Olomarcolino

Members
  • Content Count

    55
  • Joined

  • Last visited

About Olomarcolino

  • Rank
    Assiduo

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Marcolino
  1. Ciao, ho un problemino da qualche giorno. L'extreme mi da pallino verde, l'express in camera da letto pallino verde, l'apple tv connessa regolarmente, l'imac non mi segnala problemi di network, ma l'ipod (un touch di seconda generazione) e la bilancia wifi della withings, nonché il pc portatile di mia moglie vanno "a singhiozzo". il touch in particolare, nonostante tra le impostazioni trovi il mio network (a tutta forza), non mi segnala "campo" in alto a sinistra. la bilancia idem. funzionava benissimo fino a poco tempo fa, ora pare non riceva il segnale. ho smanettato un po' le impostazioni del network (facendo comparire il pallino giallo sulla extreme) e, in questa configurazione, ipod e bilancia hanno ripreso a funzionare (ma non l'apple tv); rimesso tutto in ordine (pallini verdi su extreme e express) e sono di nuovoconil touch scollegato. aiutoooooo
  2. Anch'io sono cresciuto all'estero, in GBR per la precisione, nazione per disgrazia della quale ho imparato il rispetto delle regole e, soprattutto, degli altri. Disgraziatamente perché, come te probabilmente, mi trovo con un bagaglio di civilità e di educazione straordinaria al confronto dei miei connazionali. E vivo molto male nella maleducata ed imbrogliona Roma. A chi hai scritto te? Sono sicuro che, al contratrio di un qualsiasi imprenditore made in Italy, mr Jobs sarebbe felice di raccogliere le mie lamentele (nell'interesse del suo business) e prendere opportuni provvedimenti.
  3. L'ultimo tuo punto (la permanenza nel mercato) magari dipende anche dall'attività dei clienti. Alla ennesima lamentala, magari il licenziatario gli toglie il marchio...
  4. "abbastanza" soddisfatto? nel caso di una riparazione la soddisfazione dovrebbe essere nulla o totale. evidentemente anche in quel caso il cordialissimo personale della bottega non si è comportato secondo gli standard qualitativi apple.
  5. E' possibile che una scheda logica per un Mac Book del 2007 costi 700€? Tanto mi hanno chiesto (circa tre mesi fa) al punto vendita dell'Eur, tanto da consigliarmi... di comprare un Mac Book nuovo!!! Alla mia domanda se esistessero delle schede logiche ricondizionate, ovviamente mi hanno risposto di no. Mi viene il dubbio, con la recente visita (vedi post precedente), che si tratti di ulteriore riprova della incompetenza e malafede del negoziante... (ma è solo un dubbio, ben contento se vengo contraddetto). Rimane il fatto che, responsabilità del negoziante o della Apple, 700€ sono un vero furto!
  6. Ogni tanto dovrebbero mandare un mystery client per verificare la qualità del servizio. Non basta una location carina, dei bei prodotti e un'atmosfera "cool". Se poi il rapporto con il cliente è affidato ad un ex dipendente delle Poste della DDR (con tutto il rispetto per i dipendenti delle Poste Italiane), è facile che il marchio perda il suo appeal.
  7. beh, quella che ha insultato me era di età avanzata e di aspetto poco gradevole. considerando che, evidentemente, non è stata selezionata per le sue qualità empatiche e, apparentemente, non è stata selezionata per le sue conoscenze del mondo apple (se mi ha mandato a Roma Est senza dirmi che ci voleva un appuntamento...), che non è stato stata selezionata per le sue conoscenze tecniche (tant'è che il mini controllo sull'ipod l'ha fatto il tecnico nel retro bottega)... evidentemente i gusti in materia di donne del responsabile del punto vendita non sono come i nostri, sani maschietti.
  8. Ma qui si tratta di clienti che hanno comprato un bene di valore non indifferente, e per di più MAC. Se mi compro un Mac invece di un comunissimo PC, pretendo di essere trattato come l'acquirente di una Rolls, non di un'Arna (ve la ricordate)? Un prodotto hi end lo è non solo per le caratteristiche "fisiche" ma anche per il servizio di assistenza post vendita e di customer relationship management. Uno si aspetterebbe almeno di essere trattato con dignità , non come un pezzente che cerca di smerciare un ipod rubato. Negli mesi che ho passato a lavorare al call center della primaria società provider di internet non ho mai dubitato della veridicità delle affermazioni dei clienti, per quanto curiose alcune fossero.
  9. Se in un reseller Apple cercate scortesia, aprofessionalità e sguardo saccente, recatevi all'Eur al Mac Intown di viale Oceano Atlantico. L'ultimo incontro (nel senso temporale e al contempo una promessa che mi sono fatto pro futuro) è di ieri, essendomi recato al negozio per far riparare un ipod nano con un pulsante difettoso. L'acidissima commessa insinua più volte che il mio nano è caduto in acqua, e più le faccio presente che ciò non è avvenuto, più lei proietta gli occhi al cielo ("oh no, il solito cliente che fa il bagno con l'ipod nel costume e pretende di far valere la garanzia") e, spazientita, mi dice è policy del negozio non fidarsi di quello che dice il cliente. Va nel retro bottega a consultarsi con il "tecnico" (figura apparentemente non abilitata alla riparazione e figura che nei 10 minuti di mia permanenza nella bottega non vedrò mai) il quale continua a mettere in dubbio la mia onestà . Mi dice che negli ultimi modelli hanno messo una pellicola all'interno del jack delle cuffie dove, a seconda del colore, si rieswce a capire se l'ipod è caduto in acqua o meno. Ma l'incompetente commessa non è convinta neanche lei di questa tesi, buttata lì tanto per mandarmi via dalla bottega. Le faccio gentilmente presente che, se anche stessi mentendo (del resto è solo il quinto ipod che compro nella vita, affiancato a due imac, una extreme, due esxpress e un'atv...), il problema è limitato al PULSANTE PLAY dell'apparecchio, che non funziona più perché apparentemente "indurito", mentre tutte le altre funzionalità sono integre: video, riproduzione musicale, videocamera... Se fosse caduto nell'adriatico, probabilmente non riuscirei a far funzionare le altre applicazioni, no? Le chiedo come questo tipo di problema possa essere legato ad un eventuale caduta in acqua dell'ipod... Nulla. Non risponde. Ma in fondo io vorrei solo un pulsante nuovo, non un nuovo ipod... Nulla. La loro policy è quella di mandare il prodotto all'unico store ufficiale per effettuare delle verifiche sulla presenza o meno di liquidi all'interno dell'apparecchio (e qui la quarta insinuazione sulla mia mancanza di onestà ). Inizia a trafficare con il terminale (mia nonna a confronto è una dattilografa) e dopo cinque minuti di mia attesa (nel mentre entra ed esce dal retro bottega), mi dice che comunque ci vorranno VENTI GIORNI per espletare la pratica, affinché mi dicano se, secondo loro, sto mentendo o meno. A seconda dell'esito della loro perizia, provvederanno ()o meno) alla riparazione in garanzia. A questo punto la signora mi suggerisce di andare direttamente all'Apple Store di Roma Est, l'unico abilitato alla riparazione in loco degli ipod. Così dovrei fare prima dei venti giorni. Ringrazio ed uscendo con addosso l'etichetta del *****, faccio 20 km circa per arrivare all'altro negozio dove, mi dicono, queste riparazioni le fanno solo su prenotazione. Utilizzando un mac book nel negozio, mi prenoto per il 1° settembre, facendo presente al personale che è stato l'apple store di roma sud a mandarmi da loro, senza dirmi che avrei dovuto prendere prima un appuntamento. "Non me lo dica" mi risponde gentilmente "li conosciamo bene quelli là ...". Evitate, evitate evitate. Vi aspettano ignoranza (del prodotto, delle procedure, ingoranza umana) e maleducazione . Per me non finisce qui: scriverò all'Apple Italia. Un commesso (un commesso!!!) di un'azienda così importante non dovrebbe mai permettersi di insultare un cliente. Da noi (lavoro nel marketing di un'azienda con 3.000 dipendentei e che ha 70 punti vendita su tutta Italia) i venditori o gli addetti all'assistenza vengono formati sul prodotto ma anche, soprattutto, sull'educazione ed il rispetto per il cliente.
  10. Grazie Orto, mi sfugge la logica dei programmatori. Che pensano, che uno si tenga TUTTE le foto sull'HD senza mai esportarle? Proverò questo CocoviewX. Con Photoshop il "tagging" me lo fa fare foto per foto, e non per gruppi di foto... Troppo lungo! Grazie
  11. Olomarcolino

