mondriann

Members
  • Posts

    545
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by mondriann

  1. Be' vedi nicolasanto ognuno di noi, intesi come editor professionisti è libero di pensare e giudicare tale software rispetto ad altri, però il tuo discorso è un po buttato li un pò troppo generalizzato...io posso dire esattamente il contrario in proposito a Final Cut X e lo consiglio vivamente a chi dovesse iniziare ad imparare un software di montaggio. Premetto che sono anni che mi occupo di montaggio e ho avuto modo di lavorare con diversi sistemi. Avid è molto migliorato in questi ultimi anni, (il montaggio non lineare l'hanno inventato loro) ma è ancora un po ostico anche nelle cose più semplici. Di fatto è un buon sistema, collaudato in anni di produzioni cinematografiche e nel broadcast, la nostra RAI praticamente lavora su stazioni Avid magari non sempre aggiornate ma per loro è lo standard del montaggio. Adobe Premiere con l'ultima release è completamente cambiato, onore ad Adobe, ma la sua diffusione si è impennata nel periodo dell'uscita di FCPX che effettivamente ancora non era pronto, come qualsiasi nuovo software. Non bisogna lasciarsi ingannare, come già detto, dalla semplicità operativa di FCPX o dalla nuova interfaccia. Da qualche tempo FCPX è pronto ad affrontare qualsiasi tipo di produzione, come testimoniano alcune grosse major americane che si occupano di telefilm seriali... Personalmente da gennaio di quest'anno dopo quasi dieci anni di FCP....7 sono passato a FCPX per tagliare i miei lavori e la strada è questa. Consiglierei invece a st3fano visto che si diletta di montaggio ma non è l'attività principale (qui potremmo aprire una nuova parentesi: perchè un fotografo si cimenta nel montaggio che è un settore completamente diverso? io stesso se qualche cliente mi chiedesse un servizio fotografico mi rivolgerei ad un fotografo...) di approcciare a FCPX piuttosto che ad Avid o Premiere, anzi forse per quello che gli serve iMovieHD potrebbe essere pienamente sufficiente per il lavoro da svolgere. Ciao.
  2. Per VLA: sinceramente quella utile funzione di iMovie in FCPX non la vedo, come non vedo il "show duplicate frame" attivabile in timeline di FCP7, che colora le clip montate aventi frame duplicati. Forse con il mio metodo di lavoro e con la tipologia delle mie produzioni queste mancanze non pesano più di tanto.. Per Colombiano: penso che leggendo le pagine di questo forum potrai vedere come le persone con più esperienza non negano mai un consiglio o una soluzione al problema. Crescita non sempre è aspettare le soluzioni, ma anche perdere ore ed ore a provare e riprovare le cose fino alla risoluzione, crescita è studiare per bene i manuali del software, crescita è navigare in rete alla ricerca di argomenti utili al nostro lavoro, crescita è passione per quello che si fa e le ore dedicate a questo non si contano. Per Personalink : Per quanto riguarda l'argomento dei tagli in battuta musicale ognuno adotta un proprio metodo: io ad esempio preferisco cercarmi la battuta musicale una ad una ed aggiustare la clip, le cose automatizzate non mi sono mai piaciute, rendono il prodotto asettico, senza anima..preferisco scegliere io se la clip deve cadere in battuta o leggermente anticipata o posticipata. Quando edito videomusicali o concerti, il musicista della band, o il direttore d'orchestra impegnati nel seguire il montaggio inorridirebbero se proponessi loro una funzione automatizzata per centrare le battute musicali.
  3. Continuo ad adoperare DVD Studio Pro. Una volta comprata la vecchia suite di FCP Studio3 mica sparisce dopo avere installato FCPX...
