Mario Faranda

Members
  • Content Count

    48
  • Joined

  • Last visited

About Mario Faranda

  • Rank
    Novizio

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Marco Ferrari
  • Città
    Venezia
  • Interessi
    Architettura, Grafica, Tipografia
  • Lavoro
    Studente di Architettura
  • Mac che possiedo
    Macbook Pro 17" | 2,33 Ghz C2D | 2GB Ram | 100GB Hitachi 7200 Rpm

Contact Methods

  • Website URL
    http://www.salottobuono.net
  • Skype
    mario_faranda
  1. Buongiorno a tutti, come da oggetto, da un paio di giorni, Mail non riesce più a connettersi al mio server di posta in entrata (account POP con Aruba), mentre spedisce tranquillamente i messaggi su smtp. Ovviamente, non ho cambiato alcun settaggio, e non mi va di eleiminare l'account e rifarlo da zero, visto che perderei tutti i messaggi scaricati finora... A qualcuno di voi è successo lo stesso? Cosa posso fare? Ho ricontrollato i settaggi molte volte, ma, come vi dicevo, non ho cambiato nulla, e fino a 3 giorni fa tutto funzionava regolarmente. Grazie per l'aiuto! marco
  2. Ciao! Mi rendo conto che la discussione sia un po' vecchiotta, però vorrei sapere com'è andata a finire la richiesta di sostituzione alla Apple... Io ho lo stesso problema con un Macbook Pro 17" 2,1, e quelli dell'assistenza telefonica hanno detto pure a me che la garanzia non copre la batteria (ed io ho pure l'Applecare...).
  3. Ciao! Anch'io ho lo stesso identico problema di tausen... Ho un Macbook Pro 17" (serie 2,1): la prima batteria me la sono fatta sostituire (gratuitamente) dopo circa un anno e mezzo, perché si era deformata. La seconda (che ho ancora adesso), dopo pochi mesi dall'installazione, ha iniziato a ridurre sensibilmente la capacità di carica; ora, il mac si spegne (appunto senza alcun preavviso), quando la batteria raggiunge circa il 50% di carica (cosa che avviene in breve tempo, circa 45 minuti...). Ho chiamato l'assistenza la settimaan scorsa, e mi hanno detto che la batteria non me la possono sostituire gratuitamente perché questa componente non è coperta da garanzia (e io ho anche l'Applecare!); al che ho chiesto come mai l'anno prima l'avevano sostituita, e mi hanno risposto che allora avevano fatto un'eccezione (da notare che il mio mac non rientrava fra quelli del programma di sostituzione della batteria...). Che devo fare secondo voi ora? L'Applecare mi scadrà a fine anno, e spendere 90 euro, o più, per cambiare una batteria che dopo solo qualche mese già non funziona più mi sembra davvero troppo...
  4. Ecco, infatti, per i nuovi portatili è vero che la firewire non esiste più, e quindi si può dedurre che sia possibile l'avvio da USB... però non so se questo vale anche per i vecchi MBP. Un'altro dubbio che avrei è il seguente: è possibile, con il mio vecchio MBP (Tiger installato), usare il lettore ottico di un altro mac, mediante la condivisione CD/DVD, così come funziona con l'Air? In questo caso, proverei ad installare Leopard con l'aiuto di un altro mac...
  5. Buonasera a tutti, da un po' di tempo il lettore DVD del mio MBP 17" ha smesso di funzionare: dapprima non masterizzava più alcuni formati di DVD, poi tutti, ora non legge più nulla, né CD, né DVD. So che è un tipo di "parabola" abbastanza comune nei MBP (soprattutto quelli da 17"), causata dall'elevata sottigliezza del lettore ottico che, dopo un po', si rompe. Sarei ancora in garanzia, ma preferisco acquistare un lettore esterno perché non posso permettermi di rimanere senza computer in questo periodo. Ora, la questione: tramite il nuovo lettore esterno io vorrei fare l'upgrade da Tiger a Leopard, formattando al contempo l'HD, per cui vorrei chiedervi se questa operazione è possibile eseguirla da lettore esterno. In questo caso, è per forza necessario un drive connesso mediante firewire (tipo quello LaCie), oppure basta un comune lettore esterno usb? Grazie per le vostre risposte, Marco
  6. Anche a me succede lo stesso: ho sempre, mediamente 3/4 GB liberi sul disco, ma quando uso Illustrator o Photoshop con più file aperti abbastanza pesanti, dopo qualche ora di utilizzo – o anche semplicemente dopo una sequenza di operazioni particolarmente "gravose" – lo spazio è completamente occupato dal file di swap (che vedo aumentare semplicemente osservando le info sul widget iStat Pro). Ora, esiste un modo per limitare le dimensioni del file di swap (ad esempio limitarlo ad un max di 2 GB)?
  7. Esatto, nel momento in cui cancelli un account, elimini automaticamente anche tutti i messaggi che conservi in locale sul Mac (e mi sembra davvero idiota che Mail non fornisca la possibilità di archiviare le proprie mail in maniera intelligente ed organizzata, ma bisogna per forza ricorrere all'espediente di trascinare la cartella sulla Scrivania). Per quanto riguarda il problema dei file -emlx, ho trovato questa utility (qui il link) che risolve il problema, convertendo i messaggi nel più comune formato MBOX. Una volta effettuata la conversione, si possono nuovamente importare i messaggi all'interno di Mail. Vi richiedo: ma è possibile che in un client di mail non sia prevista la possibilità di esportare ed archiviare i propri messaggi, se non arrangiandosi in qualche modo e ricorrendo a software di terzi?! P.S.: Tra l'altro, la configurazione IMAP della mia casella non funzionava – e, a quanto pare, non per colpa del fornitore del servizio –, Mail si bloccava ogni volta che provavo a scaricare o inviare un messaggio, per cui sono dovuto ritornare all'uso della casella come server POP...
