pieropolidoro

Members
  • Content Count

    12
  • Joined

  • Last visited

About pieropolidoro

  • Rank
    Novizio

core_pfieldgroups_99

  • Nome
    Piero Polidoro
  • Città
    , ,
  1. Buongiorno a tutti, premetto che di sviluppo in Acrobat non so nulla, ma cerco una soluzione che (credo) posso trovare in questa direzione. Fra un po' avrò a disposizione un lungo file pdf (da un impaginato InDesign) simile a un dizionario: ci sono delle voci (che sono state marcate in InDesign con uno stile apposito) e la relativa descrizione. Come in un dizionario le voci si succedono nella pagina e sono di lunghezze diverse; può quindi capitare che in una pagina ci siano più voci, che una voce occupi varie pagine, che una voce inizi in una pagina e finisca in quella successiva, dove ci sono altre due brevi voci che iniziano e finiscono, ecc. Vorrei ottenere un file pdf con le pagine che sono relative a ogni singola voce; non mi interessa che nella (eventuale) prima pagina si vedano le code delle voci precedenti e che nella (eventuale) ultima si veda l'inizio di quelle seguenti. Quello che mi serve è sapere se è possibile (e nel caso come): 1) sviluppare una procedura automatica che estrae le pagine che riguardano una singola voce. La procedura dovrebbe ispezionare il testo, quando incontra lo stile "Voce" vuole dire che quello è l'inizio della nuova estrazione, che dovrà fermarsi quando incontra il "Voce" successivo (o uno stile "Fine" che provvederò a inserire); 2) salvare i file provenienti dall'estrazione con un nome ricavato dal file stesso. Faccio un esempio. Se la voce (marcata nello stile "Voce") è Pippo, vorrei che il file che risulta dall'estrazione si chiamasse pippo.pdf Grazie a tutti Ps: uso la CS5 e Acrobat 9
  2. Scusate... ho perso un po' la mano con XPress... Devo impaginare un libro. Nel testo, ovviamente, ci sono corsivi che vanno mantenuti. Ho uno stile paragrafo associato a uno stile carattere. Lo stile carattere, però, quando viene applicato, mi mette tutto in regular (che è appunto la font selezionata) e mi fa perdere i corsivi. Come faccio a: 1) eliminare l'associazione con lo stile carattere oppure 2) fare uno stile carattere che scelga solo la famiglia di font e lasci la differenza fra tondo e corsivo? Grazie mille
  3. Grazie a tutti! Mi sa che opterò per una soluzione cerchiobottista: 3GB e non se ne parla più (2x1024 e 2x512, perché penso che abbiano messo nel frattempo schede con 4 slot). Tanto il Dell, se tutto va bene, arriverà fra 5 settimane. In effetti nelle ultime settimane ho seriamente valutato l'acquisto del mac. Solo che, per monitor e potenza, mi sono dovuto orientare sul MacBookPro. Un gioiello è un gioiello...ma già partiva da 1800 e appena ci ho messo un hd più veloce e un pizzico in più di ram è arrivato a 2600 euro. Oggettivamente un po' troppo. Grazie ancora a tutti però per la gentilezza e la solita competenza!
  4. Premessa: scusate... lo so che sarebbe un forum per Mac... Cerco un consiglio da chi già si trova alle prese con questo problema... Devo acquistare un nb nuovo e sono orientato verso il Dell 1520, con T7500 a 2,2GHz, scheda GeForce 8600M GT da 259 Mb e HD da 160GB a 7200rpm. Monterebbe Vista Premium. Ora: la situazione di lavoro peggiore (ma frequente) che mi troverei ad affrontare è quella per l'impaginazione. Quindi, contemporaneamente: 1) Photoshop 2) InDesign (entrambi con file di immagini da decine di MB) 3) varie finestre di Word 4) Explorer 5) client di posta 6) (ogni tanto) streaming audio o iTunes Il dilemma è: secondo voi sono necessari 4GB o vanno bene 2GB? Considerando però che vorrei una ottima velocità e voglio che i software rispondano e carichino i file rapidamente. Qualcuno ha già provato questo tipo di uso?
  5. Devo dire che non sono molto esperto di pratica tipografica, ma sicuramente se usi le varie tonalità di un colore queste non renderanno necessarie altre lastre (anche perché se tu creassi una sfumatura continua dovresti usare centinaia di lastre). Non vorrei sbagliarmi, ma le diverse tonalità si ottengono semplicemente perché alcuni punti della lastra sono impressionati in maniera "meno densa" di altri. Per cui le tue stime sul numero di lastre sono corrette. Se usi tre colori CMYK e due pantoni avrai costi fissi per 6 lastre. Se non hai problemi di budget (beato!) vai pure, altrimenti ti conviene valutare un'altra soluzione (una conversione dei pantoni in CMYK che sia affidabile - c'è un thread su queste cose nel vecchio forum - o una combinazione Nero + Pantone). Prima di mandare tutto definitivamente, però, ti conviene sempre sentire il tipografo (stanno lì anche per questo).
  6. Allora dovresti posizionarti sulla pagina su cui vuoi far comparire l'1 e impostare le "opzioni numerazione e sezione". Praticamente InDesign farà partire da lì una sezione, che puoi far cominciare con il numero che vuoi (quindi anche 1). Se sulle pagine precedenti ti rimane il numero di pagina (perché le hai originate con la stessa mastro) puoi rimouoverle a mano cancellando la casella di testo (se però sono molte pagine a presentare questo problema ti conviene creare due tipi di mastro, con e senza numero di pagina).