  4. Leggo molta confusione per quanto riguarda i formati video. Il tanto citato H264 è sì un formato HD, ma è ottimo perchè fa pesare poco il file in rapporto alla qualità ottenuta. Quindi molto compresso. Infatti anche se Canon5D crea clip H264 a 25Mbit non vuol dire sia il massimo della qualità . Anzi i problemi delle clip generate da Canon 5D sono proprio questi.Infatti appena si mette mano a correzione colore, o all'applicazione di qualche filtro, il segnale (qualità ) si sporca non poco. E' evidente che h264 ha i suoi limiti. Le belle immagini prodotte da Canon, o da Nikon sono da attribuire all'uso delle ottiche fotografiche piuttosto che al formato H264. I formati HD più popolari vengono proposti da Sony con la famiglia XDCAMHD a 35Mbit. Panasonic con la famiglia DVCPROHD a 100Mbit e con AVCHD mi sembra a 50Mbit. Sony propone pure HDV 25Mbit se non erro. Ci sono poi altre case produttrici che presentano: RED ONE, EPIC, SCARLET creano file raw a 2K e 4k. Arri Alexa genera clip sia in RAW nativo che AppleProress, 2K, 4K. Thompson Viper, Panavision, tutti modelli dedicati al Digital Cinema, alla pubblicità , serial TV.. Il formato AppleProres con tutta la sua famiglia è stato creato da Apple come tratto d'unione quando si ha a che fare con i più svariati formati. Convertendo qualsiasi clip durante l'importazione in Proress, vuol dire mettere FCPX nelle migliori condizioni di lavoro. Certo Proress pesa molto di più però è molto fluido durante la lavorazione e ha un buon campionamento colore senza generazione di artifici. Lavorare con clip HD vuol dire gestire file pesanti, che occupano molto spazio, quindi servono dischi capienti e performanti per poter ottenere un buon flusso di dati. Consiglio ai neofiti di STUDIARE per bene i manuali di FCPX dove si possono trovare ampie spiegazioni a qualsiasi dubbio. Apple - Final Cut Pro X - System Requirements and Tech Specs Apple - Support - Final Cut Pro X http://help.apple.com/finalcutpro/mac/10.0.5/ in rete ovviamente ci sono decine di siti dedicati a FCPX.
  5. se non sei del mestiere e vuoi editare per diletto ti consiglio vivamente di adoperare iMovie, splendido software e con una curva di apprendimento molto veloce. Non lo dico per offendere, ma a volte la scelta dell'applicazione giusta per quello che serve fare, può fare risparmiare tempo e qualche mal di testa in meno.
  6. Il settaggio ottimale è : importare le clip della telecamera senza nessuna compressione, per esempio se la camera registrasse in XDCAMHD, devi importare quel formato. Editare in una storyline XDCAMHD e alla fine esportare in XDCAMHD il master da cui ricavare poi con compressor i file per il bluray. Il Proress è un ottimo formato ma a differenza di quello che pensi è invece molto pesante, però non c'è perdita di qualità (spiegato molto semplicemente). Apple consiglia l'uso di Proress ogni qualvolta incontrassimo formati non "standard" o indigesti per FCPX. Leggi il manuale di FCPX in linea.
  7. Come ho scritto prima, per Quick Time nativo intendo il file esportato con le stesse caratteristiche del file importato ed editato: ad esempio, se la telecamera nativamente crea delle clip in DVCPROHD, messa la prima clip in timeline automaticamente viene riconosciuto il formato e la timeline prende quelle caratteristiche. Quindi tutto l'editing sarà in DVCPROHD. Finito il montaggio esporto tramite Share Export Media sempre in DVCPROHD. E' chiaro che in questo modo tutta la lavorazione dalla riperesa all'importazione, il montaggio e l'esportazione sarà in DVCPROHD, quindi nel formato nativo di registrazione, e quindi alla massima qualità possibile. Questo vale anche per altri formati. Dove non sia possibile leggere formati semiprofessionali o dubbi, conviene fare convertire il tutto in Prores, montare su timeline Prores ed esportare in Prores. Leggiti il manuale in linea di FCPX, ci sono diverse pagine riguardanti i formati video accettati dal software.
  8. Ti consiglio una volta arrivato alla versione definitiva di esportare in QT nativo. "Share>export media" otterrai così un file esportato con le stesse caratteristiche della timeline adoperata per l'editing, e quindi alla massima qualità possibile. Il concetto come ribadito più volte è che il workflow di tutta la lavorazione segua questo concetto. L'editing e l'esportazione finale successiva avrà le stesse caratteristiche di formato e codec identico al formato importato dalla telecamera. Nel caso avessimo formati diversi o poco digeribili da FCPX conviene durante l'importazione spuntare la voce "create optimized media". FCPX genera delle clip in formato Apple Prores, ottimo codec consigliato da Apple. Il file QT ottenuto alla massima qualità potrà ora esssere importato in Compressor per ricavare m2v. Attenzione che i preset di Compressor possono essere modificati a piacere per ottenere più qualità (di solito a discapito della velocità di compressione). Alla fine della produzione ti consiglio di archiviare anche il file esportato in QT max qualità . Potrai sempre partire da quel file per la creazione di ulteriori formati diversi.