  8. Sto usando Tiger 10.4.11 con Mail 2.1.1. Alla fine ho semplicemente trascinato la Inbox e la casella della Posta Inviata sulla Scrivania, dove si sono automaticamente create due cartelle corrispondenti con il back-up dei messaggi, in formato .emlx. Ho poi proceduto alla cancellazione del vecchio account e alla configurazione del nuovo account IMAP, ma ora non riesco ad importare in nessun modo i messaggi salvati in Scrivania! La funzione "Importa" in Mail permette solo di scegliere file .mbox, ma non quelli .emlx che mi ritrovo io (che riesco ad aprire singolarmente ma non ad inserire in una casella). Qualcuno sa come fare?
  9. Ciao a tutti, io dovrei cambiare le impostazioni di un account già creato, per passarlo da POP ad IMAP (in seguito all'update che ho fatto in tal senso nel servizio di mail del mio sito). Ora, da quello che ho capito non posso effettuare questa operazioni in Mail senza prima cancellare l'account e ricrearlo nuovamente con i nuovi settaggi IMAP, perdendo però tutti i messaggi già archiviati sul Mac (e di cui non ho copia sul server), a meno di fare un back-up preventivo (secondo la procedura di copia-incolla sula scrivania illustrata da Tomè). E' giusto fare così o c'è un modo più veloce, di cui non mi sono accorto, per evitare l'operazione di back-up in caso di cambio del tipo di account da POP ad IMAP? Grazie per le risposte, m.
  10. Grazie a tutti per le risposte. In effetti, potendo intervenire direttamente sul file di origine, l'opzione del comando OVERKILL da AutoCAD mi sembra la più adatta. Sbattendoci la testa in questi giorni, ho però anche trovato un metodo un po' "spurio", ma che funziona in Illustrator: selezionando l'intero disegno (o singole parti di esso se non è troppo complesso) e utilizzando Live Paint – ma senza applicare alcuna campitura intera, se questa non serve –, espandendo successivamente l'oggetto ottenuto si avrà un gruppo in cui tutte le linee sovrapposte sono miracolosamente sparite... Provare per credere!
  11. ciao a tutti, ho un problema ricorrente con alcuni file vettoriali creati a partire dall'esportazione di un modello 3d (non ricordo il programma di origine – i file, in formato illustrator, mi arrivano già esportati – credo comunque sia Rhino) in disegno bidimensionale: sono pieni di linee sovrapposte (a volte anche fino a 10, perfettamente una sopra l'altra), che non ho idea di come eliminare. I disegni sono molto complessi e, chiaramente, non posso cancellare i gruppi di linee sovrapposte uno per uno per snellire le dimensioni del file – oltre al fatto che mi risulta difficilissimo intervenire sugli spessori e molti altri parametri degli oggetti. Volevo quindi chiedervi se siete a conoscenza di qualche plug-in di Illustrator (io uso la versione CS3) che possa eseguire questo compito in modo automatico (con il comando "Clean up..." dal menù Object > Path non si risolve il problema), una sorta di "pulizia" del file. Grazie, ciao
  12. Hai già installato l'"Intel Codeck pack"? Lo puoi trovare a quest'indirizzo, poi, una volta che hai effettuato il download, devi copiare i files dentro Library/Quicktime.
  13. Forse sono leggermente O.T., ma la mia quaestio riguarda sempre la batteria. Vorrei lanciare un piccolo sondaggio, riguardante la frequenza con cui completate un ciclo di ricarica. Io ho un MBP 17" C2D che oggi compie esattamente 3 mesi di vita; sono giunto a 111 cicli di ricarica, che corrispondono a 37 cicli/mese. Voi?
  14. Sì, in effetti anch'io utilizzerei XP solamente per alcuni giochi che non girano su mac... Propenderei però per NTFS (maggior efficienza e velocità ), visto che comunque dedicherei alla partizione win il minor spazio possibile (pensavo 10 gb); per archiviare utilizzo hard disk esterni. Ma cosa mi consiglieresti per fare una copia completa della partizione mac os x (ossia non solo dei miei documenti, che potrei tranquillamente copiare a mano, bensì di tutto il sistema operativo, con le sue preferenze, mail, etc., da utilizzare come un'immagine da ripristinare in caso di necessità )? Grazie della risposta!
  15. Ciao a tutti, una domanda veloce: vorrei installare Windows XP sp2 sul mio MacBook pro C2D, secondo voi devo prima procedere a fare un backup completo del disco interno del Mac su un hard disk esterno (per scongiurare l'eventualità che, installando win xp, magari anche per qualche cappella mia, si impalli tutto e poi non sia più possibile accedere nemmeno a Mac Os X), oppure è una prevenzione eccessiva, nel senso che, al massimo, potrei non riuscire a utilizzare la partizione windows ma mac os x non dovrebbe comunque avere problemi? Altra cosa: a parte la relativa sicurezza in più che garantisce la formattazione in NTFS, utilizzando invece FAT32 è meno probabile incorrere in crash del sistema durante l'installazione di Windows (per il fatto che, comunque, sarebbe una partizione leggibile anche da Mac Os X), o non c'entra nulla? Grazie per le risposte!