    "Meta-dati"

    Ciao, come si fanno a salvare i meta-dati delle foto? Se non erro, una volta esportate le foto fuori da iPhoto (ad esempio per masterizzarle su DVD), quando le reimporto perdo i dati (annotazioni, commenti.. ) che avevo messo... Come si fa? Analogo "problema" con Itunes: se reimporto le canzoni perdo la votazione assegnata. Grazie!
  12. Ho comprato Visualhub. Eccellente.
  13. mmm ottimo pare. io avevo comprato un tale "Crunch" della Roxio (che dovrebbe essere una "garanzia"). Non solo ci mette un botto (come QT) ma la qualità della conversione è pietosa. Sconsiglio vivamente.
  14. @kidluky. sì sì, sotto i 160 va tutto bene (ripeto, la somma di tutti i beni acquistati all'estero non deve superare i 160€...). ciò significa che se ti compri l'atv non potresti, che ne so, portarti indietro una felpa o una tshirt ricordo. insomma, se vuoi portare dei regalini a qualche tuo amico (o alla mamma) non puoi, a meno che non rimani sotto i 160€. del resto è giusto che sia così! chissà dove finirebbe il Paese se tutti portassero indietro dai propri viaggi all'estero dei regalini per i familiari senza dichiararli alla dogana! per essere sicuri di non andare contra legem, dovresti portarti gli scontrini (o comunque dichiarare) di tutti i beni che porti dall'Italia all'estero: in linea teorica alla dogana (al rientro) potrebbero dirti che la camicetta che indossi, l'hai comprata nel Nevada. Idem per telefonini (anche il vecchio Motorola a led rossi che porti da 23 anni), telecamere, cappellini etc etc. stando alla legge è al viaggiatore l'onere della prova... quindi in teoria....
  15. ovviamente era una battuta. ci tengo ai miei orifizi... voi no?