  9. Tieni a mente comunque che il controllo finale non andrebbe fatto sul monitor del mac, ma attraverso una buona scheda video, su monitor di riferimento LED o LCD tarato per bene. A volte un controllo su vecchi monitor a tubi non guasta. Programmi come vlc o quick time possono interpretare in modo diverso il gamma o la corrispondenza colore e quindi anche quello che mostra FCPX sulla sua finestra può essere diverso dalla realtà , proprio perchè quella finestra serve per poter lavorare di editing, ma non potrà essere il nostro riferimento finale. Non mi preoccuperei di questo se fossi in te, taglio ogni giorno con FCPX e le mie commesse vanno in ogni dove, emissione tv, internet, dvd,maxi schermo, digital cinema... non ho mai avuto contestazioni per qualità differente da quella vista mentre editavo sul visore di FCPX.
  10. Non noto queste differenze di qualità una volta importate le clip in FCPX, forse perchè non le guardo mai con VLC.... considera comunque che in commesse di un certo budget faccio sempre un minimo di color grading. Quando finisco di tagliare, l'esportato QT nativo rimane di buona qualità , e anche i formati minori tipo H264, MPG4, MPG2.
  11. FCP7 adopera la tecnologia RT Unlimited. Puoi settare questi parametri nella timeline e dirgli cosa vuoi ti faccia vedere in realtime in base alla potenza della macchina. Playback dynamic, frame rate dynamic ecc. ecc. In timeline viene segnalato con delle strisce colorate il grado di difficoltà del RT, verde puoi lavorare in real time, arancio FCP fa una media del playback, rosso ovviamente è richiesto il rendering. Per crossfade, color e molti altri plug-in non viene richiesto quasi mai il rendering.Le schede video tipo Aja Kona 3, Blackmagic, per citare le più usate nel campo pro, servono per convertire il segnale da mandare ad un monitor di controllo, (non monitor di computer). In alcuni casi possono calcolare un downconversion da HD verso SD ad esempio verso un vtr Betacam in component, o per poter acquisire da macchine come il Betacam. La MX02 mi sembra accelleri la conversione di file in H264 passando attraverso Compressor. Ti ripeto che trovando il metodo giusto di lavoro il rendering diventa secondario. Con FCPX le cose cambiano leggermente proprio per la diversa filosofia del programma stesso.
  12. Innanzitutto devi precisare se lavori con FCP7 o FCP10. Comunque sia, devi assolutamente essere sicuro di adoperare il settaggio della timeline identico come formato e caratteristiche alle clip girate. Devi permettere a FCP di lavorare al meglio in tempo reale. Non sarà richiesto rendering per editare in cut o diss.! Il rendering viene richiesto quando si edita su più layer e con più filtri applicati (magic bullet ad esempio rallenta qualsiasi rendering), è ovvio, qualsiasi sistema di montaggio lo richiederebbe. Ho a che fare ogni giorno con applicazioni che richiedono rendering, quando sono intensi al max le macchine lavorano di notte, e comunque il "problema" del rendering diventa secondario nel totale dell'intera produzione.
  13. Devi usare un HD esterno! Con la configurazione attuale del tuo Mac sei al limite. 4GB sono appena sufficienti, purtroppo FCPX abbisogna di molte risorse. L'HD interno del tuo iMac è di soli 350 GB, di solito la configurazione base è di 1TB. Quindi è obbligatorio adoperare un HD esterno almeno da un TB dove indirizzare FCPX nella gestione dei Media e Render file. Non sorprenderti ma il video in HD è molto pesante e quindi bisogna avere spazio a sufficienza. Su FCPX c'è un comando che ti permette di cancellare i render relativi al progetto interessato che si sono sommati durante tutta la lavorazione. Dedicando un disco esterno il più veloce possibile, (quindi FW800 o se possibile Thunderbolt come suggerito da Marksei) il disco di system interno al Mac sarà libero per il sistema operativo e per le applicazioni. ciao
  14. ..non sarà semplice..prova con un "Noise Gate", magari di Soundtrack. Permette di chiudere la "coda", quando non rileva segnale mette a zero il livello. La soglia è regolabile, quindi facendo qualche prova forse potrebbe chiudere la parte di riverbero del segnale. I risultati sono maggiori sul parlato piuttosto che su musica.
  15. ..appunto..stiamo dicendo le stesse cose..
  16. Cosa sono i filocampi? non ho mai sentito questa cosa in ambiente video.. forse intendi la safe area, cioè l'area di sicurezza del fotogramma segnalata da "show title safe" nella finestra canvas per essere sicuri di non tagliare titoli o grafica. Infatti per essere sicuri al 100% di non ritrovarci con cose tagliate visionando in diversi monitor/tv, basterebbe rimanere all'interno della safe area. Il discorso dell'esportazione tagliata è molto strano. In tanti anni di FCP non mi è mai successo di ritrovarmi l'esportato in QT.mov tagliato. Devi assicurarti che l'esportazione sia identica come formato alle impostazioni della Sequence. Finito il montaggio devi esportare con File > Export > Quick Time Movie con le stesse caratteristiche che hai adoperato per la Sequnce del montato. Deve per forza funzionare.. facci sapere, ciao.
