mc100

Members
  • Content Count

    3,271
  • Joined

  • Last visited

About mc100

  • Rank
    Il forum è la mia casa

core_pfieldgroups_99

  • Città
    , ,

Contact Methods

  • Website URL
    =
  1. ma certo. La mia era una puntualizzazione: ibm ci ha provato eccome a proteggere il suo hw.
  2. Non vivendo in una economia regolata dallo stato ma in una economia di mercato, il prezzo giusto non esiste: esistono un prezzo stabilito dal venditore e una propensione all'acquisto da parte di chi compera. Il punto in cui la curva della domanda e quella della offerta si incontrano è il prezzo che il mercato è disposto a pagare per il bene. Punto. IBM aveva fatto più o meno come apple: il bios originale era protetto, ma compaq mise una schiera di programmatori a farne il reverse engeneering
  3. chiamalo come vuoi, ma osx non è un firmware. Ad ogni modo: - non sono stato io a dire che la differenza è nel fatto che osx è opera dell'intelletto - non sostengo che osx possa essere copiato a badilate - non sono SICURO che la eula di apple sia illegale Mi limito a porre (e a pormi) dei dubbi: siamo sicuri che TUTTE le clausole della eula siano legali, non vessatorie e non difformi dai termini di legge (e poi, legge di quale stato?) E ancora: mi limito ad auspicare che questa diatriba possa essere stimolo affinché sia fatta chiarezza e un minimo di regolamentazione su quello che è legittiamente possibile scrivere in una eula, visto che oggi è una giungla. Se quanto sopra si traduce nel solito peccato di lesa maestà , mi scuso e vado via.
  4. questa è una tautologia. Mi fai un esempio che è anche il caso di cui stiamo parlando. Ripeto: non parlo di duplciazione, copia, installazioni multiple. Auspico solo una maggiore chiarezza e disciplina nelle EULA, che attualmente sono terra selvaggia. E' legale che PippoSoft scriva che quando premi il pulsantino "I agree" dichiari che quando userai il loro PerfectToast (software che calcola i minuti precisi per scaldare un panino) non ti metterai a scorreggiare, ti sarai fatto la doccia da meno di due ore e ti sarai profumato le ascelle con Maschio Selvaggio?
  5. Chi ha parlato di duplicazione? Posso comperarlo, strappare le pagine, rilegarlo con una nuova copertina, pasticciarlo, leggerlo al cesso e in poltrona.
  6. non vedo la differenza: vendo un coltello (prodotto del mio sudore, ma anche del mio intelletto, in quanto devo anche pernsare per tornire l'acciaio senza affettarmi una mano) e scrivo chiaramente che non puoi usarlo per affettare il salame ma solo la mortadella. Vendo un sw di contabilità (prodotto del mio intelletto, ma anche del mio sudore, in quanto non basta pensare al signor Zucchetti per vedersi sfornate 50000 linee di spaghetti visual basic code più o meno funzionante) e dico che non puoi usarlo per fare le fatture a quelli che si chiamano Giuppe di cognome.
  7. lo so, infatti ho scritto subito dopo quale è l'obiezione comune a questo modo di pensare.
  8. beh, sai, i sistemi integrati sono tali perché il sw è appunto integrato nell'hw. OSX è palesemente un caso limite, in quanto gira su hw generico e comunque viene commercializzato anche come prodotto stand-alone. Inoltre, resta il fatto a mio modo incontrovertible che se io acquisto un bene posso disporre dello stesso come meglio mi aggrada (negli ovvi limiti di legge). Saranno affari miei se compero un pentolino per bollire il latte e lo trasformo in un ricevitore gps... La obiezione classica a questa obiezione è che non si compera osx ma si stipula un contratto di uso con una serie di clausole. Il punto è capire se tutte queste clausole siano legittime e non vessatorie o comunque contrarie alla legislazione. E resta sempre da verificare che quanto verrà dichiarato legale (o illegale) negli USA lo sia altrettanto in altri stati. Resto stupito da quanti hanno così tante e ferme convinzioni in ambito legale.
  9. la cosa inzierebbe però a diventare interessante se il giudice competente decidesse che la EULA di osx non può legittimamente limitare l'hw di installazione. Diventerebbe interessante non tanto e non solo per la situazione di cui stiamo discutendo, ma perché ci sarebbero grandi ripercussioni su tutto il mondo IT. Io non mi ho idea di come andrà a finire (anche se posso immaginarlo, non fosse altro che per la "potenza di fuoco" del dipartimento legale di apple), ma francamente spero che sia l'occasione perché la giustizia USA faccia un minimo di chiarezza e di regolamentazione su quel pasticcio che sono (diventate) le EULA.
  10. alla fine è sempre openoffice, con una interfaccia diversa, il codice vecchio e una marea in meno di utenti a segnalare i bug. Non vedo quale vantaggio possa avere rispetto al vero OO.
  11. è prassi abbastanza comune nelle reti pubbliche limitare l'acceso ad internet al solo protocollo http. Ad esempio se qualche visitatore si collega alla mia rete aziendale, viene assegnato ad una vlan differente da quella degli utenti interni, e gli viene consentito il solo traffico destinato alla porta 80. I motivi sono essenzialmente di sicurezza e salvaguardia della banda.
  12. francamente non capisco la domanda. Puoi ripeterla con un esempio per favore?
  13. perfetto. Quindi possiamo dedurre che sulla testata e sul sito è possibile parlare liberamente di attività che violano la eula, ma non di quelle che violano la legge. Ne consegue che le pratiche di hackintosh (es. psystar, efi-x, i tizi italiani che fanno i cloni in cantina, non appena toglieranno le mele dal sito, i modding delle iso di osx per poter essere installate sul vaio di mio cugggino ecc.) sono argomenti legittimi e non dovrebbero scatenare le lamentele degli isterici a singhiozzo.
  14. credo non ci sia da ripetere che con l'unlock (e mi pare anche il jailbreak) violi la eula di apple ma non incorri negli strali degli isterici a corrente alternata di cui sopra, cosa che invece accade se osi trasgredire con psystar e compagnia cantante.