. Credo che con questo tu possa anche crearti la transizione di cui al punto sopra. In FCE invece (quello che uso io) gli script vanno critti "a mano" con un editor di testo. Se hai bisogno di ulteriori dritte fammi sapere. Piero
  8. Per l'effetto pettine: - se l'obiettivo è guardare il filmato su TV interallacciata, non far nulla perchè su questa non dovresti vedere l'effetto pettine; se è così (hai provato ?) devi accettare invece l'effetto pettine quando guardi lo stesso filmato su video Mac (progressivo). Oppure puoi generare due versioni una per interallacciato ed una per progressivo (vedi sotto). - se invece l'obiettivo è guardare il filmato su Mac, PC o altro video progressivo allora è meglio eliminare tale effetto. Per eliminare l'effetto pettine su singole immagini puoi usare Photoshop, aprendo l'immagine esportata da FC ed applicando il filtro Video/Togli Interallacciato. Per eliminarlo su un filmato intero o su clip in movimento puoi usare i filtri FC come il Video Filters/Video/De-Interlace o Flicker applicati ai soli clip dove serve. In tutti i casi questi filtri eliminano uno dei due field dell'immagine riducendo la risoluzione verticale. In realtà l'effetto è dovuto al fatto che vedi i due campi della stessa frame contemporaneamente. Quando non lo vedi è perchè, o su interallacciato il vedi uno dopo l'altro, come originariamente registrati, o su progressivo perchè (senza diretelo) QuickTime o FC ti deinterallacciano le frame al volo mentre le mostrano, senza modificare l'originale. Un modo certo per vederlo su FC è usare zoom al 100% in Canvas (gli altri zoom invece rielaborano l'immagine e non mostrano i due field come sono registrati). Piero
  9. Ho provato a guardare in FCE le immagini che hai indicato, e confermo quello che dici. Il mio parere però è che con PAL DV non puoi ottenere nulla di meglio dati i limiti del sistema PAL. Tra l'altro non sono riuscito ad aprire in Photoshop Elements 3 quella con nome image.jpg, mentre FCE l'ha aperta ed identificata con compressor Planar RGB: evidentemente su schermo progressivo (Mac) questo codec dà un risultato migliore dell'altra identificata come Photo-JPEG anche se tutte e due hanno risoluzione 720x576. E' importante a questo punto il mezzo finale che usi per vederle: se è la TV interallacciata (tramite DVD per esempio), mezzo per cui è fatto il DV-PAL, queste immagini potrebbero apparire migliori che non su Mac. L'unica è provare Piero
  10. Non mi è chiaro: le immagini che salvi in JPG, ecc. sono esportate da FC ? Se si, devono essere deinterallacciate, perchè contengono tutti e due i field, e se c'è anche un minimo movimento dell'immagine hai l'effetto a pettine. Deinterallacciando, in FC prima di esportare o in Photoshop poi, elimini l'effetto, ma anche dimezzi la risoluzione verticale. Mi permetto poi una correzione alle risposte precedenti: nel video parlare di dot per inch (dpi) non serve molto in quanto l'unico parametro significativo è il numero di pixel per riga e di righe, che in PAL DV è 720x576. I dpi effettivi dipendono poi dalla dimensione dello schermo TV: quanto più grande lo schermo tanto meno i dpi. NB: che i 720 pixel per riga sono rettangolari, cioè quando rappresentati su uno schermo TV occupano lo spazio equivalente a 768 pixel. Questa è la ragione per cui un filmato PAL visionato con QuickTime senza correggerne il form factor appare schiacciato: infatti QT non mostra pixel rettangolari, ma quadrati. Questo non è importante se l'obiettivo finale è il filmato per TV. Se invece per esempio si vuole usare su Mac un'immagine esportata da filmato bisogna ricampionarla a 768x576 per riportarla a 4:3. Scusate la digressione, ma forse aiuta a capire il problema di Rdrock73 Piero