  17. Ciao Vla, come avrai modo di vedere qualsiasi cosa tu importi andrà a finire sull' "EVENT" principale (icona viola con stellina) che dà il nome al progetto. Clip video, audio, grafica, foto, psd file, tutto assieme..non preoccuparti di questo...tutti questi file fanno riferimento ai "media file" che in origine si trovano sul disco dedicato ai media nelle cartelle FCP Events > nome dell'Event > cartella Original Media. (se fosse attiva la funzione Transcode in importazione li troveresti anche nel Folder Transcoded Media in formato Prores). Ora puoi creare un nuovo folder e al suo interno creare nuovi Keyword Collection (icone Azzurrine) dove dividerai i files trascinandoli come più ti aggrada. Ad esempio le musiche, la grafica, e le clip divise per data o per take ecc. ecc. Se ammettiamo tu importassi una nuova musica automaticamente la troveresti nella Keyword della musica.Il problema della stessa data di creazione delle clip diventa irrisorio. Si può anche dire a FCPX di non mostrare la data per non creare confusione e rinominare le clip nell'Event Browser. Ora non ricordo dove sia allocato questo comando perchè non ho FCPX sul mac di casa, ma trovi semplici spiegazioni sull'aiuto online di FCPX. Per quanto riguarda l'ultima domanda non conosco Memory Recording Unit HVR-MRC1 e quindi non saprei dirti..a presto.
  18. Con Compressor 4 come anche per il 3, puoi sempre modificare i preset. Li devi prima duplicare e poi modificare. Il preset MPG2 for DVD è circa come 90min best quality. Questo preset è un buon compromesso nel rapporto qualità /tempo di compressione, e in genere funziona bene per DVD Standard Definition. Per migliorare ulteriormente la qualità a discapito del tempo impiegato durante la compressione bisogna creare un settaggio personalizzato e testarlo su più lettori dvd. ciao.
  19. Hai confuso le cose. La clip che tu chiami "Coumpound Clip" in realtà si chiama "Multicam Clip". New Multicam Clip > Sync delle clip > Viene creata la Multicam Clip che la riconosci dall'icona con quattro quadratini. Quando la metti in timeline ti mostra i layer delle camere con le abbondanze dopo il sync. Vedi questo tutorial CreativeCOW La Coumpand clip invece come scrivi è analogo al Nesting di FCP7.
  20. Presumo tu stia tagliando con FCPX. Anche se la clip la mette in un livello superiore cosa ti cambia? Comunque la puoi spostare con la tools "P". Serve per svincolare le clip dalla timeline magnetica.
  21. Puoi forzare il 16:9 degli mp4 non riconosciuti, selezionando il clippone relativo che trovi nella timeline del sync. Qui con Transform - scale - X, modifichi la scala orizzontale. Non preoccuparti alla fine, una volta esportato la qualità rimane ottima. Cosa intendi "una volta cretato il coumpound" ? perchè crei un compound? non capisco questo passaggio.
  22. ...mi viene un dubbio satomi73... quando tagli una clip nella timeline e applichi la diss non potrai mai vedere l'effetto se la clip tagliata la dissolvi su se stessa. Voglio dire, almeno una delle due clip deve essere presa in un punto diverso... ti consiglio comunque di marcare con IN e OUT la clip scelta nella finestra event library. Una volta dati i punti (scorciatoia I per IN O per OUT) la puoi applicare nella timeline con i tasti W, E, D per aggiungerla alla storyline , oppure Q per connetterla alla storyline in un nuovo layer.(e qui ti devi leggere per bene il manuale dove sono spiegate tutte le funzioni...) Ora puoi trimmare con precisione il taglio o applicare la diss o altri effetti...
  23. Tanto per tua informazione che ti può tornare utile, sotto il menù mela in alto a sx trovi " informazioni su questo mac" da li clicca su "più informazioni"... potrai vedere per bene tutte le caratteristiche del tuo mac. Adopero FCPX da alcuni mesi dopo anni di FCP vecchie versioni. Non ho avuto problemi con le diss. Sul fatto dei rallentamenti ci sono molte variabili da valutare, per primo appunto la configurazione del tuo mac.