  7. In un documento CMYK tutta la gamma cromatica (o meglio tutta la parte della gamma rappresentabile in CMYK) viene ottenuto con una diversa combinazione di quattro inchiostri. In fase di stampa ogni inchiostro corrisponde ad una lastra. Siccome ogni lastra ha un costo fisso, se usi solo due colori riduci questi costi fissi del 50%. Io, per esempio, uso spesso la scala di grigi (cioè l'inchiostro nero) e un pantone, In InDesign la cosa migliore è crearti una palette "campioni" apposita in cui mettere solo i due colori che stai usando (così eviti di usarne per sbaglio degli altri) e le loro eventuali diverse tonalità (da 0% a 100%). Se però usi un pantone ricordati di specificare che si tratta di una tinta piatta quando lo crei, altrimenti il programma lo converte automaticamente in una combinazione CMYK. A quel punto puoi impaginare tranquillamente usando i tuoi due colori. Ovviamente avrai solo due lastre solo se il secondo colore (suppongo che il primo sia comunque il nero) sia o un pantone (che corrisponde sempre a un'unica lastra) o il giallo (Y), il ciano © o il magenta (M). Se però usi come secon do colore per esempio un blu normale (non pantone), questo sarà dato comunque da una combinazione CMYK e alla fine avrai sempre quattro lastre. Per controllare di aver effettivamente usato solo quei due colori usa la palette che si ottiene da "Anteprima di output" - "Selezione colore": solo i canali corrispondenti ai tuoi due colori dovrebbero riportare aree nere. Meglio ancora, usa "Verifica preliminare" dal menu "File" e controlla alla voce inchiostri che ci siano solo i due che stai usando. Se è tutto a posto, la trasformazione in pdf non dovrebbe creare problemi (in ogni caso puoi controllare i livelli colore anche in Acrobat). Almeno, così conla versione CS del pacchetto Adobe. Ti conviene, comunque, chiamare anche la tua tipografia. Soprattutto quando mandi direttamente un pdf, sono loro i primi a chiederti di contattarli prima. Spero che sia chiara la spiegazione, altrimenti fammi sapere.
  8. Per farlo devi lavorare sulla (o sulle) pagine mastro. Lo puoi fare cliccando sull'icona della pagina mastro su cui devi operare. Le icone delle pagine mastro sono quelle che trovi nella parte superiore della palette "pagine". Le modifiche che apporti su una pagina mastro saranno applicate a tutte le pagine che creerai sul suo modello e possono essere anche trasferite alle pagine già realizzate a partire da quella mastro. A parte questo, lavori su una pagina mastro come su tutte le altre pagine. Per cui crea dove vuoi la casella di testo, inserisci (con il comando apposito) il numero di pagina e formattane il carattere. Dopodiché dovrai solo creare le pagine a partire da quella mastro e InDesign le numererà automaticamente. Se vuoi far partire la numerazione da un valore particolare (e non da 1) usa i comandi che trovi nella palette che si apre cliccando su "Opzioni numerazione e sezione" (la trovi sul menu che si apre cliccando sulla freccetta in alto a sinistra della palette "pagine"). Il fatto che i numeri di pagina ti vengano solo a sinisra (o solo a destra) potrebbe dipendere dal fatto che stai usando (come si fa di solito) delle pagine mastro affiancate (le riconosci perché hanno un'orecchia in alto). Probabilmente hai inserito la casella con il numero di pagina solamente su una delle due (quella pari o quella dispari).
  9. Scusa, la prima cosa che mi viene in mente: l'inserimento della pagina automatica lo fai nella mastro? Perché altrimenti non credo funzioni.
  10. Ciao a tutti. Scusate, so che non è il massimo proporre una questione e dare contemporaneamente una risposta, ma la soluzione che ho trovato al mio problema mi sembra eccessivamente complicata. Uso InDesign Cs. Quando in un paragrafo inserisco un capolettera con una font senza grazie (tipo Helvetica) solitamente il carattere si trova spostato rispetto al lato sinistro e quindi fuori allineamento rispetto al resto del testo (prima immagine). L'unico modo che ho trovato per allineare il capolettera è il seguente: 1) inserisco prima del capolettera uno spazio tipografico ultrafine (tramite il menu contestuale) 2) imposto per il paragrafo il valore delle lettere iniziali per fare il capolettera su 2 (lo spazio ultrafine e il capolettera che voglio ottenere) 3) imposto la crenatura fra lo spazio ultrafine e il capolettera su un valore negativo (solitamente, con un capolettera su 3 righe e un paragrafo con caratteri di 9 punti, intorno a -110) fino a quando il capolettera non risulta allineato a sinistra (seconda immagine). Esiste un modo meno strano di compiere questa operazione? E poi, per curiosità , da cosa dipende questo spostamente verso destra? Grazie a tutti.