  11. Un modo gratuito per registrare da TV su Mac, se hai la videocamera giusta (vedi sotto), è appunto quello di usare la videocamera come convertitore A/D. Connetti l'input analogico della videocamera alla presa SCART (uscita) del televisore; dall'altro lato connetti la videocamera al Mac come hai già fatto per acquisire filmati, con firewire; usi iMovie per registrare, ma anche QuickTime Pro o FCE. Il punto chiave è la videocamera. Potresti avere tre casi: - non ha input analogico (ma solo output), in questo caso non vale quanto detto sopra; - oppure ha input analogico, ma non il pass through, cioè è in grado solo di registrare da analogico al miniDV; è un po' scomodo ma puoi prima registrare la trasmissione su miniDV e poi la riversi su Mac - meglio di tutte, ha il pass through: fatta la connessione non ti accorgi nemmeno che c'è una videocamera di mezzo (dopo averla configurata con il suo menu) e vedi/registri in tempo reale su Mac quello che vedi su TV. Naturalmante in questi casi il sintonizzatore è sempre quello dell TV, mentre EyeTv ti fornisce il suo, e connetti l'antenna direttamente al dispositivo USB. Piero
  12. Io tengo la cartella Final Cut Express Documents al completo sul disco esterno FW. Naturalmente devo stare attento (se mai cancello i file di preferenze di FCE - cosa che ho fatto un paio di volte) di ripristinare subito gli Scratch Disks in System Settings altrimenti per i nuovi progetti che creo FCE usa di default la cartella Final Cut Express Documents in Documenti della Home. Nella cartella Final Cut Express Documents sullo stesso disco esterno ho aggiunto, a quelle generate standard da FCE, un'altra cartella che ho chiamato Other Scratch in cui tengo tutto il materiale non acquisito da FCE (questo si trova in Capture Scratch) ma che è usato nei progetti: foto, audio, video extra. Anche questo organizzato in sottocartelle, una per ogni progetto come in Capture Scratch. Il disco è formattato Mac OS Esteso; non è Journaled, ma credo che funzioni anche se Journaled. Inoltre ho preferito disabilitare Spotlight su quel disco per evitare che intervenga ad indicizzare nei momenti meno opportuni. Del resto non ne vedo l'utilità , dato che il disco è dedicato a FCE. Buon lavoro Piero
  13. Non conosco Premiere né FCP. So però che FCP è in grado di lavorare anche su formati diversi da DV e HDV; forse anche .wmv. Se acquisirai i file direttamente da FCE, questo genererà il formato giusto che non richiede rendering a priori. Non usare iMovie per l'acquisizione perchè FCE deve sempre renderizzarne l'audio, ed inoltre non avresti la registrazione del timecode, utile per un futuro Capture Project. Piero
  14. FCE 3.5.x è Universal per cui utilizza al meglio il tuo Mac Intel (non lo era FCE 3.0). Quindi il rendering così lungo non è normale, ma potrebbe essere causato dal formato importato. FCE lavora solo in DV per il formato standard, o HDV (o meglio AIC) per quello in alta definizione; quindi se il filmato importato non è uno di questi FCE deve convertirlo (cioè renderizzarlo). Piero
  15. Ciao ciprea1, si, è meglio usare il disco FW esterno (anch'io uso LaCie e per ora ha funzionato a dovere) per tutto il materiale per filmato, proprio per evitare che gli accessi a questo durante playback, export o print to video (sensibile ad eventuali rallentamenti, vedi dropped frames...) siano in qualche modo rallentati dall'uso del disco di startup necessario per il resto delle attività , incluso il file di progetto. Certamente deve essere formattato MacOS Esteso; altrimenti non funziona. Come backup temporaneo USB va bene, ma ricopia tutto sul FW dopo la riformattazione. Piero
  16. vigo, è un po' di tempo che non uso iMovie, quindi potrei sbagliarmi. Ma mi sembrava che nel dialogo di esportazione venisse chiesto se si vuole renderizzare le immagini oppure no. Quando rispondevo no, venivano esportati come renderizzate solo le transizioni o gli effetti che venivano renderizzate durante l'editing (barretta rossa di avanzamento).
  17. Io uso FCE e non posso garantire per FCP, anche se penso che sia lo stesso. Di sicuro in FCE non ho scelta e l'acquisizione crea file .mov (in Capture Scratch) con una traccia video DV-PAL, una audio Intero (Endian frande) ed una Timecode. Vedi finestra cmd-J in QuickTime Pro per un qualunque file .mov di FC. Idem per iMovie: il data rate è lo stesso con l'unica differenza già indicata: lo stream DV è unico, anche se la stessa finestra cmd-J di QT Pro dà informazioni fuorvianti: registra 2 tracce una video ed una audio della stessa identica dimensione (es. 97 MB per 28 sec) ed indica come dimensione totale la loro somma (es. 194 MB), mentre la dimensione del file indicata nel finder è 97MB, come ci si aspetta. Di fatto iMovie registra il data stream DV così come lo riceve senza comprimere e senza separare audio da video, ma evidentemente crea due tracce nel formato QT per facilitarne l'accesso; non essendo separati video ed audio QT registra l'occupazione totale dello stream (97 MB) in ambedue le tracce con il risultato detto. In ogni caso nè FC nè iMovie comprimono il video DV standard durante l'acquisizione (ripeto: non sto parlando di HDV, che è un'altra storia, e che non conosco), che arriva già compresso 5:1 nella videocamera alla fonte. Per cui la qualità del video è identica nei due casi. Piero
  18. Ho pensato di acquisire con iMovie ma mi sembra che i file sono più piccoli rispetto a quelli acquisiti con FCP (a parità di durata) Aggiungo alle considerazioni già fatte da Pode e bnalon, che condivido, (e alla bellissima foto di falkor) che puoi importare ciò che acquisisci con iMovie in FCP o FCE: ma devi poi in FCP/E fare il rendering dell'audio almeno prima dell'editing. Il che può essere una noia, sopportabile se non applichi filtri o troppe transizioni audio. Per il resto non perdi qualità ed hai anche la possibilità (negata agli utenti di FCE, almeno) di avere molti clip all'atto dell'acquisizione, cosa che ti permette poi di liberare facilmente spazio di disco, se scarti alcuni di questi clip. A mia conoscenza la dimensione dei file DV (non so di HDV) presi con iMovie e con FC è sostanzialmente la stessa (circa 13GB/ora). Ed il rate audio è 48 kHz in tutti e due i casi. La differenza sostanziale è che lo stream .dv registrato da iMovie è lo stesso ricevuto tramite firewire, con audio e video compresi in un unica traccia (infatti i clip nella timeline di iMovie includono sempre l'audio), mentre FC salva un file .mov separando audio e video in tracce diverse pronte per l'editing. Ed aggiunge il timecode, che iMovie non gestisce e non salva. Buon lavoro Piero
  19. posso provare amettere telecamera e hd in una sola porta? Beh, si, ma solo se anche l'hd è firewire. In genere gli hd firewire hanno due porte e possono essere messi (daisy chained) tra il Mac e la videocamera... Ma! Attenzione! Non tutte le videocamere, in questa configurazione daisy chain, vanno d'accordo con tutti i dischi. La tua è una Sony e non credo abbia problemi. La mia (Canon) invece è nota per averne. Personalmente per ora ho fatto in modo di evitarli usando Mac con la doppia porta firewire (es. iMac). Piero
  20. Stranissimo. Io riesco a fare il download senza nessun problema. Prova comunque ad usare questo link FCE Timecode Display v3.1 (che comunque è lo stesso che dovresti già avere). Se hai ancora problemi fammi sapere. Troviamo un altro modo. Piero
  21. Con FCE puoi usare solo quanto messo a disposizione da QuickTime, quindi MPEG4 e non MPEG2 (almeno nel mio caso). Mi pare che con FCP sia compreso Compressor, ed ho letto che con questo puoi comprimere MPEG2. In ogni caso è necessario un programma di Authoring (iDVD o DVD Studio o Toast, ecc.) per poi generare il DVD: cioè non basta comprimere il filmato, ma bisogna creare quella struttura complessa di file di cui ti ho accennato sopra, che non è compito di FCx. Piero
  22. ho letto che ci possono essere problemi con un hd esterno collegato Per quello che ne so i problemi possono esserci ma dipende da vari fattori della configurazione: quale videocamera usi, quali disco esterno (essenzialmente USB o firewire) e come sono connessi. La configurazione che a me funziona è la connessione firewire di un disco esterno (LaCie) ad una porta firewire del mio iMac e la connessione della videocamera (Canon MVX4i) all'altra porta firewire. Ovviamente non è l'unica, ma in genere si suggerisce di usare sempre un disco esterno per l'acquisizione, ma è da evitare che sia USB (non garantiscono un flusso continuo di dati); talvolta mettere la videocamera in daisy chain con il disco esterno per usare una sola porta firewire non funziona. Qual è la tua configurazione ? che tipo di formato è il dvd? La struttura dei file in DVD non è banale. In sintesi la cartella VIDEO_TS contiene un insieme di file di vario uso, tra i quali quelli con estensione .vob contengono la parte audio/video, sia dei filmati che dei menu. In pratica se usi iDVD per la preparazione e masterizzazione non devi preoccuparti di tutto ciò: ci pensa iDVD a comprimere in formato MPEG2 e generare tutti i file necessari. Sempre con iDVD puoi registrare fino a 2 ore di filmati su un DVD single layer (4.7 GB), equivalenti a circa 26 GB in formato PAL-DV. Se usi DVD Studio hai sicuramente più scelte, ma qui non ho esperianza. Piero
  23. le immagini composte da linee diagonali marcate son seghettate, il difetto scompare quando da un' immagine si passa alla successiva Questo mi fa pensare che iMovie ha fatto il rendering delle transizioni ma non delle immagini stesse. Ora non ricordo bene iMovie, e non so se c'è un filtro tipo anti alias (come in FCx - che risolve questi problemi); ma forse basta costringere iMovie a fare il rendering di tutte le immagini prima di esportare il filmato usando il Ken Burn effect con uno zoom minimo quasi invisibile. Non so, forse non risolve nulla ma val la pena di provare. Piero
  24. Giorgio, hai provato con QuickTime Pro ? In genere è in grado di convertire molti formati. Con il codec Divx dovrebbe essere capace di leggere il tuo film ed esportarlo con audio per FCx (16-bit integer, Stereo 48kHz), e, dato che ci sei, anche con video direttamente in PAL DV. Così FCx non deve renderizzare nulla. Piero
  25. Io conosco FCE, ma credo che in questo sia uguale a FCP. Non mi risulta che sia possibile dare nomi alle tracce; ma forse non ha nemmeno senso nella logica di FCx, visto che le tracce rappresentano dei supporti "fisici" al montaggio. Invece se vuoi aggregare clip in un gruppo secondo una tua "logica" di montaggio e quindi dargli un nome FCx fornisce la sequenza, che a sua volta include tutte le tracce disponibili in FCx. Puoi usare una sola sequenza per tutto il filmato, o tante e poi metterle in linea, o generare sequenze annidate l'una nell'altra, ecc. a piacere, e dare il nome di tua scelta ad ognuna di esse. Forse la traccia in Vegas Video (che però non conosco) corrisponde alla sequenza in FCx. I rettangolini con scritti "v1", ecc. sono chiamati "source control" (quelli a sinistra, che possono muoversi) e "destination control" (quelli a destra, incollati alle tracce). In FCE ci possono essere solo 3 source control (video e due audio - ma forse in FCP non c'è questo limite): quando sono connessi ad un destination control indicano in quali tracce finiscono i contenuti del viewer quando si applicano i vari "edit": insert, overwrite, replace, ecc.. Infatti se il viewer contiene un clip solo video (es. una foto) compare un solo rettangolino source v1 che puoi associare alla traccia video che vuoi. Attenzione, che questo è solo uno dei tanti modi per inserire clip nella timeline. Quello che personalmente uso di più è il trascinamento dei clip; ma allora questi rettangolini non vengono usati da FCx. Ma puoi anche fare copia e incolla, ed allora entrano in gioco gli "autoselect"... ma non vorrei confondere le idee. Scegli il meccanismo che ti sembra più naturale ed usa quello. Come detto per esempio io ho scelto il trascinamento. Piero